Share |

Prestigiosa commessa per Intergen


27 Maggio 2016

Intergen, divisione energia di IML Group, azienda italiana leader nel settore della cogenerazione e nella progettazione e realizzazione di gruppi elettrogeni per il settore Oil & Gas, ha vinto un’importante gara internazionale per la fornitura di gruppi elettrogeni di emergenza nell’ambito della realizzazione del Trans Anatolian Natural Gas Pipeline (TANAP). L’azienda con sede a Lomagna si è aggiudicata l’acquisizione della commessa di uno dei più ambiziosi progetti energetici degli ultimi decenni. L’obiettivo di TANAP consiste nella realizzazione di un nuovo hub di fornitura di energia attraverso la costruzione di un corridoio strategico che porterà il gas naturale dall’Azerbaijan, passando per la Turchia, fino ad arrivare in Europa, grazie alla connessione con la Trans Adriatic Pipeline (TAP).

(riproduzione riservata)

Houzz: nel 2016 segnali positivi anche per architetti e designer italiani


25 Maggio 2016

Houzz, la piattaforma online leader mondiale nell’arredamento, progettazione e ristrutturazione d’interni e di esterni, ha condotto un importante studio di settore a livello globale, in cui 8.700 professionisti di 13 Paesi, tra cui l’Italia, esprimono il livello di soddisfazione per l’attività svolta nel 2015 e le aspettative per l’anno in corso. Da una prima analisi, emerge che in Italia il 42% dei professionisti intervistati iscritti alla piattaforma ha registrato un aumento del reddito lordo durante lo scorso anno, mentre solo il 29% ha ottenuto anche un incremento nei guadagni. Quest’ultimo dato è stato influenzato dall’aumento dei costi sostenuti per esercitare il proprio business come indicato dal 38% degli intervistati. Queste percentuali vengono addolcite dalle aspettative e dall’ottimismo che gli italiani ripongono nel prossimo futuro. Oltre la metà (51%), infatti, ritiene che nel 2016 i profitti netti registreranno una crescita, mentre il 54% è convinto che nel 2016 aumenteranno anche i ricavi lordi. Il 13% si aspetta un aumento del 10-14%.

(riproduzione riservata)

Bilancio positivo per CESAC: fatturato a 57,5 milioni


25 Maggio 2016

Prosegue senza soste la crescita del CESAC, cooperativa aderente a Confcooperative e ad Apo Conerpo con sede a Conselice (Ravenna) e stabilimenti in provincia di Bologna e Ferrara. Sono infatti positivi i principali dati del bilancio 2015 del Centro Economico Servizi Agricoli. «Il fatturato – sottolinea il presidente Stefano Andraghetti (nella foto) – si è collocato sui 57,5 milioni di euro, il patrimonio netto ha superato i 3,8 milioni di euro, gli addetti hanno raggiunto le 242 unità (erano 200 nel 2014), i soci hanno superato quota 1.300. La produzione conferita si è attestata sulle 118.800 tonnellate, così suddivise: 77.000 tonnellate di cereali, 35.000 di orticole, di cui 18.000 di patate e 17.000 di cipolle, queste ultime pari al 63% dell’intera produzione del comprensorio bolognese e al 10% del raccolto nazionale. L’offerta di CESAC comprende poi anche 6.800 tonnellate di uva».

(riproduzione riservata)

Aziende idriche: migliorano gli indicatori economici


24 Maggio 2016

«Il settore idrico manifesta un sensibile miglioramento degli indicatori economici e finanziari tra il 2012 e il 2014. Questo fenomeno trova la sua spiegazione nelle novità di governance del settore, introdotte con l’assegnazione di un mandato di regolazione a un’autorità nazionale indipendente che ha conferito certezza ai flussi di cassa della tariffa e favorito un recupero delle tariffe rispetto ai costi del servizio. È dunque ora di pensare al consolidamento per raggiungere una scala finanziaria ed economica efficiente». È quanto emerge dallo studio di CRIF Ratings e Laboratorio REF Ricerche dedicato all’analisi economico-finanziaria delle principali 100 aziende italiane del settore idrico. Lo studio è stato condotto sulla base dei dati di bilancio di un campione di 95 società di gestione del servizio idrico integrato e delle quattro società quotate in Borsa che operano nel servizio idrico del nostro Paese.

