Share |

Il Mulino: novità in agenda dal 3 al 10 giugno


29 Maggio 2020

Continuano i “Dialoghi tra le righe” per incontrare in diretta Facebook gli autori delle novità in uscita per la casa editrice Il Mulino. Il prossimo appuntamento sarà mercoledì 3 giugno, alle ore 18.30: Fabrizio Barca e Patrizia Luongo, autori di “Un futuro più giusto” intervistati da Monica Albertoni. Durante la diretta, e successivamente, sarà possibile porre domande agli autori. A seguire, lunedì 8 giugno, alle ore 18.30, ci sarà Fabio Isman con “Andare per l'Italia degli intrighi” con Daniela Bonato. Infine, mercoledì 10 giugno, alle ore 18.30, Claudio Giunta, “Le alternative non esistono. Vita e opere di Tommaso Labranca”, con Biagio Forino. E' online “La buona battaglia”, su www.scuoladifuturo.it sono disponibili nuovi materiali per l'anteprima digitale dedicata all'Educazione civica. Questa settimana per celebrare il 2 giugno, nascita della Repubblica, si offrono spunti per interrogarsi sulle feste nazionali, per esplorare i miti e i tanti simboli delle ricorrenze che sottolineano i momenti fondanti della nostra democrazia. In attesa di tornare all'Auditorium Parco della musica con i protagonisti dei “Dialoghi sul diritto”, è ora disponibile un'anticipazione sulla “Sfida all'Intelligenza umana” con contributi di Giovanni Pitruzzella, avvocato generale della Corte di Giustizia dell'Unione Europea e Loredana Zollo, responsabile dell'Unità di ricerca di Robotica Avanzata e Tecnologie Centrate sulla Persona all'Università Campus Bio-Medico di Roma. Continuiamo anche a viaggiare in Italia seduti comodamente sul divano di casa: questa settimana con Franco Cardini alla scoperta delle tante “Gerusalemme d'Italia”, e con Fabio Isman per “l'Italia degli intrighi”, tra terrorismo e servizi segreti.

(riproduzione riservata)

Da Maspero ascensori a prova di Covid-19


28 Maggio 2020

Maspero Elevatori, azienda made in Italy riconosciuta a livello internazionale come leader nella progettazione, realizzazione e manutenzione di impianti elevatori speciali, su misura e di grande pregio, ha messo a punto un sistema touchless con comando magnetico per il funzionamento degli elevatori senza contatto e un impianto automatico di sanificazione che permette di utilizzare l’ascensore riducendo il rischio di contagio. La sommatoria di queste due soluzioni permette di ridurre sensibilmente i rischi biologici durante l’utilizzo quotidiano degli ascensori, garantendo agli utenti anche una maggiore tranquillità emotiva.


Nella foto: Andrea Maspero, amministratore delegato di Maspero Elevatori

(riproduzione riservata)

Prosegue la crescita di Melegatti


28 Maggio 2020

Melegatti ottiene ulteriori riconoscimenti di qualità. Sono tre le certificazioni internazionali rilasciate all’azienda dolciaria veronese che valorizzano ancor di più le caratteristiche qualitative, la salubrità e la peculiarità dei prodotti da forno. Con BRC, IFS e FSSC 22000 Melegatti si assicura alcune tra le più importanti certificazioni riconosciute dal Global Food Safety Initiative (GFSI) che attestano in tutto il mondo l’elevata sicurezza alimentare. A vantaggio dei consumatori ma anche delle insegne della moderna distribuzione organizzata che potranno esporre prodotti rispondenti ad alti standard internazionali di qualità. E’ stata Agroqualità, una società del Gruppo Rina, a rilasciare le tre importanti certificazioni.

