Share |

Ancora una volta gli scienziati italiani stupiscono il mondo

C’è acqua su Marte. Ma non solo. Sul pianeta rosso esiste un luogo che ha tutti i canoni per essere una "nicchia biologica"


26/07/2018

di Carla Albertini


C’è vita su Marte? E’ la domanda che scienziati e ricercatori di tutto il mondo si pongono da decenni. Ancora non lo sappiamo. Quel che è certo, però, è che sotto la superficie del pianeta rosso c’è dell’acqua salata allo stato liquido e in più si trova in un luogo che ha tutti i canoni per essere una "nicchia biologica". Ci sarebbero, quindi, le precondizioni per trovare vita. 
La straordinaria scoperta è stata fatta da un team di ricercatori e scienziati italiani che hanno indagato, con un nuovo metodo, i dati forniti dal radar italiano Marsis, che si trova a bordo della sonda europea Mars Express. 
L'annuncio è arrivato nel corso di una conferenza stampa internazionale congiunta dell'Agenzia Spaziale Italiana, dell'Istituto Nazionale di Astrofisica e dell'Università Roma Tre, convocata nella sede dell'Asi per illustrare lo studio pubblicato su Science
I ricercatori sono convinti che potrebbero esserci altre zone con condizioni favorevoli alla presenza di acqua in profondità su Marte e ora, messo a punto il metodo di analisi, potranno continuare a investigare. 
«La scoperta di un lago di acqua liquida nel sottosuolo di Marte è una delle più importanti degli ultimi anni», ha detto il presidente dell'Agenzia Spaziale Italiana, Roberto Battiston. «Sono decenni che il sistema spaziale italiano è impegnato nelle ricerche su Marte insieme a Esa e Nasa. I risultati di Marsis confermano l'eccellenza dei nostri scienziati e della nostra tecnologia e sono un'ulteriore riprova dell'importanza della missione europea a leadership italiana ExoMars, che nel 2020 arriverà sul pianeta rosso alla ricerca di tracce di vita».

(riproduzione riservata)