(riproduzione riservata)

Migrazioni, crisi umanitarie e sicurezza: un ciclo di incontri del Mulino


23 Maggio 2016

La rivista Il Mulino ha messo a punto un ciclo di seminari dal titolo "Migrazioni, crisi umanitarie, sicurezza: l'Europa può cambiare in meglio?". Si tratta di quattro incontri che hanno lo scopo di mettere a fuoco alcuni degli aspetti più rilevanti della cosiddetta “crisi migratoria” e del ruolo svolto per farvi fronte dalle istituzioni europee. Il primo appuntamento (“Cos’è la crisi migratoria. Crisi migratoria, crisi umanitaria, o crisi delle politiche migratorie?”) è fissato presso la Biblioteca del Mulino a Bologna per la mattinata di lunedì 30 maggio, dalle ore 10 alle 13. Le relazioni introduttive sono affidate a Giuseppe Sciortino (Università di Trento) e Roberto Escobar (Università di Milano).

(riproduzione riservata)

Giugno, mese di sagre in provincia di Bologna


23 Maggio 2016

Con l'estate alle porte si moltiplicano sagre e feste per accoglierla un po' in tutte le località bolognesi, sia in pianura sia in montagna. L'elenco completo è su Top Quadrifoglio di Elisabetta Galletti (info@marketing-e.it).
Si comincia il 27 maggio con la “Settimana calderarese” a Calderara di Reno, fino al 5 giugno. Dall'1 al 6 “Quarto di Luna” a Quarto Inferiore con menù tradizionali. Tutti i mercoledì di giugno e di luglio, “Sere d'estate fresche di vino” a Dozza Imolese. Dall'1 al 21 giugno il parco del Cavaticcio di Bologna si animerà di stand gastronomici e musica. Nelle stesse serate, “Aemiliana” a San Pietro in Casale: un mese di musica, spettacoli, mostre e sport (informazioni: 366/3675551). “Castello in festa” a Bentivoglio il 2 giugno e dal 2 al 5 “Sagra delle crescentine” a Casalfiumanese; negli stessi giorni “Sagra della lasagna” a San Lazzaro di Savena. “Bimbi in festa” e “Olimpiadi del Reno” a Molinella dal 3 al 5 giugno, mentre tutti i venerdì di giugno a Ozzano Emilia sono previste serate con animazioni, mercatini e cibo di strada. Negli stessi venerdì, e anche in quelli di luglio, “Notti d'estate” a Monghidoro. Comincia la stagione delle ciliegie e Sasso Marconi la festeggia il 4 e 5 giugno. Nei medesimi giorni “Pegola in festa”, con menù di pesce, mentre a Labante di Castel d'Aiano, nel suggestivo contesto delle grotte e della cascatella, si terrà “Rock al Grot” (tel.: 051/6747047). Il 5 giugno “Festa del partigiano” a Castel del Rio. Notte bianca a San Lazzaro l'8 giugno e “Zola Jazz & Wine” la stessa serata a Zola Predosa. “Gnocco d'estate” il 10-11 e 18-19 giugno a Castello di Serravalle, mentre Castenaso festeggerà la birra dal 16 al 19 giugno. Dal 10 al 12 “Mangiando e ballando sotto le stelle” a Castel Maggiore, “Festa dell'Abbazia” a Monteveglio, “La notte celeste” a Porretta e “Sagra di Re Bertoldo” a San Giovanni in Persiceto (anche 17 e 18). Dal 10 al 13 giugno “Sagra di Viadagola”. L'11 “Notte celeste” a Castel San Pietro, la notte bianca a Vergato, “Ozono Festival” a San Lazzaro, “Festa dei sapori curiosi” a Casalecchio, dedicata alla lasagna (051/752472). Il 12 “Giornata verde” a Camugnano, il 15 “Notte blu” a Sasso Marconi, dal 16 al 19 “Sagra della raviola” ad Anzola Emilia. Giugno in festa a San Giorgio di Piano con il “Verde Piano” (28 e 29 maggio), “Corso dei fiori” (11 giugno) e “Festa della birra” (dal 16 al 19). Dal 17 al 19 “Microbo Beerfestival” a San Lazzaro e negli stessi giorni la “Fiera agricola del Santerno”. 