L'Editoriale

Per salvare l’Italia occorre far saltare il banco europeo

Con l’unione familiare il nostro sistema economico può conquistare il mondo

di Mario Pinzi

La lotta tra Globalismo e Sovranismo è una guerra che sta mettendo in ginocchio mezzo mondo. Detto questo, la politica inconcludente del nostro Governo, attuata in difesa dell’arma batteriologica (Covid-19), è carica di incognite. Faccio questa affermazione perché il coprifuoco che è stato approvato non risolve il problema sanitario, ma danneggia fortemente quello economico. Quello che veramente serve è un tavolo politico con la presenza delle forze di maggioranza e opposizione, finalizzato a decidere l’uscita immediata dall’euro. Se questo provvedimento non verrà preso il nostro default è assicurato. La proposta di tornare alla sovranità monetaria è una soluzione che il nostro giornale ripete da anni e in

[leggi ...]

Prima pagina

Il risvolto della pandemia? Gli italiani spendono meno e, di riflesso, risparmiano di più. Ma non è un bene per l’economia

Gli effetti distorsivi della pandemia legata al Covid-19 si fanno sentire e mostrano famiglie più povere, più preoccupate per il loro futuro ma anche con qualche risparmio in più sul conto corrente. È questa la fotografia scattata dal Global Wealth Report del Credit Suisse Research Institute nonché dall’Associazione bancaria italiana nel suo tradizionale bollettino mensile. In altre parole le famiglie, come sempre succede in tempo di crisi, tendono a tenere i soldi sotto il materasso, ma visto che siamo nel terzo millennio, in realtà si limitano a tenerli sul conto corrente invece di spenderli o investirli. Questo nonostante le entrate siano mediamente diminuite. E lo stesso stanno facendo le imprese, che tendono a far lievitare la liquidità di cassa ancor più dei privati.

[leggi ...]

Storie d'impresa

Dinastycoin e S.E.S. alla conquista delle aree extraterritoriali

La crisi economica e l’adozione della moneta unica hanno dato il via alla creazione di queste particolari zone franche

di Damiano Pignalosa

Un cammino lungo 20 anni quello intrapreso dalla moneta unica che ha cambiato radicalmente la gestione economica dell’intera Europa. Con il passare del tempo si sono creati sempre più schieramenti dalle visioni completamente contrapposte: se da un lato ritroviamo chi difende a pieni polmoni l’adozione dell’euro e l’attuale gestione politica dell’Ue, dall’altra i malumori dovuti all’abbandono dell’indipendenza monetaria nazionale con conseguente adozione dei sistemi promossi da Bruxelles hanno fatto nascere delle comunità che pian

[leggi ...]

Cultura

"Cadono le favole" e nasce una grande cantante

Stefania Scalia, la nuova Mia Martini. Nei suoi brani il dolore di una ferita che non riesce a rimarginarsi in abbinata alla voglia di ricominciare

di Mario Pinzi

Mia Martini è tornata e ha la voce di Stefania Scalia. È uscito il secondo inedito della giovane artista

[leggi ...]

Prima pagina

“L’isolazionismo Usa offre all’Europa la chance di tornare protagonista internazionale”

Secondo lo storico e saggista Sergio Romano, la pandemia è l’effetto della globalizzazione ed è quindi ingiusto accusare la Cina di averla generata. Giuseppe Conte? Ha gestito bene l’emergenza, ma in politica estera non è stato incisivo. L’allargamento a Est dell’Ue? Un errore. E il modernismo di papa Francesco? Aumenta le divisioni nella Chiesa

di Giambattista Pepi

La pandemia non deve sorprenderci: è l’effetto indesiderato ma inevitabile della globalizzazione che ha reso le comunicazioni dei popoli più rapide e intense del passato. Le accuse alla Cina di averla generata sono ingiuste e meschine. Conte è un uomo saggio: il suo

[leggi ...]

