Share |

Un caloroso addio ad Alfredo Ettore Mignini, un grande "condottiero"


17/02/2021

di Mario Pinzi


Si è spento Alfredo Ettore Mignini, Presidente di G.I.Ma. Spa. 
Non c’è più, ma rimane fra noi che lo abbiamo amato e stimato. 
E’ una dolorosa perdita, non solo per chi l’ha conosciuto, ma per l’Italia intera. 
Alfredo Ettore Mignini è stato, infatti, un fuoriclasse dell’industria manifatturiera italiana e la sua carriera rappresenta una pietra miliare del Made in Italy. 
Senza di lui l’industria italiana ha perso un solido punto di riferimento e la cosa grave è che le nuove generazioni di imprenditori non avranno più la possibilità di provare ad imitarlo. 
Io mi sono sempre sentito onorato di scrivere per lui. Le sue considerazioni sul sistema politico italiano mi facevano pensare e sorridere; a volte mi lasciavano di stucco. 
I suoi commenti erano estremamente lucidi: con poche parole sapeva sintetizzare la verità e spesso lo faceva con una sottile ironia. 
La sua cordialità spingeva le persone a dare sempre di più e meglio e questo è un merito che pochi imprenditori possono vantare. 
Quando ci incontravamo, ci scambiavamo battute divertenti su quello che stava accadendo nel mondo. L’ultima volta che lo vidi fu in occasione della donazione al Governatore della Regione Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini, per l’assistenza agli ammalati in ospedale di Covid-19. 
Purtroppo, quando muore una persona come lui ci si sente persi, ma il suo spirito lo ha reso immortale, perché si muore solo quando si muore nel cuore degli altri.

(riproduzione riservata)