Share |

Sanaf lancia Innova Food Tech Day


22 Ottobre 2020

Senaf, Gruppo Tecniche Nuove e Confindustria Bari-Bat hanno deciso di convertire Innova Food Tech, l’appuntamento B2B dedicato al settore delle tecnologie della filiera alimentare e delle bevande, in un’edizione Zero - Innova Food Tech Day – che si svolgerà in virtuale il 27 novembre 2020. Un’intera giornata in streaming, con relatori d’eccellenza e quattro sessioni di dibattito, rivolta agli operatori nazionali e internazionali della filiera alimentare e delle bevande. Il ricco programma congressuale del 27 novembre sarà un importante assaggio delle tematiche e filoni che animeranno la prima edizione fisica di Innova Food Tech (25 – 27 novembre 2021, presso la Nuova Fiera del Levante di Bari).

(riproduzione riservata)

Terzo trimestre d'oro per Eurostands: +100% di fatturato


22 Ottobre 2020

Nelle prime ore dell’emergenza, quando il settore fieristico era ormai in stand-by da settimane e l’imperativo era riuscire a non fermare la produzione, in pochi avrebbero scommesso su una crescita più che esponenziale. Eppure, l’impresa brianzola Eurostands, una delle più importanti realtà mondiali nel settore della progettazione e produzione di allestimenti fieristici, segna una crescita del fatturato di +100% tra luglio e settembre, delineando le caratteristiche alla base del futuro degli allestimenti: modularità, connettività, esperienze immersive e, naturalmente, sicurezza. Con 12.000 prodotti Covistop venduti in tutta Europa dall’inizio dell’emergenza per garantire la sicurezza dei lavoratori, numerose sfilate dei più grandi marchi di alta moda allestite in Italia, musei, negozi e uffici arredati, Eurostands non si ferma e colleziona nuovi traguardi importanti.


Nella foto: Maurizio Cozzani, amministratore delegato di Eurostands

(riproduzione riservata)

A Milano nasce la "Orchestra 4.0"


21 Ottobre 2020

Assolombarda, Università Bicocca e Politecnico di Milano sono scesi in campo al fianco dell’Orchestra Sinfonica di Milano “Giuseppe Verdi” per far vivere la musica dal vivo anche durante la pandemia grazie a innovazione tecnologica e risorse accademiche e industriali lombarde. Tra le innovazioni tecnologiche nate dalla sinergia, un flusso laminare di aria filtrata che dal soffitto scende verso il pavimento, barriere tra musicisti in grado di non ostacolare il suono, il programma cartaceo sostituito da un QR-code, moderni leggii elettronici al posto degli spartiti e un software che attribuirà i posti all’interno della sala per mantenere il distanziamento sociale. 
Fonte: www.genioeimpresa.it

(riproduzione riservata)

Economia Lombarda: ripartenza avviata ma il recupero è incompleto


16 Ottobre 2020

Sebbene a metà settembre si sia registrata una quasi totale riapertura delle aziende di Milano, Lodi, Monza e Brianza e Pavia pari al 90%, le prospettive autunnali sulla ripresa economica della Lombardia rimangono incerte, soprattutto se si dà uno sguardo al mercato del lavoro. È quanto emerso dal Booklet Economia di Assolombarda, pubblicato su “Genio & Impresa” (genioeimpresa.it), il web magazine dell’associazione delle imprese che operano nelle province di Milano, Lodi, Monza e Brianza e Pavia. Tra i mesi di aprile e giugno, in Lombardia si contano oltre 210mila assunzioni in meno rispetto al 2019. Resta inoltre molto diffuso il ricorso alla Cassa Integrazione. Da aprile ad agosto, le ore di CIG autorizzate in Lombardia ammontano a 490 milioni, di cui 221,7 milioni solo fra i territori di Milano, Monza e Brianza, Lodi e Pavia.