Prima pagina

È accettabile fronteggiare la peste del secolo con una mascherina di cartastraccia?

E che dire dei ristoranti chiusi alle 18? Deve averla pensata un ministeriale che va a cena alle cinque del pomeriggio. E il problema dei trasporti? Silenzio assordante. E ancora... Ma lasciamo perdere. Sparare sul Governo è come farlo sulla Croce Rossa

di Sandro Vacchi

Una sigla incombe sulle vite degli italiani: Dpcm. La pronunciano sempre così, i governanti e i megafoni di regime, lasciando credere ai sudditi che significhi Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri. E' il nuovo strumento del governare, azione che non passa

[leggi ...]

Prima pagina

Covid-19: altro Dpcm e altre disposizioni, mentre il malcontento si fa strada

Di fatto la nuova stretta decisa dal Governo ha provocato reazioni violente (quanto inaccettabili) in diverse città, peraltro cavalcate sia da frange estremistiche che dalla malavita locale. Mentre Conte, per calmare le acque, assicura interventi rapidi a favore delle categorie più colpite

Altra settimana, altro Dpcm. Il Governo Conte, dovendo barcamenarsi fra le liti interne e il dilagare della pandemia da Covd-19, ha varato nuove regole e nuove misure che resteranno in vigore (ma non facciamoci troppe illusioni, in quanto potrebbe arrivare a

[leggi ...]

Storie d'impresa

Biochimica: una storia tutta italiana nel segno della pulizia e del rispetto per l'ambiente

La chimica può essere bio e aiutare a tutelare l’ambiente. E’ questa la sfida di Biochimica azienda dell’Emilia Romagna che da 50 anni si occupa della pulizia e dell’igiene della casa con detersivi liquidi e in polvere ecocompatibili, sicuri per la salute delle persone e attenti anche al portafoglio. Una realtà tutta italiana, molto combattiva che con i suoi 50milioni di fatturato riesce comunque a stare al passo della concorrenza delle multinazionali. La sede storica è a Zola Predosa (BO), dove vengono prodotti e confezionati i detersivi liquidi, mentre quelli in polvere nascono in

[leggi ...]
In primo piano

Fra i misteri, i segreti e le cupe atmosfere del Nord-Est contadino degli anni Cinquanta con una guida d’eccezione: Pupi Avati

Il quale ci racconta del suo ultimo romanzo, L’archivio del Diavolo, un lavoro a metà strada fra thriller, horror ed esoteria in buona parte scritto durante il lockdown. Giocando a rimpiattino - lui personaggio accattivante e ironico, “sincero e bugiardo al tempo stesso, ma anche un po’ mascalzone” - con un privato che sa condire con folate di intrigante fantasia  

di MAURO CASTELLI

Pupi Avati, basta la parola. Un personaggio fuori dalle righe che se non ci fosse bisognerebbe inventarlo: regista, sceneggiatore, scrittore e produttore cinematografico di livello. Un uomo accattivante, “sincero, ironico e un po’ mascalzone” (sono parole sue), capace di infiocchettare furbescamente i suoi ricordi dietro il paravento dell’invenzione, tanto da ammettere: “Per me la bugia altro non è che una diversa modalità dell’immaginazione”. Di fatto un numero uno piacevole, garbato e al tempo stesso invidioso. “Quando un mio collega ha successo ne soffro”, ebbe infatti a dire a un prete

[leggi ...]

Passioni, inganni, un papa oscurantista e un re cattolico (ma con animo italiano) a 150 anni dalla Breccia di Porta Pia

Dalla intrigante penna, mai fuori dalle righe, del giornalista e scrittore Claudio Fracassi uno spaccato per molti aspetti inedito su come si viveva a Roma nel 1870, su come la città fu liberata e su come e da chi fu comprata e saccheggiata

di LUCIO MALRESTA

Su quel 20 settembre 1870, quando i bersaglieri entrarono nella Roma papale attraverso la Breccia di Porta Pia, se ne sono dette tante. E non sempre rapportandosi ai fatti in maniera corretta e documentata. Questo perché a prevalere è stata, in diversi casi, una “consolidata retorica” volta a celebrare la conquista della patria italiana unita. E se da una parte si alzavano i vessilli dell’impresa, dall’altra (leggi pure la propaganda clericale) si condannava l’oltraggio alla Chiesa e al papa. Ovvero a quel Pio IX che pure viveva all’ombra della sua piccola città oscurantista. A fare chiarezza sui fatti, a partire da quella mattinata bellissima

[leggi ...]

