Share |

Romagnoli F.lli Spa: fatturato 2017 a +7,4%


27 Luglio 2018

Ricavi a quota 32,7 milioni di euro (+7,4%), incremento dei prodotti commercializzati del +8,7% (patate da seme, consumo e trasformate) e delle consegne (+20%) per Romagnoli F.lli Spa, azienda bolognese tra le principali realtà italiane attive nel settore della lavorazione e commercializzazione di prodotti ortofrutticoli, in particolare patate, che chiude il bilancio 2017 con tutti gli indicatori positivi. In crescita anche la rete commerciale (+10,2% i clienti serviti) dell’azienda, guidata da Giulio Romagnoli (nella foto). Sul versante della crescita, il 2017 ha segnato anche l’incremento degli investimenti in industria 4.0 destinati all’ulteriore miglioramento tecnologico e il potenziamento delle linee di lavorazione.

(riproduzione riservata)

Sant'Anna lanciare un e-commerce


26 Luglio 2018

Il Gruppo Sant’Anna (Fonti di Vinadio Spa), che produce e distribuisce l’omonima marca leader nazionale dell’acqua minerale e le bevande a marchio SanThè (the freddo) e Karma (mix di frutta e verdura), debutta nel commercio elettronico con una vetrina virtuale di sua proprietà, shop.santanna.it, frutto di circa due anni di progettazione e sviluppo. E’ la prima azienda leader del beverage a lanciare un proprio canale e-commerce. L’obiettivo principale è poter gestire direttamente il servizio di consegna a domicilio per i consumatori che già compiono la maggior parte dei loro acquisti sul web e per coloro che, sempre più numerosi, gestiscono anche la spesa settimanale con mouse e monitor. L’e-commerce permetterà inoltre di avere accesso all’intera gamma prodotti dell’azienda: circa 30 referenze tra i numerosi formati di acqua e le bevande SanThè e Karma.


Nella foto: Alberto Bertone (Presidente e AD Gruppo Sant’Anna)

(riproduzione riservata)

Apo Conerpo: il fatturato vola a 736 milioni di euro


24 Luglio 2018

Apo Conerpo, principale organizzazione europea di produttori di ortofrutta fresca, ha chiuso il bilancio 2017 con un volume d’affari record, arrivato per la prima volta a 736 milioni di euro, in aumento del 2,8% rispetto ai 716 milioni dell’anno precedente. Si tratta di un dato decisamente positivo ottenuto anche grazie all’eccezionale gioco di squadra svolto dalle società che compongono il Gruppo, che ha collocato sul mercato oltre 1.080.000 tonnellate di prodotti ortofrutticoli freschi. Il patrimonio netto sfiora i 27 milioni di euro, gli investimenti strutturali superano i 32 milioni.


Nella foto: Davide Vernocchi, presidente del Gruppo

(riproduzione riservata)

Riscaldamento fossil free: in Italia la prima filiera integrata


24 Luglio 2018

Con l’acquisizione di E.Geo – primo operatore nazionale nella realizzazione di impianti geotermici per il riscaldamento -, il Gruppo Veos annuncia di aver completato la prima filiera italiana di riscaldamento e raffrescamento fossil free, senza combustione, senza emissioni in atmosfera e adatto anche agli edifici più obsoleti (no ristrutturazioni). Nata alla fine del 2013, Veos vanta a livello consolidato proporzionale un fatturato di 37 milioni di euro e un EBITDA di 2 milioni di euro. È una holding operativa che, a partire dalla primavera del 2014, ha lanciato alcune iniziative di start up nei settori dell’efficienza energetica e dell’ambiente e, dal 2015, opera nel trading e nell’energy management.


Nella foto: Massimo Orlandi, presidente di Veos

(riproduzione riservata)

Fruit24, concluso il tour della frutta e verdura fresca


23 Luglio 2018

Si è concluso il Roadshow di FRUIT24, il progetto promosso da Apo Conerpo, co-finanziato da Unione Europea e MiPAAF, con l’obiettivo di incentivare la domanda di ortofrutta e valorizzare stili alimentari orientati al benessere dei consumatori di ogni età. Partito il 26 maggio da Genova, il tour degli eventi itineranti ha toccato 28 tappe complessive – tra grandi città del nord e affollate località turistiche della costa romagnola, marchigiana, toscana e ligure – tagliando il traguardo finale sabato 21 luglio a Lerici, in provincia di La spezia. Un “giro d’Italia” molto speciale, quello del truck di #Fruit24, che ha portato tutto il benessere della frutta e verdura fresca di stagione tra i quasi 100 mila consumatori raggiunti.

