Share |

Bitcoin, Libra e Blockchain: tra paure e realtà…

Il superamento di alcune barriere può aprire scenari di business interessanti


29/07/2019

di Damiano Pignalosa


In bene o in male, la cosa più difficile da affrontare al mondo è l’abitudine. Forte, dura e dalla voce perentoria, fa sì che qualsiasi forma di cambiamento sia accostata alla perdita di qualcosa, di qualcuno, il sospetto aumenta e alza barriere, mentre di rigetto ogni cosa sarà giudicata con toni da condanna a morte perché siamo e rimaniamo il paese di “cà nisciun è fess”. Tutto e subito, come quando ci viene detto che il lavoro che stiamo svolgendo dovrà essere pronto per “ieri”, l’informazione e l’apprendimento vengono solo sfiorati da una mera conoscenza preliminare o addirittura da un sentito dire, in un vortice di dubbi che finiscono con il ticchettio della lancetta che scandisce l’ora dello spritz e allora a tutto ci penserò domani.  
Bitcoin, Libra, Blockchain, il Paese è piccolo e la gente mormora, ma di cosa ancora non si sa. La nuova “criptovaluta” di Facebook, se così si può chiamare, ha riacceso l’interesse del pubblico verso questo mondo che proprio due anni fa entrava a gamba tesa nelle case dei più e confermava le previsioni di successo dei pochi che sulla giostra si trovavano già.
Bitcoin
Aumenti vertiginosi e discese paraboliche, le montagne russe del Bitcoin ormai non fanno più notizia, anche perché, pian piano, si sta capendo che il suo utilizzo speculativo si sta trasformando, e con il passare del tempo sarà inquadrato sempre di più come un asset (es. oro, argento, petrolio ecc.) e non come una moneta di scambio quotidiana con cui farci la spesa o comprarsi la macchina. Proprio per questo è bene informarsi nel miglior modo possibile da fonti affidabili e non da “mio cugino”, investendo solo se si è compreso davvero cos’è un Bitcoin, cosa rappresenta e come può essere utilizzato. In questo modo finalmente si eliminerebbero le voci dilaganti e aberranti che lo demonizzano, insieme a quelle che, al contrario, raccontano di far diventare ricco chiunque investendo pochi spiccioli. Inutile dire che questa possibilità di successo è pari a quelle di vincere il superenalotto. La fantascienza la lasciamo al mondo del cinema.
Libra
Sulla questione “quotidianità” è intervenuto Mark Zuckerberg con il progetto di una crypto “utile a tutti” dal nome Libra. Partiamo dicendo che alla nascita di questa valuta digitale hanno partecipato player come Visa, Mastercard, Uber, PayPal, eBay, Vodafone e tantissimi altri. Secondo l’idea del patron di Facebook “Pagare sarà facile come inviare foto” e attraverso l’implementazione di questa criptovaluta su piattaforme come Whatsapp, Messenger e Instagram sarà possibile scambiarsi moneta digitale nonostante non si possegga un conto bancario o ci si trovi dall’altra parte del mondo. Ovviamente tutto questo ha scatenato l’ira funesta di chi gestisce il denaro tanto da far partire le solite campagne denigratorie riguardanti possibili utilizzi nell’ambito del terrorismo e del riciclaggio. Bisogna effettuare due piccole precisazioni: innanzitutto le famose Banche Centrali che si oppongono a queste iniziative non rappresentano e non appartengono a Stati o popolazioni, ma sono “soltanto” degli enti privati che hanno fatto del prestito di denaro il loro core business e di quello che può essere utile o non utile al popolo non gliene può fregar di meno. In seconda battuta ad oggi, l’utilizzo di dollari per finanziare attività terroristiche ed effettuare riciclaggio batte Bitcoin o altre crypto 800 a 1. Sicuramente per quanto riguarda Libra bisognerà attendere maggiori informazioni e specifiche riguardanti l’uso dei dati personali visto che, anche in questo caso, la gestione della moneta sarà in mano a dei colossi privati che muovono il mercato in innumerevoli settori merceologici. Detto questo mentre gli attori della partita continuano a battagliare, il consiglio è sempre quello di informarsi da fonti molto attendibili e di non muoversi prima di aver compreso tutti i dettagli, ricordando che il lancio di questa valuta è previsto per la primavera del 2020, quindi chi in questo momento promette di farvi acquistare quantitativi di Libra, sta dichiarando il falso.
Blockchain
La Genesi, l’inizio, il motore che muove tutto il mondo crypto e che ha aperto scenari incredibili e sicuramente inaspettati. Ad oggi ci sono tantissime informazioni sulla Blockchain che spiegano in maniera semplice o articolata cos’è, a cosa serve e come può essere utilizzata. In questo articolo ci basta ricordare che si sta parlando di un registro digitale, dove ogni operazione è pubblica e alla portata di tutti e con il suo utilizzo possono essere realizzati tantissimi tipi di progetti, da quello più elementare al più complesso. Questa tecnologia ci riporta indietro di vent’anni, all’esplosione incontrollata di internet, dove la maggior parte degli addetti ai lavori ha sicuramente sottovalutato il suo potenziale pensando che al massimo si potesse inviare qualche e-mail al posto dl fax e raccomandate. Oggi abbiamo lo stesso tipo di evoluzione, una tecnologia che prima o poi sarà utilizzata in tuti i settori merceologici, è qui per restare ed essere utilizzata e creerà senza dubbio nuovi colossi come Facebook, Google, Amazon ecc… Invece di passare il nostro tempo a snobbarla e demonizzarla, bisognerebbe approfondire i molteplici campi di applicazione, prima che lo facciano i nostri competitor, per prendere al volo quell’opportunità che ci siamo lasciati sfuggire solo vent’anni fa. Anche in questo caso il consiglio primario è quello legato allo studio, all’approfondimento e al fatto che bisogna interpellare chi davvero è in grado di utilizzarla nel modo migliore.
Conclusioni
Come succede per qualsiasi cosa su questa terra, ogni strumento può essere utilizzato per fare cose buone o cose cattive. Sta a noi trarre il meglio utilizzando gli strumenti che possediamo nel modo migliore e soprattutto nel pieno rispetto della collettività. Da sempre l’abitudine ci porta a cercare disperatamente una divisa da indossare, schierandosi da una parte o dall’altra, attaccando senza limiti o difendendo con aggressività, ragioniamo e informiamoci per bene su tutto cercando di trovare una giusta soluzione per se stessi e per gli altri. Questo vale sia per il mondo della Blockchain e delle criptovalute che nella vita di tutti i giorni.
Ringraziandovi anticipatamente per la lettura e il supporto fornito, auguro a tutti voi lettori una serena e felice estate. Ci rivediamo il 26 Agosto, buone vacanze…

(riproduzione riservata)