Share |

Areté in campo con il più grande noceto italiano


29 Gennaio 2020

Con un investimento complessivo di 10 milioni di euro, Areté, società di ricerca e consulenza economica specializzata nell’agro-food, ha acquisito il più grande e moderno noceto italiano (170 ettari in corpo unico a Ferrara) con la prospettiva di diventare un player di riferimento nella produzione di noci italiane. Ospiterà le più avanzate tecniche di coltivazione per garantire rese e qualità del prodotto. L’investimento è stato effettuato attraverso una società di scopo Agro Noce S.r.l., appositamente costituita e 100% Idea Agro. L’impianto del noceto è già iniziato e sarà completato con l’ultimo lotto nel 2020. Agro Noce è gestita da Areté, capo del team il suo Presidente Mauro Bruni che ha il ruolo di Presidente e Amministratore Delegato di Agro Noce.


Nella foto: Enrica Gentile, amministratore delegato della società

(riproduzione riservata)

Packaging carbon neutral: ora si può anche con la plastica


28 Gennaio 2020

Essere sostenibili e comunicare la sostenibilità del proprio prodotto è di fatto il nuovo standard per poter essere sul mercato, in special modo per i prodotti di largo consumo. L’azienda vicentina Crocco, leader nel settore dell’imballaggio flessibile, ha sviluppato un programma di Eco design collaborativo per fare, del proprio imballaggio, un packaging a impatto zero dal punto di vista delle emissioni di CO2 con procedura certificata. Le emissioni del packaging, ridotte visto il minor spessore dell’imballaggio, l'utilizzo di materiali da riciclo, finanche materiale biobased, vengono infatti compensate con l’acquisto di carbon credit, ovvero sostenendo progetti come riforestazioni o produzione di energia da fonti rinnovabili, come previsto dal Protocollo Kyoto.


Nella foto: Renato Zelcher, Amministratore Delegato di Crocco

(riproduzione riservata)

Norblast premia i dipendenti


28 Gennaio 2020

Il Gruppo Norblast, realtà italiana specializzata nella progettazione e costruzione di macchine sabbiatrici e pallinatrici, sceglie la strada della crescita e degli investimenti. Grazie all’acquisto di un nuovo stabilimento, espanderà la propria area produttiva dagli attuali 4.000 mq coperti a oltre 8.000 mq. Il 2019 conferma la crescita del Gruppo Norblast, che registra un +6%, raggiungendo un fatturato complessivo di oltre 13.000.000 di euro. Un successo che l’azienda ha scelto di condividere, riconoscendo nella competenza e nella professionalità dei propri collaboratori uno dei motivi del proprio successo. Per questo lo scorso anno la direzione di Norblast ha posto come premio di risultato un importo pari a € 100.000 da distribuire tra le risorse umane di Norblast e quelli della consociata Peen Service.

(riproduzione riservata)

“I militari italiani nei lager nazisti”, presentazione a Bologna


28 Gennaio 2020

Giovedì 30 gennaio, alle ore 18, all’Istituto Storico Parri di Bologna (via Sant'Isaia 18), la Società editrice il Mulino e l'Istituto Storico Parri, con il patrocinio di ANED e ANPI Bologna, organizzano la presentazione del volume “I militari italiani nei lager nazisti. Una resistenza senz'armi (1943-1945)” di Mario Avagliano e Marco Palmieri. Intervengono: Giacomo Manzoli, Presidente Istituto Storico Parri; Fabrizio Tosi, Presidente ANED; Anna Cocchi, Presidente ANPI Bologna. Dialogano con Mario Avagliano: Luca Bottura, Federico Chiaricati, Rossella Ropa, Bruno e Silvana Vialli.

(riproduzione riservata)

Cmc Marine firma un nuovo contratto negli Usa


27 Gennaio 2020

È un passo avanti importante quello dell’installazione negli Stati Uniti di un prodotto Cmc Marine su uno yacht new build. L’azienda italiana, sempre ai primi posti nel segmento refit e nelle scelte di cantieri e armatori, apre le porte Oltreoceano a nuove collaborazioni di rilievo partendo dal brand americano Marlow Yachts. La fornitura degli stabilizzatori Stabilis Electra per la costruzione di un nuovo Marlow Explorer risulta di conseguenza doppiamente importante: da un punto di vista territoriale definisce e stabilizza la presenza del brand italiano negli USA, mentre da un punto di vista tecnico dà vita a nuove opportunità di collaborazione all’interno del mercato della costruzione di nuovi modelli.

(riproduzione riservata)