(riproduzione riservata)

iGuzzini conferma la leadership nei mercati strategici


28 Maggio 2020

iGuzzini illuminazione, leader internazionale nel settore dell’illuminazione architetturale, continua il suo percorso di innovazione, puntando sullo sviluppo di soluzioni innovative e di qualità, e conferma la forza del brand sul mercato globale. L’azienda ha realizzato nel 2019 un fatturato di € 237,7 milioni sostanzialmente in linea con quello dell’anno precedente (€235,6 milioni e -1% a cambi costanti), e una crescita media annua del 2,9% negli ultimi 5 anni. Nel 2019 iGuzzini ha venduto l’83% della propria produzione all’estero rispetto al 17% delle vendite destinate in Italia, a dimostrazione della leadership consolidata sul mercato domestico e della primaria posizione in Europa e sui mercati internazionali più dinamici. Il fatturato - composto per il 59% di soluzioni di interni e il 41% di soluzioni per esterni - è realizzato esclusivamente con prodotti a LED e lanciati sul mercato prevalentemente negli ultimi 5 anni. L’azienda ha investito in ricerca e sviluppo circa il 6% del fatturato. Un mercato in forte sviluppo è stato quello Nord Americano (+28,2%). Crescita del fatturato si è avuta anche nell’area Dach&Benelux (+5,3%) mentre in Asia, nell’Europa meridionale e in Francia i volumi sono rimasti sostanzialmente invariati. In flessione rispetto all’anno precedente le performance del Medio Oriente (- 4,2%) e dell’Europa Settentrionale e Orientale (-19,9%) per la mancanza di alcuni progetti importanti avuti nel 2018. In UK si è registrata una contrazione a doppia cifra (-13,2%), effetto della persistente incertezza determinata dalla Brexit.

(riproduzione riservata)

Eusider porta avanti la tabella di marcia pre-pandemia


26 Maggio 2020

In un’intervista a “Genio & Impresa” (genioeimpresa.it), il magazine di Assolombarda, Maria Anghileri (nella foto), giovanissima Chief Operating Officer della storica azienda Eusider – impresa fondata oltre 40 anni fa e attiva nel settore siderurgico, un comparto spesso considerato esclusivamente maschile – si è espressa sull’importanza di tutelare la salute dei lavoratori in questo particolare momento storico e ha analizzato le prospettive future indicando la sostenibilità ambientale, sociale ed economica come via da seguire. L’imprenditrice 33enne conferma che la tabella di marcia e gli intenti messi a punto prima della pandemia rimangono e verranno portati avanti con tutti gli sforzi necessari valorizzando i talenti dei propri dipendenti e collaboratori.

(riproduzione riservata)

Il packaging “tricolore” fa crescere le vendite del made in Italy


21 Maggio 2020

Il richiamo all’italianità nel mondo della GDO continua a essere una delle caratteristiche più apprezzate dai consumatori nella ricerca di prodotti alimentari. Lo ha dimostrato un’indagine condotta dall’Osservatorio Immagino di GS1 Italy su un campione di quasi 20mila referenze con l’etichetta caratterizzata da un richiamo all’italianità del prodotto, evidenziando come la presenza del tricolore sui prodotti avesse generato un aumento delle vendite del +0,7% rispetto all’anno precedente, toccando un giro d’affari che supera i 7 miliardi di euro. L’importanza dell’italianità dei beni alimentari appare di grande rilevanza anche in correlazione all’attuale emergenza sanitaria che ha visto numerosi esponenti del mondo produttivo chiedere un sostegno del made in Italy: l’italianità dei prodotti copre infatti il 25,2% delle referenze a scaffale e incide per il 24,4% sul fatturato del largo consumo. Ma non è tutto, perché la presenza della bandiera italiana sulle confezioni rappresenta un segmento che interessa il 14,5% del giro d’affari dei prodotti nostrani e il 15% di share sulle vendite a valore.

(riproduzione riservata)

Cogne Acciai Speciali: ricavi consolidati a 574 milioni e importanti investimenti


21 Maggio 2020

Il Gruppo siderurgico Cogne Acciai Speciali – tra i leader mondiali nella produzione e distribuzione di prodotti lunghi in acciaio inossidabili e speciali – ha chiuso il 2019 con ricavi consolidati a 574 milioni di euro e importanti investimenti in ambito ambientale e industriale, erogando con la busta paga di maggio 2020 un premio di risultato di 700 Euro per tutti i dipendenti dei siti italiani. Nel corso del 2019 la Società ha effettuato investimenti per 28,2 milioni di euro in ambito industriale e ambientale; da rilevare che il 40% del totale è stato destinato alla categoria ambiente e sicurezza. Per sostenere questo piano di sviluppo, particolare attenzione continuerà ad essere posta alla formazione, che nel 2019 ha visto per i circa 1130 addetti dei tre siti italiani la somministrazione di quasi 25 mila ore complessive di corsi.

