Share |

La nuova Nato di Biden esclude l’Europa

America, Regno Unito e Australia si sono unite contro la minaccia Cinese


20/09/2021

di Silvestro Righi


La nuova difesa contro la minaccia navale Cinese è stata annunciata dallo sfidante alla guida della globalizzazione, Joe Biden. 
L’Australia, è entrata a far parte del club che attualmente guida il mondo e lo fa portando in dote dei sottomarini mossi da reattori atomici che possono navigare per mesi senza riemergere. 
I sommergibili nucleari saranno costruiti con l’aiuto di due fabbriche britanniche, la Bae Systems e la Rolls Royce. 
Con questa flotta subacquea, l’Australia sarà in grado di essere un concreto supporto per controllare da molto vicino le ambizioni mondiali della Cina. 
Il patto raggiunto dal nuovo club ha sollevato parecchie polemiche, ma l’Europa non ha ancora compreso che l’abbraccio col Dragone la soffocherà e la cosa più sorprende è che si è sottomessa, per interessi economici, a un dittatore che è stato accusato di trapianti umani illeciti. 
 Una squallida industria dietro alla Grande Muraglia che incassa miliardi e fa rabbrividire. 
Depredare organi è uno degli sport preferiti di Pechino, afferma il medico Torsten Trey, un affare squallido dove il governo di Xi Jinping detiene il monopolio. 
Purtroppo, l’Europa invece di denunciare con forza questo scempio, fa lingua in bocca col Dragone e non fa nulla per fermare questa mostruosità che prospera sulle spalle dei più deboli del mondo. 
Josep Borelli, rappresentante estero Ue, è rimasto sorpreso dalla nuova alleanza mondiale e questo stupore fa comprendere quanto è attenta l’Europa a quello che accade nel mondo per essere i leader dellla globalizzazione.   
Quello che emerge è che l’Unione non possiede una propria filosofia economica mondiale, ma sottostà alla legge del più forte, che in questo momento sembra 
nelle mani del Dragone e, proprio per questo motivo, Joe Biden la esclusa dalla nuova alleanza del Pacifico…           

(riproduzione riservata)