Share |

Banca popolare di Sondrio: approvato il bilancio 2020 con l’assegnazione di un dividendo complessivo di oltre 27 milioni a fronte di un utile netto di 106,6


30/03/2021

Il Consiglio di amministrazione della Banca Popolare di Sondrio, riunitosi sotto la presidenza di Francesco Venosta, ha esaminato e approvato i bilanci consolidato e d’impresa dell’esercizio 2020, confermando senza variazioni i risultati - 106,6 milioni di euro l’utile netto di Gruppo -  e gli schemi di stato patrimoniale e di conto economico preliminari approvati il 5 febbraio scorso. 
Il Cda ha altresì deliberato, nel rispetto delle raccomandazioni emanate dall’Autorità di vigilanza, di proporre all'Assemblea la distribuzione di un dividendo unitario lordo di 0,06 euro. ‘'utile di cui viene proposta la distribuzione ammonta a complessivi 27.203.147 euro. 
Va ricordato che il dividendo è soggetto all’imposizione fiscale fissata dalla normativa vigente; in particolare, i dividendi corrisposti a persone fisiche sono soggetti alla ritenuta a titolo d'imposta del 26%. La distribuzione della rimanente parte dell'utile netto verrà proposta come segue: a riserve 47.541.931 euro, al fondo beneficenza 300.000 euro. 
L'Assemblea dei Soci della Banca Popolare di Sondrio S.C.p.A. è fissata in prima convocazione il 10 maggio 2021, presso la sede legale in Sondrio e, occorrendo, in seconda convocazione presso lo stesso luogo, l’11 maggio 2021 alle ore 10.00. 
Tenuto conto delle misure di contenimento imposte dal Governo a fronte dell’eccezionale situazione di emergenza conseguente all’epidemia da Covid-19 e in ossequio a fondamentali principi di tutela della salute dei Soci, dei dipendenti, degli esponenti della Banca, ai sensi di quanto previsto dall’art.106, comma 6, del D.L. 17 marzo 2020 n.18, così come successivamente modificato e integrato, l’intervento in Assemblea degli aventi diritto si svolgerà, senza accesso ai locali assembleari, esclusivamente tramite il Rappresentante designato ex art. 135-undecies del D. Lgs. n. 58 del 24 febbraio 1998. Il relativo avviso di convocazione, analogamente alla documentazione richiesta dalla normativa, sarà diffuso nei termini di legge. 
Sul fronte macroeconomico, l’avvio del 2021 è stato al di sotto delle aspettative di ripresa incorporate dai rapporti previsionali elaborati dai principali centri di ricerca, a motivo principalmente del perdurare della diffusione del virus Covid-19 e della conseguente necessità di imporre severe restrizioni alle attività economiche e sociali. D’altro canto, la campagna vaccinale in corso di rafforzamento e i rilevanti piani di sostegno finanziario varati dalle autorità di governo nazionali ed europee depongono a favore di un’accelerazione positiva nel prosieguo dell’anno in grado di innescare, progressivamente, una dinamica di crescita economica più sostenuta e duratura. 
In tale contesto, per quanto riguarda l’andamento del Gruppo, ci si attende un miglioramento dei risultati dell’attività bancaria caratteristica, il contenimento dei costi finalizzato al perseguimento di obiettivi di efficienza allineati ai migliori standard di mercato, e un’adeguata copertura dei crediti, in linea con le politiche prudenziali adottate negli scorsi esercizi. Sul fronte degli investimenti, continuerà l’impegno a salvaguardare l’efficienza operativa caratteristica del Gruppo, destinando particolare attenzione alle tematiche di innovazione digitale e tecnologica. 
Sulla base di tali presupposti, è plausibile che il Gruppo bancario Banca Popolare di Sondrio possa conseguire livelli di redditività più elevati di quelli dell’anno passato, confermando la capacità di generare valore con continuità a favore degli azionisti e di tutti gli stakeholders, preservando la solidità patrimoniale caratteristica del Gruppo.

(riproduzione riservata)