(riproduzione riservata)

Ruffino raggiunge i 100 milioni di fatturato


20 Luglio 2018

100 milioni di fatturato per l'azienda vinicola Ruffino in occasione del suo centoquarantesimo anniversario, con una crescita delll'8% in più dell'anno precedente. La fonte principale di crescita è rappresentata, ancora una volta, dall'export, che ha registrato un fatturato del 93% sul totale: il mercato statunitense, unito a quello canadese, si posizionano al primo posto. Il cuore dell'azienda, però, rimane in Toscana. Ruffino, infatti, è una delle poche aziende che, pur essendosi affiancata a mercati esteri, mantiene il suo centro nevralgico in Italia, precisamente a Pontassieve (FI). La crescita è tangibile anche in Europa grazie all'ottenimento di nuovi brand. La svolta per questa crescita esponenziale viene rappresentata dalla scelta di due azioni parallele ed efficaci: da una parte l'introduzione di nuovi vini e dall'altra il consolidamento della leadership come azienda di vini radicata in Toscana.

(riproduzione riservata)

LAPP supera il miliardo di euro di fatturato


17 Luglio 2018

Per la prima volta nella sua storia, LAPP - leader nello sviluppo e produzione di soluzioni integrate nella tecnologia di cablaggio e collegamento - supera il miliardo di euro di fatturato, con una crescita del 13,9% rispetto ai dati precedenti, per un totale di 1.026,8 milioni di euro nell’anno fiscale 2016/2017. In aumento l’organico, che conta, ad oggi, 3.770 dipendenti (+9,6%). La sede di Desio (MB) ospita un magazzino automatizzato collegato alle sedi logistiche europee del gruppo, per un totale di 40.000 referenze sempre disponibili, per consegne rapide e puntuali ovunque. LAPP opera in Italia nei seguenti settori: macchine e impianti, ingegneria industriale, industria alimentare, energia e mobilità.


Nella foto: Andreas Lapp, Presidente di LAPP

(riproduzione riservata)

Dinamica® by Miko raggiunge gli 80 milioni di fatturato


11 Luglio 2018

Record di fatturato per Miko, l’azienda produttrice della raffinata microfibra ecologica Dinamica® - prodotto di lusso e di eccellenza made in Italy, che veste, tra gli altri, modelli di Mercedes Benz, Jaguar, VW, Volvo –, che ha raggiunto gli 80 milioni di fatturato nel 2017 e ha raddoppiato la vendita del prodotto in soli 4 anni. L’azienda ha chiuso il primo semestre 2018 con 46.4 milioni di euro (pari a 1.4 milioni di metri veduti) e i trend registrati fanno presagire ad un’ulteriore impennata delle vendite fino a dicembre superando così le vendite del 2017. Negli ultimi quattro anni, Miko ha più che duplicato il fatturato, registrando nell’ultimo anno un venduto di 2 milioni e 500 mila metri di Dinamica®.

(riproduzione riservata)

Imprenditoria innovativa: torna il Premio GammaDonna


10 Luglio 2018

Esiste un tessuto imprenditoriale nuovo e innovativo, spesso poco noto ma diffuso in tutti gli angoli del Paese, che contribuisce ogni giorno in maniera significativa all’economia. Crescente è il numero di donne e giovani con una spiccata propensione all’innovazione non solo di prodotto o servizio, ma anche di processo e modello organizzativo. È proprio a costoro che si rivolge il Premio GammaDonna, giunto quest’anno alla sua 10° edizione, al quale è possibile iscriversi da oggi fino al 10 agosto. Il Premio è destinato a imprenditrici di ogni età e a giovani imprenditori under 35 che si siano distinti per aver innovato con prodotti/servizi, processi e modelli organizzativi nuovi all’interno della propria azienda, costituita entro il 30 giugno 2016. Imprenditrici e giovani imprenditori che hanno saputo coniugare con successo innovazione, impresa e società, sperimentando attività e assetti nuovi e facendo del “valore condiviso” un vero e proprio vantaggio competitivo.

