Share |

"Una finestra sul colore" di Santa Margherita Ligure

In scena una mostra fotografica vibrante e intensa, per celebrare una località tanto amata e ricordare un amico speciale: Ferdinando Scotti


06/07/2018

Segnato da una lunga e importante storia Santa Margherita LigUre fu, ed è tuttora, un buen retiro e una località trendy per personaggi illustri, affascinati dal blu intenso del mare, che esaltai colori caldi dei suoi palazzi e contrasta con il verde del suo entroterra. Difficile evitarne la seduzione: l’elegante architettura degli edifici, con i loro caratteristici trompe-l’oeil, la raffinatezza di negozi e boutique, l’eccellenza della gastronomia, i riflessi di un mare superbo ne spiegano il successo. 
E “Una finestra sul colore”, la mostra fotografica di Wander Naldi, patrocinata dal Comune, racconta questa storia di colori, intima, ricca e profumata di cultura e di mare. Una storia che si intreccia con quella del Siur Nando Scotti, patron dell’omonima riseria pavese, che oggi è diventata un’industria di peso internazionale. 
La mostra, e il volume che è nato per raccoglierne e fissarne il fascino nel tempo, sono infatti dedicati alla sua memoria. In primis perché l’autore, appunto Wander Naldi, è stato un suo grande amico: insieme hanno trascorso a Santa momenti familiari di grande serenità e gioia. E poi perché il figlio Dario Scotti, oggi alla guida dell’azienda di famiglia, da tanto tempo cercava un modo adeguato per celebrare il grande entusiasmo e l’immensa carica vitale del padre. “Mio papà - ha tenuto infatti a precisare - sarebbe felice di questa iniziativa. Nei colori di Santa Margherita si specchiava: li amava e gli regalavano momenti felici”. 
L’inaugurazione della mostra - padrino il giornalista Paolo Del Debbio - si è tenuta presso il Lido Palace Hotel di Santa Margherita, proprio adiacente alla galleria di maxi-pannelli posizionati nei Giardini a Mare, e resterà aperta al pubblico sino al 22 luglio. L’hotel, peraltro, ospiterà per tutta l’estate l’esposizione delle foto di Naldi, realizzate in grande formato come stampe d’arte. 
Ma chi è Wander Naldi? Un artista innamorato di Santa Margherita Ligure, la cui passione per l’immagine era cominciata alla fine degli anni 70, dalle cui inquadrature sono emerse inaspettate angolature, in abbinata alla sua capacità di cogliere l’irripetibilità di un momento attraverso geometrie molto “grafiche” dei suoi soggetti. Sta di fatto che in ogni scena, che l’abbia rubata dall’altra parte del mondo o a due passi da casa, risuona quella percezione di alterità che trasforma anche il banale in sorprendente, il casuale in necessario. 
Che altro? Wander Naldi, dopo alcune mostre collettive e personali e la pubblicazione di libri fotografici, ha deciso di rappresentare l’unicità di Santa Margherita Ligure, paese che ama molto, con una selezione di sue fotografie dai forti contenuti cromatici. E le ha esposte nei Giardini al Mare su pannelli di grandi dimensioni, veri e propri quadri emozionanti, oltre a raccoglierle in un volume ricco di contenuti. 
Detto dell’artista, chi è stato Ferdinando Scotti, per tutti il Signor Nando? Un uomo forte, generoso, lottatore, carismatico. Uno dei suoi motti era: “Fare subito, presto e bene”.  Dotato di un fiuto imprenditoriale unico, gli piaceva anticipare i tempi, bruciare le tappe, coinvolgere i collaboratori, motivarli, fare squadra, antesignano dell’organizzazione orizzontale dell’azienda che oggi è diventata un must della moderna imprenditorialità. 
In altre parole l'industriale risiero Ferdinando Scotti ha incarnato la quarta generazione di casa Scotti, dediti al riso dal lontano 1860. 
Di lui, il figlio Dario - oggi alla guida aziendale - dice: “Mio padre era una persona determinata; lo ricordo forte e coraggioso, sempre a incoraggiarmi; con lui c’è sempre stato un confronto aperto, a volte anche ruvido, ma sostenuto dall’amore”.

(riproduzione riservata)