18 e 19 “Fiera di Anzola”, solo il 18 “Cena da porta a porta” a Castello d'Argile, con una tavolata che andrà da porta Pieve a porta Bologna. Dal 18 al 30 “Borghi di vini” in diverse località (340/1841931). Antica fiera di Pian di Venola il 18 e 19 giugno, negli stessi giorni della “Festa del borlengo” a Rocca di Roffeno di Castel d'Aiano. “Sagra dell'arzdoura” ad Altedo 18-19 e 25-26. Il 19 “Solstizio d'estate” a Castello di Serravalle e “Carnevale estivo” a Pian del Voglio, oltre al “Raid del vino Pignoletto” a Zola Predosa. Imola si colora di mercoledì il 22 e il 29, più il 6 e il 13 luglio. Dal 23 al 28 giugno “Sagra di San Giovanni” a Zello di Imola e dal 23 giugno al 3 luglio “Birra sotto le stelle” a Malalbergo. “Festa di San Giovanni” a Pian del Voglio il 24 giugno, quando comincerà anche “Fiume di vino” a Prato di Fontanelice, così come la “Fira di Ai” a San Giovanni e la “Sagra di San Pietro Capofiume”, quella del tortello e dell'albicocca a Casalfiumanese, quella del maccherone al pettine a Pieve di Cento. Il 25 notte bianca dei borghi più belli d'Italia, con Dozza in primo piano, e nello stesso giorno “Solstizio d'estate” alla Stellina di Castenaso. “Naturalia” si terrà il 25 e 26 giugno a Crevalcore e sempre il 25 (fino al 3 luglio) si aprirà la “Festa di Pra' Preti” a Camugnano (347/8060886). Il 25 “Marzanotte” a Marzabotto, la “Corte della seta” a Minerbio (anche il 26), così come “La fera ed Sela” a Silla di Gaggio Montano. Sempre 25 e 26 “Sagra di San Giovanni” a Castel del Rio. Il 26 “Open Day del gusto” e “Festa della mietitura” a San Marino di Bentivoglio, e nella stessa giornata “Motoraduno d'epoca” a Pian del Voglio. Il 27 “Gala del Gusto” a San Giovanni in Persiceto.

(riproduzione riservata)

Sipcam-Oxon compie 70 anni di vita


23 Maggio 2016

Sipcam-Oxon, il primo Gruppo tra quelli di proprietà totalmente italiana e 15esimo nel ranking mondiale dell’agro-farmaco, compie 70 anni. Era il 5 marzo 1946 quando, in un ufficio nel centro di Milano, il dottor Emilio Gagliardini, persona dotata di importanti conoscenze in campo chimico e finanziario, fondò Sipcam (Società Italiana Prodotti Chimici per l’Agricoltura Milano). Nello stesso anno, la società acquistò una vecchia fabbrica a Pero, alle porte di Milano, dove sintetizzò la sua prima molecola: il professor Balbo Ciocca, laureato in chimica industriale e farmaceutica, aveva individuato un’innovativa route chimica per la produzione di esaclorocicloesano. Nel 1947 lo stesso professor Ciocca diventò azionista della società. Nacque così un sodalizio che continua tutt’oggi: la proprietà è infatti ancora delle famiglie Gagliardini e Ciocca. A 70 anni di distanza, il Gruppo è presente in tutto il mondo sia a livello industriale sia commerciale, con un fatturato aggregato stimato nel 2015 pari a 420 milioni di euro e con 800 dipendenti.