(riproduzione riservata)

Nuovo stabilimento produttivo per il Pastificio Felicetti


10 Luglio 2018

Con un investimento di circa 28 milioni di euro, Pastificio Felicetti ha aperto un nuovo stabilimento produttivo a Molina di Fiemme (TN). Una sfida importante che è maturata dopo diversi anni in cui l’azienda - che quest’anno compie 110 anni - ha visto crescere i propri mercati di riferimento e a seguito di una domanda che è arrivata a superare la capacità di risposta determinando la piena saturazione della capacità produttiva dello stabilimento storico di Predazzo, che oggi produce 20 mln di Kg di pasta all’anno in oltre 200 formati in una struttura che nel 2013 era già stato oggetto di ampliamento. Per sostenere questo investimento, il Pastificio ha aperto per la prima volta le porte del suo azionariato ad un socio: ISA (Istituto Atesino di Sviluppo S.p.A.) di Trento, che otterrà una partecipazione nella società pari al 22% attraverso un investimento di 5 Milioni di Euro tramite un aumento di capitale con l’obiettivo di accompagnare l’azienda in ulteriori piani di sviluppo, che non escludono anche una quotazione in borsa come progetto a medio termine.

(riproduzione riservata)

Patfrut sfiora i 64 milioni di euro di fatturato


05 Luglio 2018

Prosegue decisamente senza soste la crescita della Patfrut, realtà di punta del settore ortofrutticolo aderente alle Organizzazioni di produttori Apo Conerpo e Asso.Pa., a Conserve Italia, Confcooperative e Legacoop. Nell’esercizio 2017/2018, la cooperativa ferrarese ha infatti commercializzato oltre 58.000 tonnellate di ortaggi freschi, quasi 34.000 tonnellate di frutta fresca e circa 35.000 di orticole da industria, sviluppando un fatturato complessivo vicino ai 64 milioni di euro, superiore di circa 2,2 milioni rispetto a quello dell’anno precedente. Patfrut conta 591 soci, 228 addetti (tra fissi e stagionali) e10 stabilimenti (7 in provincia di Ferrara, 3 in provincia di Bologna). Il patrimonio netto si attesta a 16,9 milioni di euro.

(riproduzione riservata)

Nuovo amministratore delegato alla Pietro Coricelli Spa


03 Luglio 2018

Pietro Coriceli Spa annuncia la nomina di Chiara Coricelli (nella foto) come Amministratore Delegato dell’omonima azienda olearia di Spoleto, fondata nel 1939 e che oggi rappresenta una delle realtà italiane più distribuite a livello globale dove è presente in 110 paesi nel mondo. Una scelta che conferma la lungimiranza di un’azienda che, forte della sua storicità e tradizione, con quasi 80 anni di storia, guarda al futuro con una grande capacità di apertura verso nuove sfide. Chiara Coricelli, rappresentante della terza generazione e ultima dopo tre figli maschi, prende in mano le redini di famiglia a soli 37 anni.

(riproduzione riservata)

Coopservice cresce a 862 milioni di euro


29 Giugno 2018

Un 2017 di crescita per il Gruppo Coopservice, uno dei principali operatori nazionali nella fornitura di servizi integrati, che ha chiuso l’esercizio con un valore della produzione di 862 milioni di euro, +10% rispetto al 2016 ed una significativa crescita occupazionale: +9,4%, per un totale di 20.788 addetti. Il 2017 si è chiuso con un EBITDA di 99,8 milioni di euro (+11,2%) e un risultato netto di 6,7 milioni di euro. Cresciuto del 5,1% anche il patrimonio di gruppo che ammonta a 127,4 milioni. Alla crescita del gruppo hanno contribuito tutte le società controllate, in particolare: Archimede Spa è passata da 44 a 70 milioni di fatturato, Gesta Spa cresciuta da 56 a 76 milioni di euro e Servizi Italia Spa, quotata in Borsa, che ha registrato un incremento dei ricavi del 6,1% attestandosi a 252,1 milioni di euro. Positivo anche l’andamento della cooperativa capogruppo: il valore della produzione di Coopservice è stato di 475 milioni di euro (+3,5%), con un EBITDA a 20,3 milioni (+4,2%) e un risultato ante imposte di 4,8 milioni di euro. Gli occupati sono passati da 13.718 a 14.575, con una crescita del 6,3%.


