Share |

MP Filtri, campione del business con un "cuore sociale"

Boom del fatturato per la multinazionale italiana leader nella filtrazione nel settore oleodinamico. Nel 2017 crescita dal 5 al 20% in vari Paesi del mondo grazie a una strategia che punta sulla ricerca


30/10/2017

Giovanni Pasotto

 “Cucire” il prodotto sulla base delle richieste del cliente, garantire qualità e affidabilità, essere sempre un passo avanti nella tecnologia sono caratteristiche che hanno determinato il successo e la rapida affermazione sui mercati internazionali di MP Filtri, multinazionale italiana specializzata in prodotti per la filtrazione nel settore oleodinamico. Oggi, alla seconda generazione, con soli 53 anni alle spalle, l’azienda milanese guidata da Giovanni Pasotto, amministratore delegato, è riuscita a imporsi in un settore con player internazionali agguerriti, e nel 2017 ha incrementato il fatturato in modo sensibile in tutti i Paesi in cui è presente: rispetto al 2016 l’aumento è stato del 5% in Italia e Germania, del 10% in UK e USA, dell’8% in Francia e addirittura del 20% in India e del 15% in Russia. 
La ricerca rappresenta la priorità della strategia di MP Filtri, che in questo campo investe ogni anno quasi 1 milione di euro. Il cuore pulsante dell’azienda è il laboratorio di 1.200 mq della sede principale di Pessano con Bornago (Milano), un centro all’avanguardia costato 2,5 milioni di euro dove vengono eseguiti ricerche e test in condizioni estreme per perfezionare e definire nuovi prototipi con caratteristiche tecniche d’avanguardia. 
Un accordo di collaborazione con il Politecnico di Milano ha consentito di definire i nuovi filtri sulle linee di ritorno, utilizzati per proteggere i circuiti idraulici dalla contaminazione presente nei fluidi in conformità alle normative internazionali ISO 4406. 
Le novità del 2017 sono le nuove serie MPFX e MPTX. Queste soluzioni, denominate MYclean, consistono in un esclusivo profilo dell’elemento filtrante e del contenitore con guarnizione dedicata, prodotti per i quali è stata depositata una domanda di brevetto in diversi paesi. 
Obiettivo di queste domande è realizzare prodotti di alta qualità e resistenza, in grado di ridurre al minimo le sostituzioni con pezzi di ricambio non originali. 
I risultati di questa strategia si vedono nei termini di un fatturato superiore ai 50 milioni di euro. Inoltre, la competitività di prodotto ha consentito a MP Filtri di fidelizzare la clientela e di entrare da protagonista in un settore molto difficile. 
L’azienda milanese ha anche un’anima sociale, che ha mostrato in alcune sue iniziative, come quella a sostegno di Inter Campus, progetto che dal 1997 realizza interventi di cooperazione a lungo termine attraverso 28 programmi nel mondo e che utilizza l’attività sportiva del calcio come strumento educativo per restituire il “diritto” al gioco a più di 10.000 bambini. Questo diritto, insieme a quello all’istruzione e alle cure sanitarie, è indispensabile per una crescita serena. Troppo spesso, infatti, nei Paesi a forte disagio economico i bambini sono privati dell’infanzia e costretti a svolgere i lavori degli adulti. Per questo, l’azienda è partner e sponsor dal 2016 del progetto in Uganda. 
La sensibilità dell’Amministratore Delegato verso le tematiche di tipo sociale è talmente forte che anche dal punto di vista locale interviene per aiutare le persone anziane e i giovani sul proprio territorio. MP Filtri è sponsor principale della squadra di bocce A.S.D Bocciofila Caccialanza, che funge da forte aggregatore sociale per le fasce d’età avanzata. Questo sostegno rappresenta per l’azienda un dovere che sente proprio, perché della squadra fanno parte anche molti degli ex dipendenti, cui MP Filtri vuole dare così un importante riconoscimento. 
A testimonianza del proprio impegno verso i giovani che amano lo sport, MP Filtri è sponsor principale anche di una squadra ciclistica composta da 50 atleti circa (sia amatori che agonisti di alto livello), che partecipano a corse di “gran fondo” con buoni risultati. Anche questo sport è storicamente parte della vita di MP Filtri ed è anche una passione personale dello stesso Giovanni Pasotto. 
Infine, l’azienda supporta una squadra di basket locale, ASD Basket Carugate, fortemente impegnata nelle attività giovanili: 6 gruppi minibasket, 7 squadre giovanili, circa 250 atleti tesserati (la prima squadra femminile è in serie A2).

(riproduzione riservata)