Share |

Xylella e dintorni: Centinaio pronto a varare misure a sostegno dell'olivocolutura

Secondo il ministro, sono in arrivo emendamenti blindati nel decreto legge sulla semplificazione


14/01/2019

di Artemisia


In arrivo emendamenti blindati nel decreto legge semplificazione per dichiarare lo stato di calamità naturale per le gelate e per avviare una serie di interventi per combattere seriamente e velocemente la xylella. Il decreto ministeriale sarà portato in Conferenza Stato-Regioni il 25 gennaio mentre Agea e Ismea, saranno coinvolti in un tavolo di concertazione per favorire interventi sul reddito degli agricoltori. È questo il risultato dell’incontro tra il ministro dell’Agricoltura Centinaio e i rappresentanti dei gilet arancioni, il Movimento nato per sensibilizzare il governo sui problemi del settore olivicolo, che quest’anno ha registrato il record al ribasso della produzione a causa del maltempo e della xylella. 
All’incontro hanno preso parte l’assessore all’agricoltura della Regione Puglia, Leonardo Di Gioia, i Presidenti nazionali di Confagricoltura, Cia, Agrinsieme, Confcooperative, i rappresentanti di Cgil, Cisl, Uil, ed i parlamentari delle commissioni Agricoltura di Camera e Senato. 
È stata fatta un’analisi dettagliata della situazione mettendo in evidenza il milione di giornate lavorative perse a causa delle gelate e della xylella e al termine della discussione è stata decisa la creazione di un tavolo di crisi interministeriale per dare risposte concrete al settore a cominciare dallo sblocco delle risorse del Piano di sviluppo rurale impantanato tra mille rivoli burocratici. “Il nostro Movimento non ha fini politici ma persegue solo un interesse: ridare dignità all’agricoltura e all’olivicoltura pugliese”, ha detto il portavoce dei gilet arancioni, Onofrio Spagnoletti Zeuli. 
Ha poi sottolineato che nonostante l’impegno del Governo, “la mobilitazione resta e i trattori continuano ad essere accesi in attesa dei primi atti concreti”. 
Intanto anche il presidente della Regione Puglia, Emiliano, che ha incontrato i gilet Gialli, si è impegnato ad aumentare le risorse del Patto per il Sud per cercare di far ripartire l'agricoltura e l'olivicoltura pugliesi. 
Secondo la Confagricoltura gli interventi futuri dovranno puntare oltre che sulla capacità produttiva anche sulla valorizzazione e tutela della alta qualità dell’olio nazionale e sulla sua promozione sui mercati. “Dobbiamo puntare ad una promozione adeguata e ad un incentivo ai consumi che sinora è mancato. Aspetti imprescindibili – ha detto Pantaleo Greco, presidente nazionale della Federazione olivicola di Confagricoltura – per un vero rilancio complessivo del comparto sulla scena sempre più complessa e competitiva del mercato oleicolo nazionale ed internazionale”. Essenziale è inoltre, la promozione e l’educazione alimentare al consumo di olio. Secondo Greco “occorre anche intervenire sulla proposta di riforma della PAC per inserire queste misure tra quelle ammissibili ai sostegni comunitari e adattare al meglio gli strumenti al comparto”.

(riproduzione riservata)