Share |

Coronavirus: entrano in scena i tessuti ViroFormula per proteggerci grazie alla tecnologia Viroblock di HeiQ

Albini Group presenta materiali all’avanguardia per impedire la diffusione di virus e batteri nocivi. Un ulteriore passo avanti per ridurre il rischio e la velocità di contaminazione e trasmissione


15/05/2020

“Nel periodo critico e incerto in cui ci troviamo oggi abbiamo deciso di non fermarci: al contrario abbiamo continuato a lavorare su nuove soluzioni e prodotti, sempre pronti ad affrontare nuove sfide” ha spiegato Stefano Albini, presidente del Gruppo Albini. “In questo contesto abbiamo sviluppato i tessuti ViroFormula, che assicurano protezione attiva da virus e batteri”
Da oltre 140 anni ricerca e innovazione sono infatti elementi caratterizzanti e strategici di Albini Group; ogni fase della produzione di un tessuto si trasforma in un’opportunità per innovare. 
In aggiunta alla nostra ampia proposta di tessuti performanti, abbiamo voluto creare una nuova categoria di prodotti, unica nel suo genere: i più bei tessuti al mondo con la capacità di proteggerci dai virus” – ha detto a sua volta il direttore creativo Fabio Albini. “Anche se in un momento difficile, ci siamo lasciati ispirare dal mondo intorno a noi per studiare una soluzione creativa e innovativa, che risponde ai bisogni dei nostri clienti. Per indossare un futuro migliore adesso”. 
E ancora: “Siamo entusiasti che Albini, leader nella produzione di tessuti di alta qualità per l'industria della moda, stia unendo le forze per creare capi più resistenti ai virus per aiutare a combattere la pandemia globale di Covid-19”, ha ribadito Carlo Centonze, co-fondatore e Group Ceo di HeiQ. 
Ricordiamo che Albini Group è da sempre in prima linea nello studio di nuove soluzioni, ed è con questo spirito che nel 2019 ha inaugurato Albini Next, il Think Tank nato per guidare il cambiamento nel tessile, fondato sull’evoluzione del know-how e su partnership industriali e accademiche. È anche grazie alla collaborazione con HeiQ, azienda svizzera leader nell'innovazione tecnologica in campo tessile, che sono nati i tessuti ViroFormula, che proteggono da virus e batteri sfruttando una tecnologia all’avanguardia. 
La tecnologia che sta alla base di questo trattamento permette la protezione da batteri e virus, tra cui i Coronavirus. Gli elementi chimico-tessili sono utilizzati per distruggere il virus in pochi minuti attraverso la combinazione in attesa di brevetto di una tecnologia della vescicola grassa (liposomi), che distrugge i virus esaurendo la membrana virale nel suo contenuto di colesterolo, dopo che gli stessi sono stati bloccati da ulteriori tecnologie a base d’argento che attivano reazioni antivirali ad alto spettro attraendo i virus e legandosi permanentemente ai loro gruppi zolfo. 
I tessuti ViroFormula sono stati creati pensando al mondo dell’abbigliamento a 360°, dai pesi camiceria fino alle basi più strutturate, rendendoli ideali per la produzione di camicie, casacche, giacche e pantaloni, ma anche di mascherine, camici e ogni altro indumento. L'effetto del finissaggio tessile dura fino a 30 lavaggi. 
Inoltre, i prodotti utilizzati nel trattamento ViroFormula sono stati accuratamente testati per la sicurezza delle persone e sono stati identificati come dermatologicamente non irritanti, innocui per la pelle e per il corpo e per la sostenibilità ambientale. 
“Questo progetto sui tessuti anti-virali si inserisce in un percorso di innovazione che portiamo avanti da anni con l’obiettivo di superare le barriere e tracciare nuove frontiere nel tessile, anche grazie al nostro Think Tank Albini Next. Perché per noi innovare significa interpretare il futuro, per migliorare il nostro presente” ha concluso Stefano Albini.

(riproduzione riservata)