Share |

Cambiare vita è un desiderio che non muore mai

Diciamo basta a un matrimonio che non ha più senso


15/05/2017

di Mario Pinzi


Dalla Cassazione è giunta una sentenza ragionevole che riconosce la donna come persona e non come parte lesa che deve essere mantenuta a vita. Finalmente, cari lettori, con il divorzio il rapporto matrimoniale si potrà estinguere sul piano personale ed economico-patrimoniale. D’ora in avanti, infatti, il giudice dovrà accertare che chi vuole essere mantenuto non sia in grado di lavorare. Questa svolta epocale, giunta dopo ventisette anni, ci fa comprendere, senza ombra di dubbio, che non esistono unioni che non possono essere ripudiate.
Ed ora, con questa sentenza, voglio farvi riflettere sulla bufala che l’euro non può essere abbandonato. Purtroppo, dopo la vittoria di Macron in Francia, si incomincia a credere che la balla abbia un fondo di verità, ma non è così! E se tutti noi saremo saggi, come sono certo che lo siamo, alla prossima tornata elettorale potremo riscattare la sconfitta della Le Pen e iniziare le pratiche per il divorzio definitivo da questa bislacca Unione.
Ora che la sconfitta della Giovanna d’Arco francese è stata confermata e la paura dei filoeuropeisti è svanita, chi parla di uscire dall’euro viene additato come un traditore. L’economia francese ha le gambe piegate per colpa della finanza speculativa, ma chi esulta per la vittoria di Macron afferma che con lui è nata una nuova speranza europea.
Se ci fosse solo la nostra sinistra a sostenere questo giovane lacchè protetto dai poteri forti, non mi meraviglierei più di tanto, ma osservare che anche Berlusconi, così come banchieri, giornalisti e professori universitari, si sono affrettati a lanciarsi sul carro del nuovo inquilino dell’Eliseo che ci darà sicuramente delle fregature, mi lascia sorpreso e amareggiato. L’economia italiana e francese per colpa di Bruxelles è al disastro, e questo è un dato che non può essere contestato.
Macron ha fatto il suo discorso davanti alla piramide del Louvre, chiaro segno massonico, e questo suo comportamento è sufficiente a farci comprendere in quali mani si è messa la Francia. L’ex banchiere di Rothschild è uno yes-man che ubbidirà agli ordini che gli verranno impartiti, e questa verità dovrebbe bastare per farci sventolare con entusiasmo la nostra bandiera tricolore.
Uno che viene dal mondo vecchio e marcio della finanza speculativa e che si presenta come l’uomo nuovo capace di modificare gli errori dell’Europa che ha creato una disoccupazione disastrosa è un mentitore pericoloso che va subito fermato. Il vero problema è che, come ho più volte affermato, nel nostro Paese non esiste un leader che sappia farsi rispettare, e questo dato di fatto ci umilia.
I politici del nostro Paese non fanno nulla per fermare i flussi dei clandestini. Anzi, con quattro milioni di italiani finiti nel tunnel della povertà, accettano che il Governo stanzi circa cinque miliardi per i profughi consegnando l’Italia nelle mani degli incapaci del Movimento 5 Stelle.
Dinanzi al quadro sconfortante della nostra economia, cosa fa il nostro Governo? Continua ad ubbidire agli ordini di Bruxelles massacrando di tasse il proprio Paese. Nel 2017 il nostro debito raggiungerà la fantastica cifra di 2.240 miliardi di euro, e questo è dovuto principalmente al capitalismo di relazioni imposto dalla politica. Se non iniziamo a finanziare con competenza l’economia reale, unica leva capace di assorbire il debito dello Stato, il disastro è assicurato.
Dimenticavo. Abbiamo perso l’amor proprio, e se l’Italia verrà annientata ce lo meritiamo. È facile ipotizzare la catastrofe, ma sta a tutti noi evitarla…

(riproduzione riservata)