Share |

Covid-19: una ricerca di MobileIron indica che l’80% dei dipendenti non intende tornare in ufficio a tempo pieno


07/10/2020

Riccardo Canetta

MobileIron, con la piattaforma di sicurezza mobile-centric per l’Everywhere Enterprise, ha reso noti i risultati di un nuovo sondaggio, secondo il quale oltre l'80% delle persone non vorrebbe tornare a lavorare in ufficio a tempo pieno, nonostante un dipendente su tre (30%) abbia affermato che ritrovarsi separato dal proprio team sia stato il maggiore ostacolo alla produttività durante il lockdown. 
La pandemia Covid-19 ha chiaramente accelerato il trend al lavoro a distanza. Ciò ha anche creato nuove minacce di sicurezza per i reparti IT, poiché i dipendenti utilizzano sempre di più i propri dispositivi personali per accedere ai dati e ai servizi aziendali. Alle criticità poste dalla nuova “Everywhere Enterprise” - in cui dipendenti, le infrastrutture IT e clienti sono ovunque - si aggiunge il fatto che i collaboratori non considerano prioritaria la sicurezza. L’indagine ha infatti rilevato che un terzo dei lavoratori (33%) considera la sicurezza informatica un tema di minore priorità.
L'attuale ambiente di lavoro da remoto ha innescato anche un nuovo panorama di minacce, con malintenzionati che prendono di mira sempre di più i dispositivi mobile con attacchi di phishing. Questi attacchi, dai più semplici a quelli più sofisticati, hanno buone probabilità di successo, pur considerando che molti dipendenti sono inconsapevoli di come identificare ed evitare un attacco di phishing. Lo studio ha rivelato che il 43% dei dipendenti nel mondo non è in grado di riconoscere un attacco di phishing. 
“I dispositivi mobile hanno accesso a tutto, ma la maggior parte dei dipendenti dispone di misure di sicurezza inadeguate che consentono agli hacker di continuare ad avere successo”, ha affermato Riccardo Canetta, Regional Sales Director, Mediterranean Area di MobileIron. “Gli hacker sanno che le persone utilizzano liberamente i loro dispositivi mobile oggi insicuri più che mai, per accedere ai dati aziendali e li prendono di mira sempre più spesso con attacchi di phishing. Ogni azienda dovrebbe implementare una strategia di sicurezza incentrata sui dispositivi mobile che dia la priorità alla User Experience e consenta ai dipendenti la massima produttività su qualsiasi dispositivo, ovunque e senza compromettere la privacy personale”. 
Per la cronaca MobileIron sta ridefinendo la sicurezza aziendale con la prima piattaforma di sicurezza mobile-centrica del settore per l’Everywhere Enterprise. In questo modello i dati aziendali fluiscono liberamente attraverso i dispositivi e i server in-the-cloud, consentendo ai lavoratori di essere produttivi ovunque debbano lavorare. Per proteggere l'accesso e proteggere i dati dell’impresa senza perimetro, MobileIron sfrutta un approccio Zero Trust, che presuppone che i malintenzionati siano già presenti nella rete e che l'accesso sicuro sia determinato da un modello "never trust, always verify" (non fidarti mai, verifica sempre). 
La piattaforma di MobileIron combina le funzionalità leader del settore per la gestione unificata degli endpoint (UEM) con l'autenticazione multi-fattore senza password (Zero Sign-On) e la difesa dalle minacce mobili (MTD) per convalidare il dispositivo, stabilire il collegamento degli utenti, verificare la rete e rilevare e correggere le minacce per garantire che solo gli utenti, i dispositivi, le applicazioni e i servizi autorizzati possano accedere alle risorse aziendali in un modello "lavoro da ogni luogo". Oltre 20.000 organizzazioni, tra cui le più grandi istituzioni finanziarie del mondo, agenzie di intelligence e altre società specializzate, hanno scelto MobileIron per consentire un'esperienza utente sicura e senza soluzione di continuità nell'impresa Everywhere Enterprise.

(riproduzione riservata)