Nella foto: Nadia Gagliardini, presidente di Sipcam-Oxon

(riproduzione riservata)

Nuova personale di Visani al museo Marini di Pistoia


23 Maggio 2016

Prosegue incessante l'opera di Enrico Visani, pittore nativo di Marradi ma bolognese di adozione. Venerdì 27 maggio sarà inaugurata a Pistoia la sua nuova personale, che rimarrà aperta fino al 26 giugno al museo Marino Marini. La rassegna, intitolata “Nuovi appunti per una pace tradita”, compendia la più recente stagione artistica di Visani, dedicata al tema della pace, affrontato anche attraverso ritratti di Papa Giovanni, Nelson Mandela, Gandhi.
La prima mostra di rilievo di Visani risale al 1972, alla galleria “Le nuove muse” di Bologna, il cui catalogo fu presentato da Bruno Saetti. Nel 1975 la prima esposizione all'estero, a Salonicco. Entrato in contatto con protagonisti assoluti dell'arte italiana, come Manzù, De Chirico, Annigoni, Guttuso, fondamentale per il pittore bolognese fu l'incontro con Xanti Schawinsky, fra gli ultimi esponenti della Bauhaus.
Alla fine degli anni Settanta Visani avverte l'esigenza di una svolta, e il naturalismo lascia nelle sue opere il posto a una profonda interiorizzazione. Grazie all'incontro con Luciano Minguzzi espone alla prestigiosa galleria Forni di Bologna. L'attività all'estero si accelera in modo esponenziale, con personali ancora a Salonicco, e in Belgio, Cile, Perù, Venezuela, Argentina, Uruguay e Paraguay.
Nel 2012, cinquantenario della sua prima esposizione a Palazzuolo sul Senio, Visani ha realizzato una serie di mostre, come quella al museo civico di Montecatini e quella del Palazzo dei Vicari a Scarperia.
A Marradi, suo paese natale, è andata in scena una rievocazione in parallelo della sua attività pittorica e di quella del suo concittadino più illustre, il poeta Dino Campana.

(riproduzione riservata)

Savena e President si tuffano in piscina


19 Maggio 2016

Sta per essere riaperta la piscina olimpionica del Living Place Hotel (ex Novotel) di Villanova di Castenaso, in provincia di Bologna. Si tratta di uno dei più begli impianti sportivi dell'Emilia-Romagna, passato negli ultimi anni da una gestione all'altra per una serie di traversie.
Finalmente si è giunti a un accordo triennale con i nuovi gestori, che sono due: la società Savena Idice Srl per gli impianti sportivi e la President per la parte tecnica. Dall'8 maggio è tutta una corsa col tempo per ristrutturare un impianto che ha ormai più di trent'anni; è stato sostituito il dosatore di cloro per il trattamento dell'acqua; la vasca di otto corsie per cinquanta metri di lunghezza è stata trattata per essere resa pressoché stagna; rifatto totalmente anche l'impianto di illuminazione; gli spogliatoi sono stati rimessi in sesto da cima a fondo con un netto miglioramento delle condizioni igieniche.
Al nuoto libero saranno sempre riservate le corsie centrali, così come in quelle laterali quando libere da attività come idrobike e fitness; sono in programma anche corsi di nuoto. Ma, finalmente, dopo decenni di indecisioni, pare essere arrivato al dunque il grande progetto di coprire la piscina per la stagione fredda, con un salto di qualità decisivo che soddisferebbe la “fame” d'acqua delle numerose società di nuoto.
Per la stagione estiva la piscina sarà aperta dalle 8,30 (mezz'ora più tardi la domenica) alle 19,30 e l'ingresso costerà dodici euro (sette il ridotto fino ai 18 anni di età e dopo i 65). Sono previsti abbonamenti per più ingressi, per la pausa-pranzo e stagionali. L'affitto dei campi da tennis costa 16 euro l'ora. L'apertura, tempo permettendo, è prevista dall'ultimo week end di maggio alla fine di settembre. Informazioni: 051 533659 e 392 9810224.