(riproduzione riservata)

Covid-19 e la logistica: +19,2% di pallet Epal prodotti


21 Maggio 2020

Assicurare la circolazione dei beni essenziali, in tempi rapidi e nel rispetto delle norme di sicurezza affinché possano quotidianamente essere riforniti gli scaffali di supermercati e farmacie. È questo il grande impegno che è stato richiesto a tutti gli operatori del comparto logistico per rispondere efficacemente all’emergenza Covid-19. Una responsabilità presa con serietà e determinazione dalle oltre 1.800 aziende aderenti a Conlegno, Consorzio Servizio Legno Sughero, che quotidianamente mettono a disposizione le loro competenze per garantire la corretta circolazione delle merci. In particolare, dall’inizio dell’emergenza sono circa 1.900 i pallet prodotti e riparati dalle 203 aziende licenziatarie del marchio EPAL, mentre sono 432.092 i metri cubi di imballaggi in legno sottoposti a trattamenti fitosanitari, pronti a trasportare le merci oltre i confini nazionali, ad opera delle 1.472 aziende autorizzate FITOK. Il settore dei beni di largo consumo annualmente ne utilizza più di 60 milioni marchiati EPAL, assorbendone circa il 75% della produzione annuale.

(riproduzione riservata)

Imprese: registrata in Lombardia la maggiore contrazione delle attività manifatturiere


20 Maggio 2020

Assolombarda ha diffuso, attraverso il web magazine Genio & Impresa (genioeimpresa.it), i più recenti dati relativi all’andamento delle imprese lombarde nel primo trimestre 2020: cala del 45% l’attività produttiva e diminuiscono dello 0,4% le aziende totali attive, -1,7% solo nel settore manifatturiero. Precipita anche il clima di fiducia nel manifatturiero che nel Nord Ovest scende al -20%, con livelli simili alla crisi del 2008. I dati dello studio certificano gli effetti devastanti del lockdown che negli ultimi mesi ha bloccato l’economia della Regione, mettendo a rischio la sopravvivenza e i posti di lavoro di centinaia di imprese. Anche a livello nazionale gli indicatori economici non sono positivi e, in linea con quelli lombardi, sembrano puntare verso una crisi senza precedenti.

(riproduzione riservata)

Uriach Italy cresce nel 2019 del 17%


20 Maggio 2020

Uriach Italy chiude in positivo l’esercizio 2019 con un fatturato di €56.654.806 registrando una crescita del +17% rispetto al 2018. L’anno appena trascorso è quindi stato decisivo per l’azienda leader nel segmento della nutraceutica e attiva nello sviluppo e nella commercializzazione di integratori alimentari e dispositivi medici. Uriach Italy oggi occupa la 5° posizione nel mercato nutraceutico italiano su oltre 1.700 player. Nel 2019 il mercato frammentato e competitivo della nutraceutica in Italia ha registrato un fatturato globale di 3,56 miliardi di euro, con un incremento del 3,6% a valore, emergendo quale comparto che registra le prestazioni migliori all’interno del mercato OTC nel canale di vendita farmacia, in netta crescita rispetto ai trend negativi del farmaco etico (-1,2%). Gli integratori alimentari continuano a registrare trend di vendita estremamente positivi, con una crescita in termini di fatturato del 3,6%.


Nella foto: Roberto Cassanelli, Country Director di Uriach Italy

(riproduzione riservata)

Dalla Calabria una spinta all'innovazione digitale per la ripartenza


19 Maggio 2020

Alteredu, start up calabrese ad alto impatto sociale con la sua piattaforma di formazione online certificata e che fa dell’innovazione digitale la sua mission, è scesa in campo sin dall’inizio del lockdown aderendo all’iniziativa Solidarietà Digitale promossa dal Governo. In questi mesi ha erogato più di 1000 corsi online e, in questi ultimi giorni, ha aggiunto a catalogo tre corsi Covid-19, ideati per supportare le aziende nelle operazioni di riapertura dell’attività. L’offerta formativa gratuita, dedicata ai temi dell’adeguamento alle normative della privacy, alla sicurezza sul lavoro, all’HACCP e alla sanificazione COVID-19, è disponibile su Solidarietà Digitale Corsi - Emergenza Virus Covid-19, e si focalizza in questa fase, vicina alla riapertura, su tre nuovi corsi strategici che si rivolgono a tutti i lavoratori di qualsiasi macro-categoria di rischio e appartenenti a qualunque settore produttivo di cui ai codici ATECO 2002-2007.

