Share |

Cersaie si conferma appuntamento di spicco a livello mondiale con oltre 112mila visitatori


30/09/2019

Cersaie 2019 ha registrato nelle cinque giornate di fiera 112.340 visitatori, in linea (+0,2%) con il dato 2018 e con un afflusso costante nel corso delle giornate di apertura. Pur nel difficile contesto dei mercati internazionali, le presenze dall’estero sono state 52.997, ovvero il 47,2% del totale (ma in lieve flessione rispetto alla precedente edizione), mentre i visitatori italiani sono stati 59.343, in leggero aumento del 2,2 per cento. In miglioramento anche la qualità espositiva negli 889 stand (49 in più rispetto al 2018) con operatori provenienti da 40 paesi. Di questi 342 appartengono ad aziende estere (+18%), pari al 38,5% del totale. 
Il comparto più rappresentato quello delle piastrelle di ceramica con 58 imprese, seguito dall’arredobagno che, con 214 espositori (+30%), ha confermato la propria rilevanza centrale nella manifestazione. 
Tutti gli eventi hanno potuto contare su un’ampia partecipazione di pubblico, a partire dal convegno inaugurale Ceramica: salubrità degli ambienti, tra crescita sostenibile e guerre commerciali con oltre 500 presenze, con interventi di livello, a partire dai ministri dello Sviluppo Economico e delle Infrastrutture e Trasporti, Stefano Patuanelli e Paola De Micheli, e del presidente di Confindustria, Vincenzo Boccia. 
Molto partecipate (circa 2.500 presenze) anche le cinque conferenze del programma culturale 'costruire abitare pensare', tenutosi alla Galleria dell’Architettura, grazie alla presenza di ospiti di primo piano nel panorama mondiale. Sono state poi oltre 10.000 le persone che hanno visitato la mostra Famous Bathroom, dedicata alle sale da bagno di 32 personaggi famosi della storia e cofinanziata dall’Ice. 
Vivo interesse ha poi suscitato Archincont(r)act, la nuova area al Padiglione 29, dove dieci studi di architettura di caratura internazionale si sono incontrati con realtà del Real Estate e developper immobiliari, oltre alla Città della Posa, arricchita da seminari tecnici sulla posa delle grandi lastre e le aree dimostrative relative alla formazione e all’ambiente bagno. Oltre 400 sono state le consulenze ai privati, realizzati dai progettisti delle 17 testate di interior design presenti nell'Agorà dei Media, in occasione dell'evento 'Cersaie disegna la tua casa', tenutosi giovedì 26 e venerdì 27 settembre. 
La delegazione del Cersaie Business, organizzato in collaborazione con Regione Emilia Romagna ed Ice - Agenzia per la promozione all'estero e l'internazionalizzazione delle imprese italiane - era composta da circa 100 tra primari studi di architetti provenienti da Stati Uniti, Canada, Francia, Germania, Gran Bretagna, Repubbliche Baltiche, Scandinavia e Paesi del Golfo. A sua volta Cersaie for Students ha coinvolto quest’anno 3.600 studenti di scuole superiori ed università, che hanno assistito a incontri sui temi dell'intelligenza artificiale e del job building. 
L’attenzione dei media per il Cersaie è stata confermata dalla presenza nei cinque giorni di 1.044 giornalisti (618 italiani e 426 esteri) e dalle 12 conversazioni dei Cafè della Stampa, che hanno visto impegnati i direttori di altrettante testate nel dialogare, su temi di attualità, con ospiti del mondo del design e dell’architettura.

(riproduzione riservata)