L’economia italiana al bivio: o cambiare o affondare

Secondo l’economista Pierangelo Dacrema lo choc della pandemia rappresenta un’occasione irripetibile per rendere il cambiamento possibile. A condizione che si faccia sul serio

di Giambattista Pepi

All’inizio del quarto trimestre 2019, assistevamo al declino di uno dei cicli economici più espansivi di sempre. La congiuntura si stava indebolendo, ma non si aveva ancora contezza di quale potesse essere la causa di una caduta in recessione dell’economia internazionale. Venivano passate al vaglio diverse cause: una crisi della domanda, lo shutdown dei mercati finanziari che pure avevano stabilito record mai visti prima, una crisi geo-politica, nessuna delle quali, per la verità, sembrava essere in grado di far deragliare il treno della crescita. Il quadro macroeconomico di moderata crescita, in un contesto di bassa inflazione e con

[leggi ...]

Regole anti-Covid: il “glossario” delle multe elaborato dalla Guardia di Finanza

Oltre a divieti e raccomandazioni, il nuovo Dpcm voluto dal Governo Conte prevede ovviamente una lunga serie di sanzioni per i trasgressori, che la Guardia di Finanza ha riassunto in un prontuario. Sanzioni che partono da 280 euro (cifra che raddoppia in caso di recidiva) sia per le persone fisiche sia per i negozianti. Va tuttavia ricordato che si tratta di disposizioni nazionali, che non tengono conto delle ordinanze regionali, che in diversi casi prevedono ulteriori restrizioni per i commercianti (ad esempio, in

[leggi ...]

Dilaga il Coronavirus e Milano ha riaperto l’ospedale in Fiera

Come mai, allora, i saccenti che l’avevano aspramente criticato a fini politici adesso non aprono più bocca? È una storia vecchia…

Il mondo, soprattutto il nostro, è ricco di inutili saccenti. La parola giusta sarebbe un’altra, ma lasciamo perdere. Stiamo parlando di quelle persone che valgono meno del due di picche ma che, vuoi per ragioni politiche, vuoi per mettersi in evidenza, vuoi per rompere gli attributi al prossimo, non perdono occasione di spararle grosse. Come nel caso dell’ospedale Covid che era stato realizzato nella Fiera a Milano - nel giro di un paio di settimane - sotto la direzione di Guido

[leggi ...]

Gruppo Hera: “Il Rifiutologo” si interfaccia con “Alexa” di Amazon per consentire ai clienti di usfruire di servizi all’avanguardia

Prosegue l’impegno del Gruppo Hera sul fronte dell’innovazione e della digitalizzazione: la app Il Rifiutologo si interfaccia ora con Alexa di Amazon in modi nuovi e consente ai clienti della multiutility emiliana di usufruire in modo semplice e immediato di ulteriori servizi, dalla posizione della stazione ecologica più vicina all’indicazione in quale contenitore gettare ogni singolo rifiuto. Inoltre, alle feature della versione precedente si aggiunge la possibilità di attivare notifiche push che, una volta impostate, ricorderanno agli utenti serviti dal porta a porta quando esporre i

[leggi ...]