(riproduzione riservata)

Inaugurati due nuovi laboratori di Hpe Coxa


16 Ottobre 2020

I due megatrend dell’oggi che sono già futuro. L’e-mobility e le applicazioni dell’intelligenza artificiale (AI) diventano due laboratori all’interno di HPE COXA, azienda modenese che si occupa di sviluppo prodotto e opera nei settori automotive, motorsport, off highway, automation solution e difesa, fornendo servizi di ingegneria, progetti e prodotti. Come per altre esperienze già in essere (ultima delle quali è stata MEKANÉ, la Scuola di Alta Formazione in High Performance Engineering, inaugurata in HPE COXA nel luglio 2019), anche la realizzazione di questi due progetti sono in collaborazione con Alma Mater Studiorum Università di Bologna e Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia.

(riproduzione riservata)

Osservatorio SAIE: nonostante il Covid-19 il settore è pronto a ripartire


16 Ottobre 2020

Dopo aver archiviato il 2019 con un leggero segno positivo, lo stop dettato dal Covid-19 ha messo a dura prova l’intera filiera delle costruzioni, composta da quasi 740mila aziende attive, con un impatto sulle performance dell’86% delle imprese di produzione, distribuzione e servizi per il settore delle costruzioni. Nonostante questo, le imprese del settore non perdono la fiducia e cercano nuove strade per il rilancio: ben il 34% dichiara infatti, di essere già tornato alla normalità e il 28% conta di farlo entro 6 mesi. Se da un lato oltre sei aziende su dieci (62%) ha registrato un calo dei ricavi, la fiducia delle imprese cresce quando si pensa al futuro, con il 55% degli intervistati che prevede un incremento nel giro d’affari del settore nei prossimi tre anni (solo l’11% pensa che possa esserci un peggioramento). Anche il livello di fiducia a livello generale della filiera edile è alto (43%) o medio (48%). Tra le varie misure possibili per favorire la spinta del settore, le imprese indicano soprattutto gli incentivi governativi (55%), la semplificazione della burocrazia (45%), lo sblocco dei cantieri (44%), l’abbassamento del cuneo fiscale (33%) e un piano di investimenti per l’edilizia pubblica (29%). Gli incentivi sono, dunque, al primo posto per la ripartenza, e questo perché a trainare il comparto è sempre la riqualificazione degli immobili residenziali. Tra gli incentivi più efficaci vengono indicati il bonus ristrutturazione (dal 59% delle imprese) seguito dall’Ecobonus (58%) e dal Superbonus 110% (56%). Sono questi alcuni risultati emersi dall’Osservatorio SAIE, realizzato da Senaf su un panel di aziende di produzione, distribuzione e servizi per il settore delle costruzioni.

(riproduzione riservata)

Leghe Leggere annuncia l’ampliamento degli spazi produttivi


14 Ottobre 2020

Nonostante il momento di grande difficoltà sanitaria e anche economica, Leghe Leggere Lavorate, prima azienda italiana specializzata nella produzione di componentistica per la chirurgia ortopedica, veterinaria e l’implantologia dentale, totalmente made in Italy, ha avviato il progetto di ampliamento (più che triplicato) degli spazi produttivi e l’incremento delle risorse umane di almeno 60 persone, potendo quindi contare su una forza totale di circa 150 unità, con l’obiettivo di collocarsi in posizione di leadership europea in qualità di produttore di dispositivi medici in OEM. In particolare, la sede di Buccinasco vedrà un ingrandimento della struttura con l’annessione di due stabilimenti adiacenti che si concluderà nel 2021. Lo sviluppo della struttura consentirà di gestire in modo sempre più veloce e funzionale tutte le fasi di attività dell’azienda che comprendono Ricerca e Sviluppo, Produzione, Finiture e Packaging.

(riproduzione riservata)

Bologna Congressi presenta la nuova Exhibition Hall


14 Ottobre 2020

E’ stato presentato in questi giorni il nuovo spazio multifunzionale di Bologna Congressi, la nuova Exhibition Hall, all’interno del Volvo Congress Center, alla presenza di Gianpiero Calzolari, Presidente di Bologna Fiere, e Donato Loria, Direttore Generale di Bologna Congressi (nella foto). Con l’occasione è stato presentato anche il nuovo progetto Re-Start di Bologna Congressi, volto a rilanciare gli eventi attraverso un programma a 360° a supporto degli operatori del settore. La nuova Exhibition Hall è uno spazio multifunzionale che si estende su oltre 3.000 mq di area espositiva modulabile, direttamente collegata al Palazzo dei Congressi e all’Ex-Gam, arricchita da due giardini esterni. Frutto di un progetto triennale partito nel 2017, la nuova struttura, cablata, climatizzata e dotata di sistemi di domotica, è in grado di ospitare eventi fino a 2.000 persone in piena sicurezza.