S.V.

(riproduzione riservata)

Il biotech italiano fattura oltre 9 miliardi di euro


18 Maggio 2016

Continua la corsa del biotech italiano: con quasi 500 imprese attive e oltre 9.000 addetti, il fatturato globale supera i 9,4 miliardi di euro, con le previsioni che indicano un +12% al 2017 e un +18% al 2019. È quanto emerge dal Rapporto 2016 ''Le imprese di biotecnologie in Italia - Facts & Figures'', realizzato da Assobiotec in collaborazione con l'Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile (Enea). Gli investimenti in ricerca e sviluppo, pari a 1,8 miliardi di euro, incidono per il 25% sul fatturato delle imprese dedicate a ricerca e sviluppo biotech a capitale italiano, con punte fino al 40%. Il motore trainante rimane quello delle biotecnologie applicate alla salute, settore in cui opera il 53% delle imprese biotech italiane con un fatturato di 7,1 miliardi di euro e investimenti in ricerca e sviluppo pari a 1,4 miliardi di euro. La Lombardia è la prima Regione per numero di imprese.

(riproduzione riservata)

Istat: +1,1% di crescita per l'Italia nel 2016


18 Maggio 2016

Nel 2016 il Prodotto Interno Lordo salirà dell'1,1% in termini reali. Lo rileva l'Istat nel rapporto sulle prospettive per l'economia italiana nel 2016, precisando che la domanda interna al netto delle scorte contribuirebbe positivamente alla crescita del Pil per 1,3 punti percentuali, mentre la domanda estera netta e la variazione delle scorte fornirebbero un contributo negativo pari a un decimo di punto percentuale ciascuna. Il tasso di disoccupazione scenderà quest'anno all'11,3% dall'11,9% del 2015. Il consolidamento dei progressi sul fronte occupazionale (+0,8% in termini di unità di lavoro) è previsto accompagnarsi ad una riduzione del tasso dei senza lavoro.

(riproduzione riservata)

Tre giorni nelle Eolie per Salina Isola Slow


10 Maggio 2016

Una ne pensano e cento ne fanno gli abitanti di Salina, seconda isola delle Eolie, per promuovere le meraviglie del loro mare e del loro cibo, oltre che del luogo in sé. L'ultimo week-end di maggio sarà così dedicato a Salina Isola Slow, tredicesima edizione di un percorso nel turismo enogastronomico, nell'agricoltura sostenibile e nelle tradizioni legate alla pesca.
Sei mesi fa è purtroppo mancato in un incidente Roberto Rossello, giovane promotore dei sapori eoliani, primo fra tutti il cappero di Salina: a Roberto sarà dedicata questa edizione di Salina Isola Slow, con una serie di proposte mirate a far conoscere il modello-Salina: degustazioni in piazza realizzate dai ristoratori, laboratori del gusto, escursioni alla scoperta dell'isola, con le sue due montagne che sfiorano i mille metri.
Per la prima volta saranno coinvolti i bambini, in un progetto sull'ambiente e l'educazione alimentare articolato in lezioni rivolte agli alunni delle scuole dell'isola per valorizzare il territorio, diffondere consumi alimentari legati a quelle campagne, scoprire le tecniche di produzione, divertirsi a contatto con la natura, imparare seminando e curando le piante. Ideatore del progetto è un altro giovane, il milazzese Giuseppe La Malfa, innamorato di Salina, il quale ha condotto i suoi giovani allievi alla scoperta della loro isola e che venerdì 27 in piazza a Santa Marina proporrà un gioco dei cinque sensi rivolto a tutti i bambini, i quali esporranno anche una serie di “mandala”, sul genere di quelli tibetani, realizzati nelle classi.
L'obiettivo principale del festival di Salina è quello di far trascorrere ai turisti una esperienza piacevole a contatto con la realtà produttiva locale, e ampio spazio sarà dedicato anche ai presidi slow food, attraverso diversi laboratori del gusto. Sono in programma passeggiate naturalistiche sul Monte delle Felci con gli uomini della riserva naturale di Salina, incontri gastronomici a Rinella e a Pollara, straordinario borgo a picco sull'antico cratere vulcanico, e incontri conviviali alla scoperta della biodiversità e delle eccellenze gastronomiche delle Eolie.
Le mail di Giuseppe La Malfa sono lamalfanet@tin.it oppure marziasole@virgilio.it.