“La corona del potere”: l’ombra di Carlo VIII si allunga come una maledizione sulla penisola italica. E le grandi famiglie…

Nell’atteso sequel de Le sette dinastie, a fronte di un cast di 15 protagonisti e una quarantina di personaggi, l’eclettico Matteo Strukul ridà voce ai protagonisti di un Paese governato - siamo nel XV secolo - da signori talvolta lungimiranti, bene e spesso assetati di potere. Per non parlare di Rodrigo Borgia, un papa nepotista e libertino che…

di MAURO CASTELLI

Fra storia e invenzione, Matteo Strukul diverte e intriga il lettore. Regalando, nel suo ormai lungo viaggio nella saga delle dinastie più potenti del Rinascimento, tocchi di intrigante leggerezza narrativa: quegli stessi che sanno come catturare il lettore, toccando corde ammuffite dalla ragnatela del tempo per riportarle agli… antichi splendori. Magari nel ricordo di quando, da studenti, la storia ci veniva proposta da professori non sempre all’altezza del loro compito. Eppure, quelle lezioni di storia, non avrebbero mancato di fare breccia nella nostra curiosità. Curiosità oggi compensata dai romanzi di questo autore,

[leggi ...]

Una per una, tutte le bufale sul nostro Mezzogiorno

Grazie a un impressionante repertorio di dati, storie e documenti, il giornalista Marco Esposito smaschera i luoghi comuni e le notizie false sul Sud

di Tancredi Re

I meridionali non rispettano le regole. È un pregiudizio: in realtà l’emergenza Coronavirus è stata uno straordinario test collettivo e ha mostrato comportamenti omogenei sul territorio nazionale, certificati da Google nella riduzione degli spostamenti. Il Mezzogiorno non decolla nonostante l’intervento straordinario. Scorretto: la banca dati pubblica attiva dal 2000 dimostra che il Sud riceve quasi sempre (18 anni su 19) una quota proporzionalmente inferiore alla popolazione residente. Non solo non c’è stato nulla di straordinario, ma si è anche investito per allargare il divario. Il Sud è terra di evasori

[leggi ...]

La verità che libera è scoprire che Dio ci ama

Il teologo Alberto Maggi riscopre il Cristianesimo, patrimonio dell’umanità, facendolo tornare a essere fedele all’intenzione del suo fondatore. E ancora una volta, dalla penna di questo scomodo saggista, la Chiesa non ne esce bene

di Giambattista Pepi

“Sia invece il vostro parlare: Sì, sì e No, no; il più viene dal Maligno”. “Maestro, sappiamo che sei veritiero e non hai soggezione di alcuno, perché non guardi in faccia a nessuno; ma insegni la via di Dio secondo la verità” e “Se rimanete nella mia parola, siete davvero miei discepoli, conoscerete la verità e la verità vi farà liberi”. La verità. La verità. Ma qual è la verità? La verità è stata rivelata da Gesù, il figlio del Dio vivente, agli uomini perché credendo alla sua parola avessero salva la vita. Egli stesso lo dice. “Io sono la via, la verità e la vita, chi crede in me, vivrà in eterno”. E ancora: “Chi ascolta le mie parole, ascolta la

[leggi ...]

Un misterioso omicidio in un ristorante e l’ex ispettore capo della polizia di Shanghai faticosamente indaga

Qiu Xiaolong, ancora una volta, si addentra con maestria nelle contraddizioni del socialismo cinese. Riflettori puntati anche su Alex Connor e Nicholas Searle

di MAURO CASTELLI

Subito un gradito ritorno: quello dell’eclettico Qiu Xiaolong e, per interposta persona, del suo personaggio di punta, l’ex ispettore capo della polizia di Shangai, il leggendario quanto enigmatico Chen Cao (un integerrimo membro del partito, amante della poesia e della buona cucina) questa volta alle prese - nel suo nuovo ruolo di direttore del neonato Ufficio per la riforma del sistema giudiziario - con un caso che non mancherà di

[leggi ...]