(riproduzione riservata)

Gozzi Mimì alla prima edizione del Salone nautico di Bologna


13 Ottobre 2020

Reduce dal grande successo del Salone di Genova, dove sono stati lanciati in anteprima mondiale i suoi tre modelli più recenti, il Cantiere Gozzi Mimì parteciperà alla prima edizione del Salone nautico di Bologna dal 17 al 25 ottobre, dedicato alle imbarcazioni tra i 5 e i 18 metri. Accanto all’8.5 Classic, al Libeccio 9.5 Walkaround e al Libeccio 11 Walkaround, firmati da Valerio Rivellini, ci saranno anche alcuni tra i gozzi più iconici e rappresentativi del marchio con 45 anni di storia. Saranno inoltre presenti a Bologna anche altre sei imbarcazioni: Libeccio 6.5, Libeccio 7.0 Classic, Libeccio 7.5, Libeccio 8.5 Open e Libeccio 8.5 Cabin.

(riproduzione riservata)

Il Natale Melegatti: nasce il Pandoro alla Sambuca Molinari


13 Ottobre 2020

Sarà un Natale particolarmente dedicato agli italiani quello della Melegatti che, in questo delicato momento, desidera essere sempre più vicina ai consumatori e al variegato mondo della distribuzione. Lo storico marchio dolciario declina questa vicinanza ai consumatori in ogni dimensione. Fino al 24 dicembre è aperto il Melegatti Store all’interno del proprio stabilimento, a San Giovanni Lupatoto, alle porte di Verona. Qui tradizionalmente i veneti e i turisti italiani trovano tutti i giorni, tranne la domenica, l’intera gamma dei prodotti natalizi incluso le confezioni speciali. Sarà accanto agli italiani anche attraverso i Social in cui racconterà le novità natalizie a partire dal Pandoro Melegatti alla Sambuca Molinari, un felice incrocio di sapori e di eccellenze produttive italiane. Melegatti è accanto alle imprese della distribuzione, alle tante insegne del Belpaese, con alcune delle quali ha pianificato numerose azioni promozionali nei supermercati.

(riproduzione riservata)

Al via la XXII edizione Festival del Mondo Antico di Rimini


13 Ottobre 2020

Torna dal 14 ottobre la nuova edizione di Antico/Presente Festival del Mondo Antico, la rassegna di conferenze, incontri e spettacoli nata alla fine degli anni ’90 da un’idea di Marcello Di Bella per valorizzare il distretto dell’antico costituito dal territorio riminese con la sua rete di musei e di emergenze storico-artistiche e monumentali diffuse. Giunto alla XXII edizione il Festival può considerarsi un organismo vivente che si rinnova di anno in anno lungo vie che esplorano argomenti sempre diversi, in un’ottica diacronica e interculturale, anche attraverso linguaggi adatti a coinvolgere le varie fasce di età a iniziare dai più giovani. Fonte di ispirazione per l’edizione di quest’anno è la mostra Raffaello a Rimini. Il Festival si dilata in più giornate di appuntamenti (14, 16, 17, 18, 21 ottobre) con il coinvolgimento di importanti studiosi.