Nella foto: Roberto Olivi, presidente di Coopservice

(riproduzione riservata)

Silver economy: gli over 65 non hanno risentito della crisi


27 Giugno 2018

L’Italia è il Paese più longevo d’Europa con circa 13,5 milioni di over 65 su un totale di 177 milioni nel continente, destinati a diventare 242 entro il 2050. Ma chi sono gli over 65 di oggi? Cosa fanno e come spendono i loro soldi? A svelarlo è la società Prometeia nella ricerca presentata durante la recente due giorni sulla Silver Economy organizzata dall’Assessorato allo sviluppo economico del Comune di Genova. Gli over 65 italiani vivono in maggioranza da soli (47,6%) e godono di un’aspettativa di vita in buona salute stimabile in dieci anni. La recente crisi economica non ha scalfito il loro potere d’acquisto grazie a un reddito medio di 21mila euro, il 30% più alto di quello delle famiglie con il marito under 35. Un tesoretto che i senior amano investire prima di tutto per aiutare figli e parenti (il 30%). Il resto è destinato ad alimentazione, utenze e spese mediche. Dal 2007 si registra una maggiore spesa in attività culturali, vacanze e perfino sport. In particolare, lo scorso anno il 18% di over 65 risultava coinvolto in attività sportive, mentre il 24% si è recato al cinema almeno una volta.

(riproduzione riservata)

Contraffazione: in Italia una "tassa" pro capite da 142 euro


27 Giugno 2018

Lo confermano i dati della ricerca Euipo (Unione Europea per la proprietà intellettuale), che mette in allarme produzione, commercio e occupazione del vecchio continente: il danno della contraffazione è enorme, considerato che le aziende che producono in modo trasparente e regolare produrrebbero maggiormente in assenza di contraffazione. Pesanti le ricadute anche sull'occupazione: 434.000 posti di lavoro in meno in Europa, 52.700 in Italia. Favini, tra i leader globali nella realizzazione di specialità grafiche innovative a base di materie prime naturali e un crescente know how nell’ambito dei sistemi di sicurezza in carta, offre Secure Suite, che comprende elementi di sicurezza che possono essere integrati nella carta singolarmente o, per una maggior protezione, in combinazione.


Nella foto: Andrea Favini, Direttore Vendite Export & Marketing di Favini

(riproduzione riservata)

Controsoffitti acustici in Italia: scenari interessanti per il 2018


26 Giugno 2018

I dati diffusi dall’Ance – Associazione Nazionale Costruttori Edili – nell’Osservatorio Congiunturale sull’Industria delle Costruzioni, evidenziano come il 2018 potrebbe rappresentare l’anno di svolta per il settore. Gli investimenti complessivi torneranno a crescere: la previsione è di un aumento dei livelli produttivi del +2,4% in termini reali. Un trend che deriva dalla continua crescita nell’ambito della riqualificazione del patrimonio abitativo, trainato anche dalle misure contenute nella Legge di Bilancio 2018 e dagli incentivi fiscali legati al sismabonus ed ecobonus, al cambio di segno delle opere pubbliche e al significativo incremento del 3,7% per gli investimenti in costruzioni non residenziali private. Il rilancio del settore delle costruzioni, nonostante i positivi segnali di ripresa, appare ancora molto lento a causa del lungo decennio di crisi e di progressiva contrazione del valore della produzione, che ne ha profondamente modificato la struttura. Gli effetti, però, si sono manifestati con entità diversa lungo tutta la filiera, facendo registrare performance differenziate tra i vari segmenti, tra cui quello dei costruttori a secco di soffitti acustici, settore in cui spicca tra gli altri Armstrong Building Products, azienda leader in sistemi acustici di controsoffittatura per applicazioni commerciali e civili.