S.V.

(riproduzione riservata)

L'industria alimentare è appetibile per gli investitori


09 Maggio 2016

In occasione di CIBUS 2016, CRIF Ratings ha predisposto un outlook dedicato all’industria alimentare italiana. Il settore viene valutato sufficientemente robusto per sostenere piani di investimento per la crescita e appetibile per gli investitori in cerca di un’esposizione verso emittenti del made in Italy. È questo quanto si evince da una ricerca recentemente effettuata dall’agenzia di rating sul settore. L’industria del Food&Beverage è uno dei settori che meglio ha retto l’impatto della crisi. Tra il 2007 e il 2015, il valore aggiunto nominale è cresciuto del 4%, una performance non straordinaria che assume però una valenza particolare se confrontata con il complessivo tessuto manifatturiero che parallelamente ha perso il 15%.

(riproduzione riservata)

Sampaolo/APE, pensioni: proposta chiara in Parlamento


06 Maggio 2016

«Quando si parla di diritti, soprattutto maturati con una lunga vita lavorativa, non è accettabile sentir parlare di “sfigati”», dichiara Gabriele Sampaolo (nella foto), Direttore Generale di 50&piuEnasco commentando le parole del presidente del Consiglio pronunciate nella diretta Facebook #matteorisponde sul tema pensioni. «E non è solo un fatto di linguaggio, è molto di più. La situazione che si è determinata con la legge Fornero, dagli "esodati" in avanti, non è frutto di fatalità, ma l’esito di scelte politiche. Dovrebbero essere ancora una volta scelte politiche ad aprire nuove prospettive in tema di pensionamento anticipato. Annunci da social fuori dalle sedi istituzionali o l’invenzione di nuovi acronimi su un tema così serio rischiano di umiliare ulteriormente una fetta di lavoratori già sufficientemente provata».

(riproduzione riservata)

"Circular Economy: dallo spreco al valore"


06 Maggio 2016

Martedì 10 maggio 2016, alle ore 17, presso l’Università Bocconi, si terrà un incontro organizzato dalla Fondazione Italiana Accenture, in occasione dell’uscita del libro Circular Economy. Dallo spreco al valore di Peter Lacy, Jakob Rutqvist e Beatrice Lamonica, edito da Egea. L’economia circolare vista anche attraverso una serie di casi italiani di successo, nel mondo del profit e non profit, è il tema che sarà affrontato oltre che da uno degli autori, Peter Lacy, anche durante la tavola rotonda.

(riproduzione riservata)