(riproduzione riservata)

Alpac consolida il suo posizionamento sul mercato nel 2019


07 Ottobre 2020

Il Gruppo Alpac vola oltre le previsioni di crescita: l’azienda, leader nel settore delle soluzioni per l’isolamento del foro finestra e per il comfort indoor, ha chiuso il 2019 con un fatturato di 30,8 milioni di euro, registrando un incremento del +11,6% rispetto al 2018. La crescita complessiva, tradotta in +3,2 milioni, evidenzia anche il mantenimento del 50% delle quote di mercato nel comparto dei monoblocchi finestra. Ad ulteriore conferma, inoltre, dell’efficacia del proprio modello di business e dell’impegno portato avanti in termini di sviluppo aziendale Alpac è stata recentemente premiata per il secondo anno consecutivo tra le “Deloitte Best Managed Companies”, un riconoscimento nato per omaggiare le aziende che ogni anno più spiccano per competenze, strategia, performance, e innovazione. Forte del proprio consolidamento sul mercato dei sistemi per la gestione del foro finestra, il Gruppo Alpac ha deciso quest’anno di muoversi anche nel settore delle riqualificazioni energetiche, investendo nel lancio di una nuova gamma prodotti dedicata.

(riproduzione riservata)

Il Mulino, novità editoriali ottobre 2020


06 Ottobre 2020

Tante le novità edite dalla casa editrice Il Mulino per ottobre. Dal 01 ottobre in libreria: Attilio Brilli, “Il grande racconto del favoloso Oriente”; Gian Enrico Rusconi, “Vivere nell’insicurezza”; Aldo Ferrari e Giusto Traina, “Storia dell’Armenia e degli armeni”; Paolo Guerrieri e Pier Carlo Padoan, “L’economia europea. Un nuovo ruolo nella competizione globale”. Dal 3 ottobre: Riccardo Muti in dialogo con Massimo Cacciari, “Le sette parole di Cristo”. Dall’ 8 ottobre: Federico Neresini, “Io e il mio Dna. Abbiamo davvero un destino genetico?”; Alessandro Vanoli, “Autunno. Il tempo del ritorno”; Federico Tenca Montini, “La Jugoslavia e la questione di Trieste, 1945-1954”. Dal 15 ottobre: Chiara Frugoni, “Paure medievali. Epidemie, prodigi, fine del tempo”; Maurizio Bettini, “Hai sbagliato foresta. Il furore dell’identità”; Marzio Barbagli, “Comprare piacere. Sessualità e amore venale dal Medioevo a oggi”; Vittorio Vialli, “Ho scelto la prigionia. La resistenza dei soldati italiani nei lager nazisti, 1943-1945”; Egidio Ivetic, “I Balcani”; Guido Melis, “Storia dell’amministrazione italiana (nuova edizione aggiornata)”; Marco Cursi, “Lo specchio di Leonardo. Scritture e libri del genio universale”; Tullio Giraldi, “Mindfulness e psicoterapia”. Dal 22 ottobre: Patrizio Bianchi, “Nello specchio della scuola”; Paola Valsecchi, “Attenti ai cani. Da sempre a fianco dell’uomo”; Paolo Nello, “Storia dell’Italia fascista”; Elisabetta Moro e Marino Niola (a cura di), “I segreti della dieta mediterranea. Mangiare bene e stare bene”. Dal 29 ottobre: John Barrow, “1+1 non fa (sempre) 2. Una lezione di matematica”; Carlo Trigilia (a cura di), “Modelli di capitalismo e tipi di democrazia”.

(riproduzione riservata)

Primeur cresce e si rinnova con un rebranding “unconventional”


01 Ottobre 2020

Dopo oltre 30 anni di esperienza nell’universo della Data Integration e una costante crescita di business che le ha permesso di raggiungere un fatturato da 20 milioni di euro nel 2019 quadruplicando l’EBITDA (+18% di crescita negli ultimi cinque anni), la multinazionale Primeur, nata a Genova nel 1986 con headquarter in Svizzera e presente in 28 paesi nel mondo, punta a superare con slancio il 2020 attraverso la nuova strategia di rebranding caratterizzata da una filosofia “unconventional”. Con una presenza capillare di 200 dipendenti nelle 5 business region in Europa (Svizzera, Italia, UK, Spagna e Francia), Tunisia, Nord America, Sud America e Asia, la multinazionale offre la massima professionalità nella Data Integration alle grandi aziende internazionali dei settori bancari e assicurativi, dei beni di largo consumo, dell’automotive e dell’industria manifatturiera, dell’energia, della comunicazione e della pubblica amministrazione. Su un totale di oltre 300 clienti, sono ben 15 le aziende che fanno parte della classifica Fortune 500 e che hanno scelto di adottare i software, le soluzioni e i servizi di Primeur per migliorare la propria gestione dei dati.


