Share |

Nonostante i dati in leggero calo - complice l'andamento dei mercati finanziari - la Banca Popolare di Sondrio si è dimostrata nel 2018 creatrice di valore


12/02/2019

Il Consiglio di amministrazione della Banca Popolare di Sondrio, società cooperativa per azioni, ha approvato i dati preliminari consolidati, economici e patrimoniali, dell’esercizio 2018, che hanno evidenziato un utile netto consolidato pari a 110,8 milioni di euro. Un risultato che, seppure in calo rispetto allo scorso anno, mostra la resilienza del Gruppo e l’immutata capacità di produrre valore nel tempo e autofinanziare la propria crescita. Un risultato che ha risentito significativamente delle incertezze del quadro congiunturale nonché dall’andamento dei mercati finanziari, ma è stato influenzato positivamente dal dividendo straordinario di Nexi Spa pari a 20,8 milioni, mentre è stato penalizzato per 32,2 milioni dai contributi finalizzati alla stabilizzazione del sistema bancario. 
Che altro? La redditività del capitale si è posizionata al 4,4%; il Cet1ratio phased in si è attestato al 12,03%, in crescita di 43 punti base rispetto all’11,60% del 2017; gli indicatori di liquidità di breve e medio periodo si sono posizionati su valori di assoluta tranquillità, ben superiori al 100%; famiglie e imprese hanno usufruito di nuova finanza per oltre 2.500 milioni di euro; la raccolta diretta è ammontata a 31.063 milioni di euro rispetto ai 31.634 milioni di euro del periodo di confronto (-1,8%); quella indiretta si è invece attestata, in lieve incremento (+0,2%), a 30.182 milioni di euro rispetto a 30.119 milioni di euro. Inoltre i crediti deteriorati lordi sono diminuiti di 109 milioni, mentre il personale, principale asset aziendale, è ammontato a 3.254 unità, grazie a 206 nuove assunzioni. 
E ancora: le commissioni nette da servizi hanno evidenziato una dinamica positiva, attestandosi a 315,7 milioni, +3,5%, in particolare grazie al buon andamento di quelle derivanti dal collocamento di prodotti del risparmio gestito e assicurativi, nonché di quelle legate alla gestione dei conti correnti e ai servizi di incasso e pagamento. A loro volta i dividendi incassati sono stati pari a 29,1 milioni, in significativo incremento dai 5,5 milioni di euro del 2017, grazie soprattutto alla contabilizzazione di un dividendo straordinario pari a 20,8 milioni. 
Va rilevato, infine, che la compagine sociale è attualmente formata da 170.083 soci.

(riproduzione riservata)