(riproduzione riservata)

VIS entra nel Progetto Pilota per la riapertura delle attività


15 Maggio 2020

Vitec Imaging Solution, divisione di Vitec Group, leader mondiale nelle soluzioni per la creazione e condivisione di immagini e di contenuti digitali e nella produzione e distribuzione di accessori per la fotografia e videografia, è stata selezionata dalla Regione Veneto nell’ambito del "Progetto Pilota per la riapertura delle attività produttive". Questa sperimentazione vede il coinvolgimento di un ristretto numero di aziende del territorio e mira a definire una serie di linee guida per supportare le imprese venete nella fase di riapertura delle attività produttive, anche attraverso un sistema di bio-sorveglianza con l’avvio di test di screening per i lavoratori. Per una vera ripartenza però, oltre a garantire la massima sicurezza nei luoghi di lavoro, è indispensabile guardare al futuro e a tal proposito VIS ha sviluppato una strategia aziendale pensata per rispondere alle nuove esigenze del mercato, fortemente focalizzata sulla trasformazione digitale e sulle nuove generazioni di content creator.

(riproduzione riservata)

Il Gruppo Logistico LDI lancia il Packaging System 4.0


13 Maggio 2020

Ne nuovo mondo post Covid-19 l’e-commerce cresce come mai era avvenuto prima e diventa più ecosostenibile ed efficiente grazie a un innovativo sistema di confezionamento 4.0. Il Gruppo Logistico LDI di Roma e Milano ha installato una macchina 4.0 unica al mondo, per il packaging dell’e-commerce, realizza la scatola su misura dell’oggetto da spedire. È una nuova storia italiana di innovazione con vantaggi che toccheremo presto tutti con mano. Per noi consumatori sono imballi con un minore impatto ambientale, grazie a una tecnologia che utilizza meno cartone, riduce i materiali di imballo, facilita il reso e lo smaltimento. Per le aziende e-commerce è un forte aumento della produttività, una notevole riduzione dei costi di imballo, ottimizzazione degli spazi di magazzino e un miglior servizio ai clienti. E’ un progetto in collaborazione con il «Centro di Ricerca per i Trasporti e la logistica» dell’Università La Sapienza.

(riproduzione riservata)

Il Mulino: novità editoriali maggio-luglio 2020


13 Maggio 2020

La casa editrice Il Mulino non si ferma. Tante le novità editoriale maggio-luglio 2020. 
14 maggio: Aldo Schiavone, Progresso; Fabio Paglieri, La disinformazione felice. Cosa ci insegnano le bufale; Pietro Cavallo, Italiani in guerra. Sentimenti e immagini dal 1940 al 1943
28 maggio: Fabrizio Barca e Patrizia Luongo, Un futuro più giusto. Rabbia, conflitto e giustizia; Edoardo Boncinelli, Il principio di indeterminazione; Fabio Isman, Andare per l’Italia degli intrighi; Daniel Baloup, David Bramoullé, Bernard Doumerc, Benoît Joudiou, I mondi mediterranei nel Medioevo; Claudio Giunta, Le alternative non esistono. Vita e opere di Tommaso Labranca; Francesco Gallino Tocqueville, il carcere, la democrazia
11 giugno: Marcello Flores, Cattiva memoria; Francesca Rigotti, Buio; Franco Cardini, Roberto Mancini, Hitler in Italia; Raffaele Milani, Albe di un nuovo sentire; Rudolf Simek, I vichinghi; Albrecht Hagemann, Breve storia del Sudafrica; Noël Carroll, Lo humour; Paolo Legrenzi, Alessandra Jacomuzzi, Si fa presto a dire psicologia; Paolo Pombeni, Lo stato e la politica (nuova edizione); Luca Beverina, Il futuro materiale; Agaia McClintock Storia mitica del diritto romano; Pierluigi Allotti, Libertà di stampa.  
25 giugno: Giovanni Maria Vian, Andare per la Roma dei Papi; Aldo A. Settia, Battaglie medievali; T.M. Scanlon, Perché combattere la disuguaglianza; Michele Morgante, I semi del futuro. 10 lezioni di genetica delle piante; Yorick Gomez Gane, Bello; Maria Giuseppina Pacilli, Uomini duri. Il lato oscuro della mascolinità; Paolo Nichelli, Il cervello e la mente; Mara Morini, La Russia di Putin; Paola Bordandini, Roberto Cartocci, Cooperazione e cooperatori nell’Italia del risentimento.  
2 luglio: Roberto Dini, Luca Gibello, Stefano Girodo, Andare per rifugi; Andrea Santangelo, La battaglia di El Alamein; Gaime Alonge, Un’ambigua leggenda. Cinema italiano e Grande Guerra (1914-2018).  
9 luglio: Giuseppe Albertoni, L’elefante di Carlo Magno; Rosaria Cavalieri, Viaggio nella gastronomia consapevole.

