Share |

Buoni risultati nella trimestrale della Banca Popolare di Sondrio

Lievita l’utile netto consolidato di periodo, attestato a 29,5 milioni


12/05/2017

Il Consiglio di amministrazione della Banca Popolare di Sondrio, società cooperativa per azioni, ha esaminato e approvato il resoconto intermedio di gestione consolidato al 31 marzo 2017. Questi i dati principali: l’utile netto consolidato di periodo ammonta a 29,502 milioni di euro, più 33,42% rispetto al 31 marzo 2016 (un risultato reso possibile anche dalla ripresa economica in atto, che si riverbera sulla qualità del credito, nonché dal clima più disteso dei mercati finanziari); la raccolta diretta segna 29,745 milioni, meno 3,84% sul 31 dicembre 2016; quella indiretta si attesta, ai valori di mercato, a 29,145 milioni, più 2,59% sul 31 dicembre 2016; quella assicurativa somma 1,281 milioni, più 1,18% sul 31 dicembre 2016. La raccolta complessiva da clientela si posiziona quindi a 60,171 milioni, pari a un meno 0,72 per cento.
A loro volta i crediti verso clientela ammontano a 26,586 milioni (più 5,03% su fine 2016 e più 10,95% su base annua); i crediti deteriorati netti ammontano a 2,370 milioni (meno 0,54%) e costituiscono l’8,91% del totale dei crediti, con una copertura del 46,91% rispetto al 46,17% del 31 dicembre 2016.
Le attività finanziarie, rappresentate da titoli di proprietà e derivati, ammontano invece a 9,486 milioni, più 20,42% sul 31 dicembre 2016, mentre le partecipazioni risultano attestate a 212 milioni: più 1,82%, un incremento sostanzialmente riconducibile all’effetto delle valutazioni a patrimonio netto.
Nell’ambito delle attività con l’estero, le negoziazioni per conto della clientela - sia nel settore merci come pure in quello dei servizi - hanno fatto registrare volumi crescenti con risultanze reddituali particolarmente soddisfacenti. È stato, inoltre, ulteriormente rafforzato, attraverso la proposta di numerose e diversificate iniziative, il sostegno alle imprese che, in vario modo, cercano all’estero nuovi sbocchi o nuove opportunità di sviluppo. Particolare impegno è stato profuso nell’organizzazione di seminari su diverse tematiche del commercio estero e, per il tramite della struttura specializzata di Bruxelles, sui principali programmi di finanziamento europei.
Ricordiamo inoltre che la rete territoriale del Gruppo bancario conta 357 filiali; che i dipendenti al 31 marzo 2017 erano 3.164, con un aumento di 11 unità rispetto a fine dicembre 2016, cui si aggiungono i 3 dipendenti della controllata Pirovano Stelvio Spa, per un totale di 3.167.
Quanto alla prevedibile evoluzione, il permanere di una politica monetaria volta a favorire la ripresa economica lascia intendere che i tassi continueranno a posizionarsi su livelli minimi, influendo negativamente sul margine d’interesse. Tuttavia il graduale miglioramento del quadro generale economico dovrebbe favorire una stabilizzazione dei mercati finanziari e anche un miglioramento nella qualità del credito. Nel complesso, è ragionevole nutrire un cauto ottimismo sull’andamento reddituale dell’esercizio.

(riproduzione riservata)