Share |

A 63 anni scompare il patron della Fly Flot, Carlo Migliorati

L'imprenditore aveva fondato l’azienda di famiglia, leader nel settore delle calzature comode, a Calvisano, in provincia di Brescia, nel 1985. Sotto la sua guida il brand è divenuto famoso nel mondo


14/10/2020

di Mario Pinzi


L’imprenditoria italiana piange la scomparsa di Carlo Migliorati, lo storico patron dell'azienda Fly Flot, brand di calzature famoso in tutto il mondo, la cui sede principale si trova a Calvisano, in provincia di Brescia. 
Il manager è stato stroncato a soli 63 anni da un male incurabile che lo aveva colpito da tempo. 
Dal 2011 Carlo Migliorati era il direttore amministrativo dell'azienda, mentre la guida era stata assunta nel 2013 da una delle figlie dell'imprenditore, Alice, tuttora a capo del Gruppo. 
Fly Flot era stata fondata da Carlo Migliorati assieme ai fratelli nel 1985, unitamente alle famiglie dei soci Nodari e Visentin. 
Il binomio Migliorati-Nodari rappresenta ancora oggi la base societaria dell’azienda, che grazie all’impegno e alla determinazione del signor Carlo, unito alla immancabile dedizione di tutti i soci Fly Flot, è un esempio di impresa Made in Italy a conduzione famigliare ed è leader in Italia per la produzione e la commercializzazione di zoccoli, ciabatte, pantofole e calzature comode, con un fatturato di circa 20 milioni di euro. 
L’azienda produce il 90% in Italia, pari a 1,8 milioni di paia. 
Il marchio Fly Flot è conosciuto in tutto il mondo: oltre ai mercati storici come Germania, Francia, Gran Bretagna, Belgio e Israele, negli ultimi anni il Gruppo ha fatto breccia anche in Algeria, Cina, Giappone e Kuwait. 
Solo pochi mesi fa, ovvero a marzo 2020, Fly Flot aveva pianto un altro dei suoi storici fondatori, Luigi Migliorati, papà di Carlo e nonno di Alice, che aveva 92 anni.

(riproduzione riservata)