Nella foto: Stefano Musso, CEO di Primeur

(riproduzione riservata)

Azimut Yachts sceglie il Salone nautico di Genova per una première mondiale


28 Settembre 2020

Dopo il successo dell’anticipazione di Magellano 25 Metri a Portofino ─ con la proiezione di Open your eyes, il corto di Gabriele Muccino in cui lo yacht viene celebrato tra le più emozionanti opere d’arte del mare ─ Azimut Yachts presenta la sua più recente creazione al grande pubblico. Magellano 25 Metri sarà infatti esposto in anteprima mondiale dal 1° al 6 ottobre presso il boat show genovese.  Grazie a Vincenzo De Cotiis, architetto e artista noto in tutto il mondo, Magellano 25 Metri è uno yacht dalle caratteristiche inedite, dove materiali e tecnologie si incontrano per creare un oggetto unico e irripetibile. Agli interni di De Cotiis, dal carattere forte e distintivo, rispondono le raffinate linee esterne firmate da Ken Freivokh, che ha dato una sua personale interpretazione della Collezione Magellano. 

(riproduzione riservata)

Cmc Marine celebra i suo 15 anni al 60° Salone Nautico di Genova


22 Settembre 2020

Il Salone di Genova, che si terrà da giovedì 1° ottobre a martedì 6 ottobre, è tra gli eventi più importanti di tutto il panorama nautico, italiano e internazionale, e CMC Marine, azienda italiana leader nel settore dei sistemi di stabilizzazione ad alimentazione elettrica per yacht e superyacht, quest’anno celebra il suo 15esimo anniversario prendendo parte al boat show con uno stand dalla grafica rinnovata. All’interno del padiglione B Superiore (stand TT4), resteranno in esposizione per tutta la durata del Salone le pinne ultracompatte STAB25 e STAB30 della nuova linea Waveless, e la pinna HS60 della linea Stabilis Electra. Alessandro Cappiello, fondatore e CEO di CMC Marine (nella foto), ha voluto sottolineare quanto la partecipazione al Salone Nautico di Genova 2020 sia cruciale e determinante per tutto il settore, ma anche per i visitatori e per i clienti.

(riproduzione riservata)

Al via il Salone Internazionale del settore calzaturiero


21 Settembre 2020

Si riparte. Ha preso il via l’edizione numero novanta di MICAM Milano, il Salone Internazionale del settore calzaturiero, in programma fino al 23 settembre 2020, a Fiera Milano Rho, con in mostra le proposte di oltre 600 marchi. Per consentire agli espositori importanti occasioni di business presenti oltre 5000 buyer internazionali, provenienti soprattutto da Italia ed Europa, che MICAM ha individuato e contattato per costruire, anche attraverso di loro, una ripartenza concreta e qualificata per il business delle aziende in mostra. “Finalmente si riparte. Abbiamo lavorato intensamente a una manifestazione per molti versi unica nel suo genere, per dare un segno forte al settore che richiedeva ad Assocalzaturifici concretezza, rapidità ed efficienza nel supportare le aziende provate dalla crisi sanitaria. Osserva Siro Badon, presidente di MICAM e Assocalzaturifici (nella foto) - Siamo consapevoli che soltanto cambiando si può crescere e per questo abbiamo voluto evolvere la manifestazione attraverso MICAM Digital Show, un nuovo canale digitale attivo da ieri, che affianca gli spazi fisici di MICAM per aiutare le aziende a incontrare i mercati superando i limiti del momento.  Inoltre, abbiamo ancora una volta fatto sistema con le manifestazioni degli altri comparti del fashion e ci presentiamo uniti più che mai per permettere agli operatori e ai buyer tante opportunità in più”.

