Share |

La lunga vita pubblica e privata di Sua Maestà Elisabetta II

La giornalista Lavinia Orefici racconta la storia, le curiosità, gli affetti e i segreti della regina più amata del mondo


09/11/2020

di Tancredi Re


Così come la grande Regina Vittoria contraddistinse un’epoca aurea per il Regno Unito e d’Irlanda, anche la Regina Elisabetta II passerà certamente alla storia per essere stata non soltanto un’icona internazionale, ma la sovrana più amata di tutti i tempi sia nel Regno Unito che nel Commonwealth (l’organizzazione intergovernativa di 54 Stati indipendenti, tutti accomunati dalla passata appartenenza all’Impero britannico, che conta due miliardi di persone), ma anche nel resto del mondo. 
Elisabetta II (Lilibet per gli affetti più cari) sembra intramontabile, peraltro con la sua famiglia fonte inesauribile di gioie ma anche di dispiaceri, ed il ruolo di Capo di uno Stato tra i più influenti, autorevoli e potenti della storia moderna e contemporanea. 
Lavinia Orefici, nel libro Elisabetta II: dalla A alla Z (Piemme, pagg. 389, euro 18,50), racconta la vita pubblica e privata di questa sovrana impareggiabile, che ha mantenuto salde nelle mani le redini della famiglia e della monarchia inglese, sempre fedele ai suoi valori e alle sue tradizioni. 
È la più longeva monarca. Si pensi che a oggi, il suo regno è il più lungo di tutta la storia britannica, avendo superato il 9 settembre 2015 il precedente record detenuto dalla sua trisavola Vittoria di 63 anni, 7 mesi e 2 giorni: nessun’altra regina è stata sul trono per così tanto tempo. 
Durante il suo regno ha visto passare quattro Papi e 14 Primi ministri: da Winston Churchill, vincitore della Seconda guerra mondiale a Boris Johnson, il falco della Brexit, passando per la Lady di Ferro, Margaret Thatcher. 
Durante il suo regno ha inoltre assistito a importanti cambiamenti tra i quali la devoluzione del potere nel Regno Unito, la vicenda del rimpatrio della costituzione canadese e la decolonizzazione in Africa con il rafforzamento del Commonwealth delle nazioni di cui è Capo. 
Ha attraversato momenti esaltanti ma anche tragici (la Seconda guerra mondiale, lo sciopero dei minatori del 1984-85 contro la chiusura dei giacimenti carboniferi, la guerra delle Falkland combattuta contro l’Argentina, fino alla pandemia di questi mesi che hanno messo in ginocchio il Regno Unito) che avrebbero messo a dura prova la tempra di chiunque altro, ma non di questa figura carismatica che, in ogni circostanza, anche in quelle più imbarazzanti (dalle gaffe del marito Filippo agli scandali che hanno coinvolto la famiglia reale: dall’amore “impossibile” fra la sorella Margaret e il colonnello Townsend ai tradimenti vicendevoli fra Andrea e Sarah Ferguson, dal triangolo tra Carlo, il primogenito, la prima consorte Diana Spencer, principessa di Gallese Camilla Parker Bowles, duchessa di Cornovaglia, prima amante e poi sua seconda moglie, alle clamorose scelte di Harry e Meghan, di rinunciare al loro ruolo per vivere una vita da “borghesi”) ha sempre tenuto un contegno inappuntabile, un aplomb esemplare, un’ammirevole dignità. 
Giornalista professionista, dal 2016 fa parte delle redazioni di Matrix e Mattino Cinque dove si è occupata prevalentemente di costume, jet set e dinastie reali, fino a condurre su La5 gli speciali della famiglia Windsor, Lavinia Orefici in questo volume racconta la storia, le curiosità, gli affetti e i segreti di Sua Maestà. 
Ne viene fuori un ritratto vivo, accattivante, divertente e intrigante di Elisabetta II, che ci aiuta a comprendere perché questa sovrana, nonostante abbia imposto l’osservanza scrupolosa e rigida di un’anacronistica etichetta, sia così amata nel mondo.

(riproduzione riservata)