Share |

Comoli Ferrari anticipa i bisogni dei clienti puntando sulla tecnologia

L’azienda novarese, leader nella distribuzione di materiale elettrico, ha chiuso il 2016 con un fatturato di 369 milioni di euro e un Ebitda di 24. Intanto continua ad allargare i propri orizzonti puntando sugli investimenti


08/01/2018

Nel futuro di Comoli Ferrari, azienda con sede a Novara, leader nella distribuzione di materiale elettrico, c’è l’anticipazione dei bisogni del proprio cliente e uno studio attento all’evoluzione del mercato nei vari settori. Il Gruppo punta soprattutto su due fattori: essere indispensabile per il proprio fornitore e utile al cliente finale, offrendo soluzioni vincenti sul mercato. L’obiettivo è quello di creare il bisogno per conquistare un valore aggiunto utile a mantenere saldi i margini di profitto. 
In questo modo Comoli Ferrari si sostituisce agli uffici marketing delle imprese e indica il futuro del mercato. Un valore aggiunto che le permetterà di crescere sempre e comunque. 
La nuova filosofia del Gruppo, coniata dall’amministratore delegato Paolo Ferrari, è: «Facciamo correre le macchine e noi fermiamoci a pensare per migliorare il business della categoria». Questo vuol dire che il prodotto non è più al centro del processo di vendita, ma lo è il valore aggiunto che si riesce a creare attraverso la visione avveniristica del business. Questo fa sì che le richieste di ogni singolo settore dovranno essere uniche e di rapida soluzione. Secondo Paolo Ferrari, «La battaglia sul prezzo deve rimanere nelle mani di chi non sa leggere il futuro». 
Comoli Ferrari tratta 2.000 marchi e gestisce oltre 90 mila articoli diversi. Ha chiuso il 2016 con un fatturato di 369 milioni di euro, derivante per il 52% da prodotti tradizionali, per il 26% da prodotti tecnici per il settore Civile e per il 22% per quello Industriale. 
Nell’ultimo anno ha registrato una crescita dell’8,5%. Ha due società estere in Svizzera e Marocco, è presente in tutto il Nord e Centro Italia con 111 filiali e 7 uffici commerciali. Complessivamente impiega 1.049 dipendenti. 
Al Teatro Coccia di Novara, alla presenza dei più importanti player nazionali e internazionali, ha presentato questa nuova strategia, comunicando anche un investimento di oltre 5 milioni di euro in tecnologia, che ci permetterà di assorbire una crescita di circa il 30% nei prossimi 3 anni, concretizzando il motto aziendale “Crescere sempre e comunque”.

(riproduzione riservata)