Torna a indagare il baffuto gastronomo Pellegrino Artusi su un omicidio inspiegabile

Dalla penna di Marco Malvaldi, geniale creatore della combriccola del BarLume, una chicca storica ricca di diverse curiosità e misteri

di VALENTINA ZIRPOLI

L’ingombrante e baffuto Pellegrino Artusi, narrativamente parlando, lo avevamo imparato a conoscere nel gennaio 2011, in occasione dell’uscita, sempre per i tipi della Sellerio, di Odore di chiuso.  Quando cioè Marco Malvaldi lo aveva fatto arrivare nel giugno 1895 in un castello della Maremma toscana, vicino alla Bolgheri di Giosuè Carducci. A precederlo, ovviamente, la fama del suo celebre libro La scienza in cucina e l’arte di mangiar

[leggi ...]

Gli angeli che scalarono la “dimora delle nevi”

Il giornalista Scott Ellsworth racconta l’epopea della Grande corsa alla conquista dell’Himalaya durante gli anni che precedettero lo scoppio della Seconda guerra mondiale

di Tancredi Re

L’Himalaya, in sanscrito la “dimora delle nevi”, il sistema montuoso dell’Asia meridionale, fu il teatro naturale dove i migliori alpinisti di Germania, Regno Unito e Stati Uniti si sfidarono durante gli anni Trenta del secolo scorso per conquistare il primato della scalata delle vette più elevate del mondo. Scott Ellsworth, nel libro I conquistatori del cielo. Gli anni ruggenti dell’alpinismo himalayano (Corbaccio, pagg. 412, euro 26,00

[leggi ...]

Un crimine spaventoso ai piani alti della borghesia. E a indagare è un eroe per caso

Dalla penna del premiatissimo spagnolo Javier Cercas un poliziesco ad alta tensione psicologica e morale. Giocato sui temi della Giustizia

di VALENTINA ZIRPOLI

Lo spagnolo Javier Cercas è un autore che difficilmente delude le aspettative dei lettori. E così anche con Terra Alta (Guanda, pagg. 378, euro 19,00, traduzione di Bruno Arpaia, che lo ha peraltro affiancato nella stesura de L’avventura di scrivere romanzi), con il quale si è aggiudicato lo scorso anno (ultimo di una lunga serie di riconoscimenti) il prestigioso Premio Planeta. Un raffinato lavoro che, dopo una serie di libri imbastiti sul sottile crinale

[leggi ...]

In viaggio con Luca Crovi nella “Storia dei giallo italiano”

Chi altri se non questo poliedrico autore, grande conoscitore della materia, poteva regalarci una così brillante cartografia dell’inferno del Novecento e del primo ventennio del Duemila?

di MASSIMO MISTERO

“Credo che la realtà fatta di giustizie e ingiustizie, di atti eroici e azioni criminali abbia costituito nel tempo la robusta colonna vertebrale del giallo italiano, un genere che ha permesso agli autori di mostrare pregi e difetti del paese Italia, i suoi costumi e malcostumi”. Così Luca Crovi nel presentare, lui sublime cantore della materia, la sua Storia del giallo italiano (Marsilio, pagg. 508, euro 19,00), un genere nel quale si rispecchiano spaccati di vita

[leggi ...]

Le radici del nostro passato? Una illuminante palestra di vita

Le storie e i personaggi di Leonardo Lacava, il “bolognese terrone”, ci insegnano che la conoscenza rappresenta la conditio sine qua non alla libertà di giudizio e di valutazione

di Mario Pinzi

Una famiglia del Sud che emigra nella “civilissima” Bologna degli anni Cinquanta per trovare un riscatto sociale e per migliorare la condizione di vita propria e dei propri figli. Una famiglia che è “palestra” di vita per abbracciare la differenza, fonte di ispirazione e veicolo di trasmissione di storie e di tradizioni, ma anche e soprattutto spunto di riflessione per tematiche più ampie, che si possono riassumere nel sottotitolo: il pregiudizio che può essere

[leggi ...]

Servizi
World Press Trenitalia Italo eDreams il Meteo MarketinG E...