Share |

Bonus energia elettrica: da quest’anno lo sconto è automatico

I consumatori che ne hanno diritto otterranno infatti le agevolazioni direttamente in bolletta


18/01/2021

La manovra finanziaria 2021 ha stabilito i budget da destinare a diversi interventi rivolti alle categorie meno abbienti, con lo scopo di contribuire a rinvigorire l’economia messa a dura prova dall’emergenza sanitaria. Questo attraverso misure a favore di famiglie, imprese, singoli contribuenti e altri soggetti. 
Tra le tante decisioni adottate figura anche il bonus elettrico in bolletta, che da quest’anno diventa automatico per tutti i consumatori che certifichino di possedere i seguenti requisiti: un Isee inferiore a 8.265 euro oppure una famiglia con almeno 4 figli a carico e con un Isee inferiore a 20.000 euro. O, ancora, essere titolare di una pensione o del reddito di cittadinanza. 
Questi ultimi possono accedere all’agevolazione anche se l’Isee supera il limite di 8.265 euro, mentre non possono richiederlo per risparmiare sulla bolletta dell’acqua, perché in quel caso vale la soglia degli 8.265 euro. 
Va precisato che le famiglie aventi diritto possono accedere però a un solo Bonus, a scelta fra Bonus Acqua, Bonus Elettrico o Bonus Gas ed esclusivamente nell’anno corrente. In quelli successivi si provvederà infatti a un nuovo calcolo dei requisiti. 
Questi criteri non sono cambiati rispetto agli anni precedenti, ma con l’accennata novità che lo sconto in bolletta diventa automatico. Prima invece si doveva presentare apposita documentazione presso il Comune di residenza o al Caf. 
In altre parole quest’anno i nuclei familiari dovranno limitarsi a compilare la Dichiarazione Sostitutiva Unica (Dsu) presso la piattaforma dell’Agenzia delle entrate, che in modo automatico calcolerà l’Isee e gestirà eventuali agevolazioni cui il contribuente ha diritto. Queste verranno poi comunicate all’Inps che a sua volta le girerà ai fornitori di servizi di luce, gas, acqua e altri. Le informazioni verranno poi incrociate e gli aventi diritto riceveranno in bolletta lo sconto, che verrà comunicato e segnalato in fattura. 
Il tutto all’insegna della privacy. In tale ottica l’Autorità Garante sta infatti lavorando alle modalità di registrazione e trasmissione dei dati in modo che tutti i passaggi siano eseguiti in modo corretto. Ricordiamo inoltre che lo sconto vale dal primo gennaio scorso. Se quindi verrà accreditato in ritardo, il beneficio non si perderà per strada. 
Ci sono poi altre novità in tema di energia elettrica, in quanto il 2021 è l’anno in cui si avvia l’interruzione del mercato tutelato (che avverrà in toto entro la fine dell’anno). Come dire che le piccole imprese dovranno affidarsi a un fornitore di energia nel mercato libero perché quello tutelato verrà gradualmente chiuso. Il cambiamento interesserà in seguito anche le aziende di media dimensione. Di fatto, per non incorrere in errori, sarà opportuno rivolgersi a un tecnico.

(riproduzione riservata)