Share |

Sei un attore di colore? Allora gli incassi saranno assicurati

Cinema e tv optano sempre più per queste star, che sembrano essere più apprezzate dal pubblico di grandi e piccini


03/09/2018

di Carla Albertini


Sarà l’attore francese Omar Sky a interpretare Arsenio Lupin, il ladro gentiluomo più famoso del mondo, per il nuovo progetto di Netflix. Un adattamento contemporaneo del celeberrimo personaggio nato dalla penna di Maurice Leblanc, che per la prima volta sarà di colore. Sì, avete capito bene: un Arsenio Lupin di colore. Ma non solo. Anche Hermione, celebre personaggio femminile di Harry Potter, è stata di recente interpretata a teatro, nello spettacolo Harry Potter and the Cursed Child, andato in scena a Londra, da un’attrice dalla pelle nera: Noma Dumezweni, subentrata >idealmente all’attrice inglese, e bianca, Emma Watson. 
Stravaganze del mondo dello spettacolo? Volontà di vincere l’apartheid? Non proprio o comunque non solo, almeno a giudicare dagli incassi che queste star di colore riescono a garantire alle case di produzione che le scelgono. 
Strategie di marketing, quindi, che fanno fruttare un bel po’ di quattrini. Il primo fu Black Panther, alias Chadwick Boseman, che ha incassato 1,2 miliardi di dollari, record assoluto al botteghino nordamericano. Da lì, cinema e tv non si sono più fermate. 
Sarà un’afroamericana, di cui ancora non è stata resa nota l’identità, ad interpretare, nel remake della serie Buffy l’Ammazzavampiri, il ruolo di Buffy, che fu della biondissima Sarah Michelle Gellar. E anche i cartoni animati non sono da meno. L’Uomo Ragno, in arrivo a dicembre nei cinema, vedrà il coinvolgimento del personaggio Spider Man Noir: nero non soltanto nella divisa, ma anche nel colore della pelle, perché avrà il volto di Miles Morales. 
I puristi, tuttavia, storcono il naso. Ma si sa: formula che vince non si cambia!

(riproduzione riservata)