Fiere di primavera, musica, teatro e medicina


04 Maggio 2016

Esplode la primavera ed è un boom anche di sagre, fiere e spettacoli. Di quanto accade nella provincia di Bologna dà notizia Top Quadrifoglio, edito da Elisabetta Galletti (info@marketing-e.it). Vediamo i principali appuntamenti di maggio.
Sagre - Fino al 30 “Torneo Valsanterno” di calcio giovanile a Borgo Tossignano. Il 6-7 e il 13-14 “Carnival Beer Fest” a San Matteo della Decima. Sabato 7 maggio “Pranzo contadino” a Villa Bernaroli di Borgo Panigale (329/4511263) e il fine settimana del 7 e 8 maggio “Commerciainfesta” a San Giovanni in Persiceto. Negli stessi giorni “Il vino è in festa” a Dozza Imolese (0542/678240) e “Quattro passi nel Medioevo” a Crevalcore (346/0955395). Tre giorni di festa a Castenaso dal 6 all'8, con dibattiti su scrittura, società, arte, letteratura, fra il cinema Italia e Casa Bondi. Per tre weekend (7-8, 14-15, 21-22) “Maggiociondolo” a Castello di Serravalle (051/836411). Pegola in festa il 7-8 e 28-29, con carni e pesce in abbondanza (333/8418778). L'8 “Festa medievale” a Castel Guelfo. “Budrio Beer Fest” il 6-7 e 13-14, con musiche e bancarelle degli hobby. Fiera agricola di Carpineta di Camugnano l'8 maggio (0534/41722) e “Verde San Lazzaro”, con prodotti biologici. Sempre l'8, i 25 anni della Pro Loco di Pianoro, con balli popolari e cori. Il 14 “Carnevale dei fiori” a San Giovanni in Persiceto e “I sapori del parco” a Borgo Tossignano, con le frittelle di acacia (393/0910898). “Assaggi e passaggi” a Ozzano i giorni 14 e 15 e “Festa di primavera” ad Anzola Emilia. Il 15 “Decima in festa” a San Matteo, “Fior di Fiera” a Baricella, la “Giostra in festa” a Borgo Tossignano. Ad Argelato “Festa in piazza” dal 20 al 22 e a Borgo Tossignano “Festa del tortellino” negli stessi giorni, con prolungamento dal 27 al 29. Sempre 20-22 e 27-29 “Sagra del tortellone e della carne alla griglia” a Padulle di Sala Bolognese (333/7993574). Il 21 “Festa dei sapori” a Bentivoglio. Le domeniche 22, 29 maggio e 5 giugno “Fattorie aperte” in diverse località (800662200). “Festa dell'asparago verde” ad Altedo dal 12 al 22 maggio, con asparagi cotti in mille maniere, spettacoli e albero della cuccagna. Dal 26 al 29 “Fiera di maggio” a Sant'Agata e “Verdevolo” a Cadriano. “Sagra della badessa” dal 27 al 29 a Ozzano, “Sagra della lasagna” gli stessi giorni a San Lazzaro. Il 27, e fino al 5 giugno, “Sagra dell'agricoltura” a Mordano. Nello stesso periodo la “Settimana calderarese” a Calderara di Reno e la “Festa delle spighe” alle Budrie di San Giovanni. “Olivacci in fiore” il 28 a Olivacci di Granaglione e mostra mercato di fiori, visite a giardini e terrazzi con Verdepiano a San Giorgio (051/893450). Il 29 “Cantine aperte” a Tizzano di Casalecchio di Reno, in un'azienda di 230 ettari di superficie (www.tizzano.it).
Spettacoli – Fino al 7 maggio il comico romagnolo Giuseppe Giacobazzi in Un po' di me al Teatro delle Celebrazioni. L'8 lo spettacolo musicale Fantateatro al Duse. L'11 la Glenn Miller Orchestra sempre al Duse. Il 13 i critici musicali di Repubblica proporranno quattro lezioni sul rock alle Celebrazioni. Elio e le Storie Tese all'Unipol Arena il 14 e il 16 la ballerina Eleonora Abbagnato all'Europauditorium in Carmen. Il 17 maggio Massimo Ranieri in Sogno e son desto nello stesso teatro, mentre il 18 alle Celebrazioni Sergio Cortés presenterà il suo tributo a Michael Jackson. Il 26 e 27 il musical Footloose al Teatro Duse e sempre il 27 Albano all'Unipol Arena, dove dal 20 al 22 si terrà la quarta edizione di Sativa Trade, tutto sulla canapa, con espositori, banche-semi, produzioni, alimentazione, abbigliamento. Infine, dal 19 al 22, Bologna ospiterà il “Festival della Scienza medica”, dedicato alle età della vita, con più di sessanta eventi in aule, teatri e palazzi storici sulla condizione umana nell'epoca della longevità.

