Share |

Il Festival di Sanremo: 70 anni di storie, canzoni, cantanti e serate

Un viaggio nel tempo, nella musica e nella storia firmato da Eddy Anselmi, una autorità in materia che non lascia nulla al caso


27/01/2020

di Catone Assori


Sino a sabato 8 febbraio il teatro Ariston ospita la settantesima edizione del Festival di Sanremo condotta da Amadeus, il quale ne è anche il direttore artistico. Una memorabile manifestazione che vede la partecipazione di un variegato parterre di figure femminili. Ad esempio Laura Chimenti, Antonella Clerici, Emma D’Aquino, Rula Jebreal (sulla quale si sono concentrate non poche polemiche), Diletta Leotta, Sabrina Salerno e Mara Venier (presente nella serata finale). 
Per la cronaca questa edizione, che vede il ripristino della sezione “Nuove proposte”, è orchestrata da Marco Vicario, che ne aveva già curato la regia nel 2004, nel 2005, nel 2009 e nel 2012, mentre la scenografia è affidata ancora una volta a Gaetano Castelli, storica figura che però mancava dalle scene dal 2012. Un’ultima annotazione: il vincitore della sezione Campioni rappresenterà l’Italia, anche quest’anno, all’Eurovision Song Contest che si terrà a Rotterdam, nei Paesi Bassi.  
Un dovuto preambolo di cronaca, il nostro, per introdurre un pregevole lavoro firmato da Eddy Anselmi, giornalista e autore televisivo, nonché conduttore radiofonico e autore televisivo, coordinatore di comunicazione e di immagine (suo ad esempio l’Almanacco Panini del Festival di Sanremo), nato a Bologna il 16 novembre 1969. Il quale, dopo gli studi in Diritto e Scienze internazionali fra Europa e Stati Uniti, si sarebbe dedicato con passione alla storia della musica leggera e del costume. 
Un ambito, quest’ultimo, che lo ha visto dare alle stampe, per i tipi della De Agostini, a un intrigante lavoro intitolato Il Festival di Sanremo - 70 anni di storie, canzoni e serate (pagg. 702, euro 19,90), in altre parole una vera e propria antologia - arricchita da 24 pagine centrali di fotografie spalmate fra passato e presente - su quanto è successo sul palco, nel parterre, dietro le quinte e non solo di questa manifestazione unica al mondo. Arricchendola di curiosità e aneddoti, spesso inediti, legati ai protagonisti, ma anche alle mancate partecipazioni, alle canzoni bocciate o magari ripescate a distanza di un anno. Con la curiosità al seguito di motivetti scartati che si sarebbero ugualmente imposti sul mercato in maniera clamorosa. 
Insomma, un lavoro da acquistare, da leggere e da conservare in biblioteca. Nella cui introduzione l’autore si interroga su cosa spinge milioni di italiani a sacrificare ogni anno una settimana di mezza stagione davanti alla televisione, sopportando interruzioni pubblicitarie, intermezzi comici non sempre divertenti, rivalità fra vallette e noiosi dibattiti su listini pubblicitari e indici di ascolto. Un contesto a futura memoria, nel senso che le canzoni del Festival hanno tutto per rimanere nella nostro vissuto. E allora, si domanda Eddy Anselmi, perché non dovremmo dare a ogni Festival l’occasione di entrare nella colonna sonora della nostra vita? Perché Sanremo è Sanremo. 
Facciamoci quindi carico di questo viaggio nel tempo, nella musica, nella storia, nei ricordi e nelle emozioni, che si snoda attraverso un filo conduttore che parte dalla prima volta nel 1951 per concludersi all’edizione dello scorso anno. Raffrontandoci con un racconto allargato “a tutto - ma proprio tutto - quello che c’è da sapere sul Festival più amato dagli italiani: le serate, le canzoni, gli autori, gli interpreti, le classifiche, i vincitori e i vinti, la televisione, i presentatori e i dietro le quinte. Per non parlare di quel Sanremo d’Europa che è l’Eurovision Song Contest” e senza trascurare quel che è successo negli ultimi anni: ovvero l’esplosione del fenomeno anche sui social. 
Insomma, una vera e propria Bibbia per tutti gli appassionati di musica leggera, televisione e cultura pop. Da consultare magari nel momento del bisogno, quando arriva qualche dubbio ad attanagliarci e la memoria non sembra intenzionata a darci una mano.

(riproduzione riservata)