Nella foto: Alessandro Buldrini, Regional Sales Manager di Armstrong Building Products

(riproduzione riservata)

La qualità Specialinsert nella produzione di sistemi di fissaggio per l'Automotive è ora certificata IATF 16949:2016


25 Giugno 2018

Specialinsert – primaria realtà industriale specializzata nella produzione e commercializzazione di sistemi di fissaggio – ha conseguito la certificazione IATF 16949:2016 del sistema di gestione Qualità nella progettazione e produzione di prodotti e componenti per il fissaggio meccanico. Si tratta di un ulteriore traguardo che testimonia la naturale vocazione per la qualità ed il miglioramento continuo dell'azienda e la posiziona sul mercato quale partner d’eccellenza per l’industria automobilistica. La nuova norma IATF 16949:2016, revisione della specifica tecnica ISO/TS 16949:2009, disciplina alcune prassi diventate abituali nella catena della fornitura del settore automotive, rendendo obbligatorio il rispetto dei Customer Specific Requirements.

(riproduzione riservata)

Toso brinda alla crescita 2017


22 Giugno 2018

Si brinda nella cantina Toso di Cossano Belbo: il 2017 si è chiuso con un fatturato in aumento del 5%, che supera i 37 milioni di euro (erano 35 nel 2016). Contestualmente crescono gli investimenti, che quintuplicano nel 2017, raggiungendo i 2 milioni e mezzo di euro, per sostenere i futuri piani di sviluppo. Stabile l’occupazione, con 56 dipendenti in forza nella sede immersa nella valle del Belbo, tra le colline delle Langhe. Oltre agli investimenti in produzione, l’azienda ha dedicato importanti risorse alla tecnologia per diventare sempre più una cantina 4.0. Un nuovo magazzino automatizzato e refrigerato è entrato in funzione in questi ultimi mesi. È con la tecnologia che gli esperti di Casa Toso, dalla vinificazione all’imbottigliamento, individuano nuovi procedimenti razionali in un processo di miglioramento continuo della competenza derivante da un secolo di esperienza nel settore.


Nella foto: la famiglia Toso, alla guida dell’azienda

(riproduzione riservata)

Nasce il polo italiano della noce di qualità


22 Giugno 2018

E’ stato raggiunto un importante accordo per la creazione di un grande polo italiano della noce di qualità: lo hanno firmato il Presidente di New Factor Alessandro Annibali e il Presidente di Agrintesa Raffaele Drei. L’intesa segue la presentazione del progetto di filiera proposto con a capo New Factor, insieme ad Agrintesa e a undici aziende agricole, nell’ambito del PSR della Regione Emilia- Romagna.L’accordo prevede che le due imprese, con le aziende agricole che vi fanno capo, sviluppino insieme la coltivazione del noce da frutto, soprattutto in Emilia-Romagna, oltre che nei territori limitrofi, assicurando alle imprese agricole aderenti al progetto l’assistenza tecnica e il ritiro del prodotto, rispondendo a stringenti standard qualitativi. Un altro elemento fondante dell’intesa è lo sviluppo congiunto del marketing e della vendita, di cui si farà carico New Factor, azienda specializzata nella trasformazione e commercializzazione di frutta secca da più di 30 anni, presente su tutti i canali distributivi nazionali con il proprio marchio Mister Nut, ponendosi come interlocutore unico per la GDO nazionale che richiede noci italiane di alta qualità. Il polo che si viene a creare può già contare su 260 ettari impiantati con le varietà Chandler, Howard e Lara, anche se circa la metà di questi andranno in produzione nei prossimi anni, con l’obiettivo di raggiungere 500 ettari impiantati entro il 2021.


Nella foto: sa sinistra, Cristian Moretti Direttore Agrintesa, Raffaele Drei Presidente Agrintesa, Alessandro Zampagna componente CDA New Factor, Alessandro Annibali Presidente New Factor, Francesco Bassi vice direttore Agrintesa, Federico Cavassi Ufficio Coordinamento Agrintesa.

(riproduzione riservata)

Net Service cresce insieme a FlossLab


21 Giugno 2018

L’azienda bolognese Net Service Spa ha perfezionato l’acquisizione di FlossLab, spin off dell’Università di Cagliari che vanta tra i suoi asset un laboratorio di eccellenza dedicato alla blockchain. «Con FossLab – commenta Gianluca Ortolani, amministratore delegato di Net Service Spa – il nostro gruppo diventa il punto di riferimento nella progettazione e sviluppo di soluzioni applicate in ambito cyber security e, più nello specifico, un polo tecnologico specializzato nella blockchain».

(riproduzione riservata)