Share |

Palumbo Group entra ufficialmente nel SYBAss in occasione del proprio cinquantesimo anniversario di vita


20/04/2017

Palumbo Group ha annunciato il suo ingresso ufficiale nel SYBAss (Superyacht Builders Association), l’associazione che raggruppa i più importanti costruttori al mondo di superyacht, sia a motore che a vela. I suoi obiettivi sono molteplici e di diversa natura: SYBAss gioca infatti un ruolo fondamentale nello sviluppo delle normative riguardanti la sicurezza e l’impatto ambientale, lavora per lo sviluppo professionale dell’industria dei superyacht in tutto il mondo e ne monitora l’impatto sull’economia. Tra i requisiti di ammissione a SYBAss, i membri devono avere costruito almeno tre yacht oltre i 40 metri di lunghezza negli ultimi dieci anni e più del 50% della produzione complessiva deve includere yacht oltre i 40 metri di lunghezza. 
Tornando al dunque, l’importante traguardo è giunto esattamente a cinquant’anni dalla nascita dell’azienda, che iniziò la sua attività come carpenteria di supporto al mercato locale di riparazione navale proprio nel 1967.
Oggi Palumbo Group, caratterizzato da un forte approccio familiare, è tra i principali protagonisti mondiali nel campo dello yachting e della cantieristica navale. La sua reputazione nel mondo degli yacht di lusso continua a crescere sia nell’ambito della costruzione sia in quello del refitting e delle riparazioni.
Grazie a sette cantieri nel Mediterraneo e nell’Est Atlantico, una sede di rappresentanza a Monaco e un team di qualificati professionisti, Palumbo Superyachts (divisione Refit e Repair) è in grado di offrire supporto alla propria clientela con un’ampia gamma di servizi integrati e puntuali.
In particolare, la divisione “new build” che ha operato col marchio Columbus Yachts dal 2008, ha recentemente accolto ISA Yachts nel gruppo, uno dei brand internazionali più famosi nell’industria dei superyacht.
«Essere diventati membri del SYBAss - ha dichiarato Giuseppe Palumbo, Ceo del Gruppo - rappresenta un risultato che premia la passione e la determinazione che hanno caratterizzato i nostri 50 anni di attività, così come l’attenzione e gli alti standard che perseguiamo nell’interesse dell’industria e dell’ambiente».
Per la cronaca ricordiamo che, grazie alla realizzazione del proprio sistema di propulsione ibrido, Columbus Yachts è stato il primo cantiere nel mondo dell’industria nautica del lusso a ottenere nel 2014 la certificazione RINA Hybrid Propulsion (Electric Motor & Shaft Generator).
Inoltre il primo yacht varato nel 2011, M/Y Prima, è stato un 54 metri. Il 2013 ha visto invece il lancio della prima unità Sport Hybrid 40m M/Y Eleonora III, che si è aggiudicata ben tre 2013 Showboats Design Award. Nel 2015 è stato varato M/Y Divine, sister-ship di Eleonora III, che ha ottenuto la menzione speciale Naval Architecture aI 2016 Showboats Design Awards.

(riproduzione riservata)