(riproduzione riservata)

Azimut Benetti inaugura l’anno nautico con un nuovo Ceo


21 Settembre 2020

Azimut|Benetti riparte da Marco Valle, investito ufficialmente del suo nuovo ruolo di CEO del Gruppo dalla Vice Presidente Giovanna Vitelli, nel corso dell’annuale appuntamento che tradizionalmente apre l’anno nautico. Valle (nella foto), in azienda dal 1996 con incarichi sempre crescenti che lo hanno portato ad assumere nel 2016 la carica di CEO di Azimut Yachts, è stato scelto dalla proprietà per armonizzare in tutto il Gruppo le best practice delle due divisioni, con l’obiettivo di creare sinergie e sviluppare sempre migliori efficienze. Ed è stato Valle ad introdurre il programma dei nuovi lanci previsti. Di fatto sono ben 9 i nuovi modelli che debutteranno nei prossimi 18 mesi. A chiusura di un anno che, nonostante lo stop per la pandemia, ha confermato la solidità e la dinamicità di un’azienda che ha costruito il suo successo investendo costantemente sulla credibilità e sulla reputazione dei suoi brand, la stagione di Azimut|Benetti si inaugura dunque sotto i migliori auspici.

(riproduzione riservata)

Confindustria Emilia ancora una volta accanto al Festivalfilosofia


16 Settembre 2020

Confindustria Emilia Area Centro conferma anche quest’anno il proprio impegno nei confronti del Festivalfilosofia, in programma da venerdì 18 a domenica 20 settembre nelle piazze di Modena, Carpi e Sassuolo. L’Associazione si inserisce nel variegato programma della tre giorni con due eventi di grande rilievo: la lectio magistralis di Massimo Recalcati e la mostra “Gli archivi del futuro”, organizzata dal Gruppo Giovani Imprenditori di Confindustria Emilia con il supporto di Haltadefinizione e in partnership con Azimut Capital Management. Dedicata al rapporto tra uomo e macchine, la ventesima edizione della manifestazione si svolgerà dal vivo adottando tutti i protocolli necessari per garantire la massima sicurezza di pubblico e operatori e indagherà una grande questione della nostra epoca, quella delle tecnologie e della loro relazione con il pensiero e l’etica, tracciando il profilo della collaborazione tra l’umano e l’artificiale con lezioni magistrali, mostre, spettacoli, letture, attività per ragazzi e cene filosofiche.

(riproduzione riservata)

Mecspe si prepara all’edizione 2020


14 Settembre 2020

Lavoro e fabbrica sempre più digitali. L’accelerazione “forzata” dei modelli organizzativi dell’ultimo periodo ha visto un radicale cambiamento della quotidianità lavorativa per molte imprese: digital talk, webinar, presentazioni su nuove piattaforme online, sono modalità diventate ormai necessarie per tenersi aggiornati e creare occasioni di business; ma soprattutto gli ultimi mesi hanno visto il rafforzamento della consapevolezza del ruolo che ricoprono gli investimenti in nuove tecnologie, rivelatisi fondamentali durante il lockdown per non fermarsi e continuare a produrre, anche a distanza. Tanto che 6 aziende su 10, secondo l’Osservatorio Nazionale MECSPE del II trimestre 2020, si sono adeguate prontamente, sapendo reagire alla crisi grazie agli investimenti introdotti da tempo in nuove tecnologie. Benefici nella ripresa, che hanno portato anche alla scelta, per quasi la metà delle aziende, di continuare a investire entro l’anno fino al 10% del proprio fatturato in innovazione, con un 17% degli intervistati intenzionato a spingersi tra l’11% e il 20%. In linea con questa tendenza, la programmazione di MECSPE - la principale fiera in Italia delle tecnologie innovative per la produzione manifatturiera organizzata da Senaf, (Fiere di Parma, 29-31 ottobre 2020) - per l’edizione 2020 coniugherà tutto il valore e l’esperienza unica del momento espositivo fisico (con oltre 1.300 aziende presenti), all’implementazione di una nuova offerta digitale, svolgendosi in totale sicurezza e senza tralasciare alcuna opportunità e proposta di networking tra le imprese. Processi che rispondono perfettamente ai dettami dell’Industria 4.0, un mercato che nel 2019 in Italia ha raggiunto un valore di 3,9 miliardi di euro, in crescita del 22% rispetto all’anno precedente.

(riproduzione riservata)