Share |

La Madonna della Ghiara continua a fare... miracoli

Tre artisti reggiani hanno donato una loro opera per finanziare gli eventi del IV centenario dell’inaugurazione della Basilica


01/07/2019

Con una buona dose di lungimiranza e con l’aiuto della cittadinanza e di tre artisti reggiani, Gino Farina, coordinatore del Comitato per le Celebrazioni dei 400 anni della traslazione miracolosa della Vergine della Basilica di Reggio Emilia, ha organizzato nel Chiostro della Ghiara una cena di raccolta fondi per celebrare degnamente questo grande anniversario. Tre artisti reggiani di fama internazionale hanno messo a disposizione dell’iniziativa la loro arte e l’incasso della serata di 10 mila euro è stato messo a disposizione del Comitato per finanziare gli eventi del centenario e faciliterà il proseguo dell’impegnativo programma celebrativo iniziato il 28 aprile scorso e che si concluderà il prossimo 8 dicembre. 
«Siamo molto soddisfatti perché con la somma ricavata potremo dare ancor più forza alle iniziative che abbiamo organizzato per celebrare degnamente questo importante anniversario», ha dichiarato Gino Farina, Coordinatore del Comitato per le Celebrazioni, che ha poi ringraziato i tre artisti che, per l’occasione, hanno donato alcune loro opere. Si tratta di Alfonso Borghi, Enrico Magnani e Mario Pavesi, i cui lavori sono andati ai fortunati vincitori della lotteria organizzata nel corso della serata. 
Alfonso Borghi, pittore astrattista di formazione novecentesca, ha donato l’opera Crepuscolo, una tecnica mista su tela. Enrico Magnani, artista che, sulla scia degli studi psicoanalitici di Gustav Jung, utilizza la pittura come analisi dei significati rivestiti dai simboli, ha offerto la sua opera Yin-Yung n.10 (Il Miracolo della Vergine), una tecnica mista su tela con oro. Infine, lo scultore Mario Pavesi, di ispirazione michelangiolesca, ha messo a disposizione della serata la sua opera Solidarietà, una scultura in bronzo. 
Presenti alla serata le personalità di Reggio Emilia, tra le quali i Presidenti e i Soci dei Club Service Rotary e Lions della Città e della provincia, che hanno collaborato attivamente alla realizzazione e organizzazione della serata. Ad essi si sono uniti i Presidenti ed i Soci di altri Club Service quali Soroptimist, Zonta, Dante Alighieri, Fornelle, Delegazione FAI, Insieme per i Musei e Panathlon, oltre a singoli cittadini. 
Un ringraziamento particolare è andato al professor Massimo Mussini, che supervisiona tutti i momenti culturali delle celebrazioni, e a Stefania Bondavalli, noto volto televisivo di Reggio Emilia che, malgrado i suoi numerosi impegni, non ha esitato ad accettare l’invito   a rendere più piacevole la serata.

(riproduzione riservata)