(riproduzione riservata)

IL Cda di Epta approva il bilancio consolidato 2019


13 Maggio 2020

Epta - gruppo multinazionale italiano specializzato nella refrigerazione commerciale e certificato Elite – ha approvato il bilancio al 31 dicembre 2019, predisposto in conformità agli International Financial Reporting Standards (IFRS) emessi dall’International Accounting Standards Board (IASB) ed omologati dall’Unione Europea. I ricavi delle vendite dell’esercizio hanno raggiunto i € 958 milioni con una crescita del 4% rispetto all’anno precedente, con un mix più spostato verso la crescita per acquisizioni. La ripartizione per area geografica è la seguente: € 726 milioni nella macro area EMEA, € 92 milioni all’interno dell’APAC e € 140 milioni nelle AMERICAS. Il risultato netto d’esercizio raggiunto dal Gruppo è di € 33 milioni. L’Indebitamento Finanziario Netto è pari a € 125 milioni.


Nella foto: Marco Nocivelli, Presidente e Amministratore Delegato di Epta S.p.A

(riproduzione riservata)

Da Aurora Biofarma un milione di euro ai suoi Informatori


12 Maggio 2020

La cifra record di un milione di euro a fondo perduto da destinare agli oltre 250 Informatori Scientifici che collaborano con l’azienda per offrire un sostegno economico alle persone e alle loro famiglie in questo momento difficile da epidemia Covid-19. È quanto fatto dal gruppo Aurora Biofarma, azienda farmaceutica italiana nata nel 2010 senza finanziamenti pubblici e senza capitali, puntando soltanto sulle competenze umane di manager provenienti dal settore. La decisione arriva in un momento in cui non è ancora stato varato il “decreto Maggio” per rinnovare ed estendere il sostegno al mondo del lavoro, incluso il bonus autonomi da 600 euro: una misura attesa anche dalla squadra di ISF del gruppo Aurora Biofarma con la limitazione degli spostamenti. Una scelta in controtendenza col volume di affari che, dato lo stato di fermo di tutti gli Informatori Scientifici impossibilitati a svolgere il proprio lavoro, ha visto nell’ultimo mese di Aprile una riduzione del 35% dei ricavi aziendali. Il Covid-19 non fermerà nemmeno le nuove assunzioni in Aurora Biofarma, con l’inserimento di nuove risorse umane nell’area marketing e digital ed oltre 40 nuovi Informatori che dovrebbero iniziare a lavorare nelle prossime settimane: confermando le centinaia di colloqui che l’azienda aveva programmato in questi mesi di Maggio e Giugno.


Nella foto: l’AD Nicola Di Trapani

(riproduzione riservata)

Mecspe: prosegue la partnership con Confartigianato Meccanica


12 Maggio 2020

Italia, fase 2. Dal 4 maggio, secondo quanto stabilito dal DPCM del 26 aprile, molte imprese artigiane e PMI hanno ripreso le attività produttive. Una ripartenza che ha interessato ben 4,4 milioni di lavoratori, di cui il 60,7% attivi nel settore manifatturiero, tra i più penalizzati dal lungo periodo di lockdown. Un nuovo inizio, dunque, con nuove regole e nuove sfide da affrontare, per un comparto a cui Mecspe, la principale fiera italiana per le innovazioni dell’industria manifatturiera organizzata da Senaf, continua a dedicare il massimo impegno, facendosi rappresentante da 19 edizioni di oltre 2.300 espositori e associazioni di categoria. Sempre al lavoro per l’appuntamento riprogrammato a Fiere di Parma, dal 29 al 31 ottobre 2020, la manifestazione prende atto degli sviluppi e delle complessità di questo periodo senza precedenti, mantenendo intatto il suo impegno al fianco delle PMI e del tessuto industriale del Paese, fiduciosa che talento, impegno e creatività continueranno a costituire i tratti distintivi e competitivi del made in Italy nel mondo. Un patrimonio di risorse che però deve essere supportato innanzitutto da una collaborazione tra gli attori dell’intera filiera: una nuova visione comune per la riprogettazione di una strategia industriale italiana, che Mecspe mette in campo a partire dalla sua partnership storica con Confartigianato Meccanica.