(riproduzione riservata)

Ortofrutta fresca: cala la quota dell'Italia sul commercio


04 Maggio 2016

Cambiano i mercati di consumo e importazione di prodotti ortofrutticoli, i competitor diventano sempre più agguerriti e le imprese italiane soffrono per mantenere inalterate le proprie quote di mercato. Ma cambia anche il clima e con una maggior frequenza di eventi catastrofali, un settore come quello ortofrutticolo maggiormente esposto alle bizze del tempo, ha sempre più bisogno di strumenti per la gestione del rischio in grado di tutelare il reddito delle imprese. Ecco perché un’organizzazione dell’offerta più efficace (produttiva e commerciale), un miglior accesso al credito (per lo sviluppo degli investimenti) e l’implementazione di nuovi strumenti a tutela del reddito rappresentano tre punti cardine di una possibile strategia di rilancio per la competitività del settore. È questo il significato del Secondo Rapporto Nomisma – Unaproa sulla competitività del settore ortofrutticolo nazionale, uno studio che fotografa lo stato dell’arte del settore, tra criticità, punti di forza e spunti per rilanciare la competitività.

(riproduzione riservata)

Power Energia "accende" la solidarietà


04 Maggio 2016

Compleanno all’insegna della solidarietà per Power Energia. La cooperativa di utenza per la fornitura di energia elettrica e gas promossa da Confcooperative ha infatti stabilito di celebrare i dieci anni di attività sostenendo 10 progetti dal rilevante impatto sociale che dovranno essere segnalati da soci utenti di Power Energia ed essere realizzati entro il 2016 da organizzazioni Onlus presenti sul territorio nazionale (cooperative sociali, fondazioni, associazioni). Ogni progetto riceverà dalla Cooperativa un contributo a fondo perduto di 2.000 euro.

(riproduzione riservata)

Europa tedesca o Germania europea?


02 Maggio 2016

Il mese di maggio rappresenta un’importante ricorrenza per l’Europa, di cui la Germania sembra esserne il gigante. Il resto del Continente si sta interrogando sulla volontà e capacità di Berlino di far fronte alle sfide che stanno indebolendo il progetto comunitario, dubbi che affiorano anche in Italia, dove la conoscenza del nostro principale partner economico rimane insufficiente. Se ne discuterà all’interno del seminario “Europa tedesca o Germania europea?” in programma mercoledì 4 maggio alle ore 17.00 presso la Sala Incontri di Nomisma (Palazzo Davia Bargellini – 1° Piano - Strada Maggiore 44 – Bologna). Interverranno: Francesco Cancellato, direttore di Linkiesta.it e autore di Fattore G. Perché i tedeschi hanno ragione (Università Bocconi 2016); Gabriele D'Ottavio, ricercatore all’Istituto storico italo-germanico della Fondazione Bruno Kessler di Trento; l’ambasciatore Sergio Romano, editorialista del Corriere della Sera e autore di Berlino capitale (Il Mulino 2016, con Beda Romano); Konrad Westrick, fondatore e CEO di Konrad Westrick Srl, esperto di relazioni Europa-Germania. Modera: Andrea Goldstein, Managing Director di Nomisma (nella foto).

(riproduzione riservata)

Ceramica Del Conca sceglie Ancora


02 Maggio 2016

È stato avviato con successo l’impianto completo di fine linea fornito da Ancora, società del Gruppo SITI B&T di Formigine, alla Ceramica Del Conca, marchio noto a livello internazionale per la qualità del suo prodotto, l’efficienza del servizio, la capacità di innovazione e il design. L’impianto è in funzione presso lo stabilimento di San Clemente (Rimini). Dopo gli importanti investimenti degli ultimi anni, che hanno contribuito alla forte crescita dell’azienda, Ceramica Del Conca ha deciso di incrementare la qualità del fine linea con una linea completa composta dalle macchine di lappatura, incisione/taglio e spacco, squadratura, bisellatura e sistema di trattamento per formati fino a 1200x1200 mm, in grado di ottenere listelli fino a 150x1200 mm. Grazie a questa fornitura, Ceramica Del Conca può ritenersi leader nella realizzazione di un prodotto ceramico di altissima qualità e ottima finitura.

(riproduzione riservata)