Share |

Carlo Cracco torna sul luogo del "delitto" e apre il suo quarto locale

La location è quella che ospitava il suo storico ristorante stellato in via Victor Hugo a Milano


01/04/2019

Continua l’ascesa di Carlo Cracco, uno degli chef più famosi d’Italia e non solo, il quale ha deciso di fare poker (dopo il lussuoso ristorante inaugurato in Galleria Vittorio Emanuele un paio di anni fa, Carlo e Camilla in Segheria e Garage Italia Customs, uno spazio che unisce alta cucina e motori creato in società con Lapo Elkann) aprendo il suo quarto ristorante milanese. In altre parole dividendosi fra alta cucina e cucina popolare. Evidentemente mettendo a frutto gli ingaggi legati alle sue promozioni pubblicitarie e alla sua costante presenza, in qualità di severo giudice, sugli schermi televisivi. 
La location scelta è quella di via Victor Hugo, a ridosso di piazza Duomo, locale dove a lungo si era dato da fare, dove si era conquistato due stelle Michelin e dove si era regalato una clientela di livello. Ed è appunto qui che sta per inaugurare un nuovo bistrot. 
Lo ha reso noto lo stesso Cracco nel corso di una trasmissione televisiva, assicurando che il via è previsto fra una manciata di giorni, a fronte di una rivisitazione dei vecchi spazi (si va dal piano terra ai due sotterranei, con tanto di ascensore disposizione e la creazione di un bar). 
Quella di puntare sui bistrot è una scelta che pare sempre di più prendere piede tra i grandi chef (è il caso recente di Antonino Cannavacciuolo), convinti dell’importanza di offrire una cucina di livello, ma a un prezzo accessibile, a un pubblico sempre più vasto.

(riproduzione riservata)