Nella foto: Maruska Sabato, Project Manager MECSPE

(riproduzione riservata)

Il Gruppo Celli annuncia l’apertura di tre nuove filiali


12 Maggio 2020

Il Gruppo Celli, leader globale nella progettazione e produzione di soluzioni per l’erogazione di bevande e nei relativi servizi di assistenza tecnica, annuncia l’apertura di tre nuove filiali in Germania, Usa e Brasile. Già presente con aziende in UK e società commerciali a Singapore e Mosca, il Gruppo prosegue il percorso di consolidamento a livello internazionale nonostante l’attuale situazione emergenziale da Covid-19. La società, fondata nel 1974, ha sede a San Giovanni in Marignano (Rimini), conta quasi 600 dipendenti in 6 stabilimenti produttivi situati in Italia e nel Regno Unito ed esporta i propri prodotti in oltre 100 paesi nel mondo. Il Gruppo ha raggiunto nel 2019 un fatturato pro-forma di circa 130 milioni di euro, ottenuto grazie ad una forte crescita, sia organica, sia tramite acquisizioni in Italia e UK.


Nella foto: Mauro Gallavotti, CEO del Gruppo Celli

(riproduzione riservata)

Azimut Yachts inaugura la sua Virtual Lounge


12 Maggio 2020

Per essere sempre vicino ai suoi armatori e a tutti gli amanti del mare, Azimut Yachts ha messo online l’Azimut Yachts Virtual Lounge, un contenitore digitale facilmente accessibile. È un’iniziativa che conferma la centralità del rapporto diretto con il cliente e il focus sul prodotto, elementi che hanno fatto di Azimut Yachts uno dei cantieri leader nella nautica mondiale. La Virtual Lounge sarà dunque uno strumento digitale unico nel suo genere, un mezzo che avvicina Azimut Yachts agli appassionati di nautica e un efficace tool per coltivare l’amore per il mare in un contesto storico in cui il distanziamento sociale e l’isolamento hanno fatto prendere ancora maggiore consapevolezza delle proprie passioni. La prima delle molte iniziative digitali della Virtual Lounge è un’area virtuale dove è presente la gamma completa dei modelli disponibili. L’esperienza suggerendo approfondimenti sul mondo Azimut, dai designer alle soluzioni più tecnologicamente avanzate. Seconda iniziativa ma di certo non meno importante è la creazione di un vero e proprio e-Boat Show, un’esposizione di prodotti arricchita da una Live chat dove sarà possibile dialogare con gli esperti e i sales manager di Azimut Yachts. Infine, per coloro che desiderano un confronto ancora più diretto sono disponibili, su prenotazione, sessioni di web call one-to-one gestite in collaborazione con il dealer di zona.

(riproduzione riservata)

Zalando: prevista una crescita a doppia cifra nel 2020


07 Maggio 2020

Zalando SE prevede una crescita per il proprio business a doppia cifra in un mercato del fashion che, secondo le stime, dovrebbe mostrare una crescita negativa significativa nel 2020. Nonostante il contesto commerciale difficile dovuto al coronavirus, la piattaforma europea online leader per il fashion e il lifestyle mira ad un incremento del Gross Merchandise Volume del 10-20% ed i ricavi nello stesso intervallo, ma al di sotto del GMV per via della rapida crescita del business della piattaforma. L’azienda prevede di essere chiaramente redditizia con un EBIT rettificato tra 100 e 200 milioni di Euro e prevede investimenti tra 230 e 280 milioni di Euro. La crescita sarà trainata dall'accelerazione del passaggio dei consumatori dall’offline all'online e dalla capacità di Zalando di investire indipendentemente dalle oscillazioni della domanda e da un ambiente di mercato difficile, nonché dalla accelerata transizione della piattaforma.

(riproduzione riservata)