Tante novità editoriali per Il Mulino


17 Gennaio 2020

La casa editrice bolognese Il Mulino presenta le novità editoriali in uscita a gennaio e febbraio. 
Giovedì 16 gennaio: Oscar Iarussi, “Amarcord Fellini. L’alfabeto di Federico”; Nadia Urbinati, “Io, il popolo. Come il populismo trasforma la democrazia”; Alessandra Tarquini, “Socialismo, sionismo, antisemitismo 1892-1992”; Anna Donise, “Critica della ragione empatica. Fenomenologia dell’altruismo e della crudeltà”. 
Giovedì 23 gennaio: Ferruccio de Bortoli e Salvatore Rossi, “La ragione e il buonsenso. Conversazione patriottica sull’Italia”; Mario Avagliano, Marco Palmieri, “I militari italiani nei lager nazisti. Una resistenza senz’armi (1943-1945)”; Francesco Valagussa, “Forma e imitazione. Come le idee si fanno mondo”; Urban@it Quinto Rapporto sulle città. Politiche urbane per le periferie”. 
Giovedì 6 febbraio: Richard Baldwin, “Rivoluzione globotica. Globalizzazione, robotica e futuro del lavoro”; Attilio Brilli, con Simonetta Neri, “Le viaggiatrici del Grand Tour. Storie, amori, avventure”; Nicholas Terpstra, “Purezza e fede. Esuli religiosi nell’Europa moderna”; Alessandro Dal Lago, “Viva la sinistra. Il futuro di un’idea”; Maurizio Bettini, Massimo Raveri, Francesco Remotti, “Ridere degli dèi, ridere con gli dèi”; Paola Rudan, “Donna. Storia e critica di un concetto polemico”; Claudio Lagomarsini, “Il Graal e i cavalieri della Tavola Rotonda”. 
Giovedì 20 febbraio: Gastone Breccia, “La caduta. La sconfitta in Afghanistan e il destino dell’Occidente”; Marianna Filandri, Manuela Olagnero, Giovanni Semi, “Casa dolce casa. Italia, un paese di proprietari”; Maurizio Catino, “Organizzazioni mafiose. La mano visibile dell’impresa criminale”; Francesco Bello, “Diplomazia culturale e guerra fredda. Fabio Luca Cavazza dal Mulino al centrosinistra”. 
Giovedì 27 febbraio: Alessandro Vanoli, “Primavera. La stagione inquieta”. 
Giovedì 5 marzo: Emanuele Felice, “Dubai, l’ultima utopia”; Franco Garelli, “Gente di poca fede. Il sentimento religioso nell’Italia incerta di Dio”.

(riproduzione riservata)

Gruppo Fabbri e Caveco insieme


17 Gennaio 2020

Gruppo Fabbri – realtà industriale internazionale leader nella produzione e vendita di macchine e film per il confezionamento alimentare, da oltre 60 anni sul mercato. Con circa 500 dipendenti, 160 brevetti concessi in diversi paesi nel mondo e il 5% del fatturato investito in Ricerca e Sviluppo – ha annunciato l’ingresso ufficiale di Caveco all’interno della storica realtà modenese. Grazie a questa operazione, il Gruppo Fabbri prosegue il percorso di crescita mentre Caveco, leader nel settore del confezionamento e della termosigillatura, accelera il percorso di internazionalizzazione recentemente intrapreso. Caveco, che nel 2019 ha celebrato i 40 anni dalla sua fondazione, si è costruita nel tempo una solida fama grazie all’estrema robustezza ed affidabilità delle sue macchine, specializzandosi anche nel dosaggio di prodotti considerati “difficili”, come insalata russa, prodotti semisolidi ecc. e nell’offerta di linee complete dedicate alla preparazione di vari alimenti.

(riproduzione riservata)

Confindustria Emilia celebra i giovani artisti


17 Gennaio 2020

Anche quest’anno torna il tradizionale appuntamento con il Contemporary Party, l’evento promosso dai Giovani Imprenditori di Confindustria Emilia per celebrare il connubio tra giovani, arte e impresa, in programma ogni inverno in occasione di Arte Fiera, che si svolgerà venerdì 24 gennaio presso l’Opificio Golinelli in Via Paolo Nanni Costa, 14 a Bologna e vedrà l’assegnazione del primo “Young Art Award 2020”, nato dalla collaborazione con la Fondazione Golinelli e l’Accademia di Belle Arti di Bologna. Le opere partecipanti saranno esposte presso l'Opificio Golinelli dalle ore 18.30. La stampa è invitata a partecipare dalle ore 20.00 per assistere alla proclamazione dell'artista vincitore.

(riproduzione riservata)

Distillerie Bonollo premiata al Senato


17 Gennaio 2020

Si è svolta nella suggestiva cornice della Sala Koch a Palazzo Madama, tra le più alte cariche dello Stato, personaggi famosi e imprenditori italiani, la cerimonia di conferimento del Premio 100 Ambasciatori Nazionali. Le Distillerie Bonollo Umberto di Padova, dopo aver già ricevuto nel 2016 il Premio 100 Eccellenze Italiane, ricevono il riconoscimento di Ambasciatori Nazionali, unica distilleria italiana ad aver ricevuto tale riconoscimento, con la motivazione di “aver contribuito allo sviluppo socio-economico non solo del settore ma dell’intera Nazione e per aver saputo difendere le proprie radici, contribuendo al progresso e all’innovazione”. Il Premio 100 Ambasciatori Nazionali è dedicato a comuni, aziende ed enti che nel loro territorio e in tutto il Paese, mettono in pratica azioni volte allo sviluppo socio-economico e valorizzazione del patrimonio, diventando un esempio virtuoso per la comunità.


Nella foto: Elvio Bonollo, IV generazione di famiglia alla guida delle Distillerie Bonollo Umberto, accanto a Carlo Verdone che gli ha consegnato il premio

(riproduzione riservata)

Chiusura d’anno positiva per Aurora Biofarma


07 Gennaio 2020

Un 2019 all’insegna della crescita per il gruppo Aurora Biofarma, azienda farmaceutica italiana con sede a Milano, che annuncia per l’anno appena concluso il superamento della quota dei 25 milioni di euro di fatturato. Numeri importanti per l’azienda con una crescita del +31% rispetto all’anno precedente, resa possibile innanzitutto dai risultati della divisione umana: in campo nutraceutico con i prodotti ABI line, nell’ambito gastroenterologico (su tutti Marial e Refluxsan) e grazie alle ottime performances della linea tech. In un contesto di crescita generale, molto bene anche la linea veterinaria che nel 2019 si configura ormai con i parametri di un’azienda autonoma: quasi 5 milioni di fatturato con il superamento dei target per i settori nutra e food.

(riproduzione riservata)