Share |

Mostra-omaggio ad Aldo Borgonzoni

Si potrà visitare fino al 10 gennaio presso l’Antica Osteria Il Truciolo di Altedo (Bologna)


05/11/2018

Protagonista dell’arte italiana del secondo dopoguerra, Aldo Borgonzoni (Medicina 1913 - Bologna 2004) ha rappresentato, da una dichiarata posizione di impegno culturale e politico, temi significativi: dal ciclo degli “Orrori della guerra” a quello dedicato alle mondine, al mondo contadino e alle periferie urbane, dalla riflessione sulla fede e sul ruolo sociale della Chiesa, che gli ispirò la stagione del “Concilio Vaticano Secondo”, all’elegiaca visione virgiliana e la fine del mondo contadino arcaico, fino alle tematiche connesse alle nuove frontiere dell’uomo contemporaneo, dalla conquista dello spazio alla civiltà dell’informazione e “Le maschere del potere”. 
L’esposizione presenta una selezione di opere del Concilio, in particolare sarà esposta una significativa tela del 1972 “Personaggi CTA” e altre ispirate al mondo contadino, tra cui alcune “Mondine”, figure tipiche dell’arte borgonzoniana, molto amate dal collezionismo. 
La mostra è realizzata con la collaborazione dell’Archivio & Centro Studi Aldo Borgonzoni e di Martini Casa d’Aste di Brescia, organizzata da Mattia Farnè, è accompagnata da un catalogo a cura di Daniela Bellotti, con introduzione di Giorgio Tonelli dal titolo “Il Concilio Vaticano Secondo e la Pianura Padana nel cuore del pittore”. 
Sponsor della mostra Bio-on SpA, azienda del territorio bolognese, leader mondiale nella produzione di poliesteri biodegradabili.

(riproduzione riservata)