L'Editoriale

Italiani brava gente, altrimenti come farebbero a sopportare una simile classe politica?

Al centro degli interessi non è infatti il Paese (in primis il lavoro), ma le poltrone e le ideologie

di Mauro Castelli

Siamo messi davvero male. Non bastassero gli attacchi all’arma bianca fra Governo e opposizione, impegnati soltanto in insulti e invettive, provocazioni e aggressioni verbali che poco hanno a che vedere con la correttezza istituzionale e politica, adesso va di moda anche il fuoco amico: quello fra Matteo Renzi (logorroico leader di Italia Viva) e Giuseppe Conte (il presidente del Consiglio che da qualche tempo a questa parte ha

[leggi ...]

Prima pagina

Rc auto familiare: cos’è, chi ci guadagna e chi ne può usufruire

Questo nuovo tipo di contratto dà la possibilità di utilizzare una miglior classe di merito, a condizione che…

Cos’è e come funziona la nuova Rc auto familiare? A chi conviene e a chi no? E come comportarsi per poterne beneficiare? Diciamo subito che questa nuova norma estende l’obbligo per le compagnie assicurative di assegnare la classe di merito più favorevole ai componenti di uno stesso nucleo familiare risultante dall’ultimo attestato di rischio. Inoltre consente il “passaggio” del miglior status da un’auto al motorino. Questa possibilità (a differenza di quanto prevedeva la legge Bersani) è stata

[leggi ...]

Prima pagina

Le Sardine messe a nudo: chi sono, chi ne muove le fila, cosa vogliono e perché

Francesco Borgonovo rompe la bolla mediatica in cui sono immerse e, con il suo sguardo irriverente, ne svela le contraddizioni

di Giambattista Pepi

La politica è come le stagioni. Agli inverni si alternano le estati. Ci fu un tempo in cui, tramontate le ideologie del Novecento, incarnate dai partiti storici travolti dall’inchiesta Mani Pulite. La fiducia verso la politica toccò il minimo storico. Negli anni Novanta si assistette ad una fase di effervescenza e rinnamoramento degli italiani che credettero alla rinascita della politica depurata

[leggi ...]

Leader di mercato

Alcantara firma un nuovo progetto con la Bmw per una serie "limitata"

Alcantara e BMW Italia firmano un nuovo progetto: la serie limitata BMW X5 Timeless Edition, un’edizione che celebra il capostipite della gamma BMW X, prima SAV del gruppo, vent’anni dopo il suo lancio. La vettura, prodotta in soli 50 esemplari destinati al mercato italiano, sarà presentata al pubblico in occasione dell’Open Week End dell’8/9 febbraio presso le concessionarie BMW. Il modello X5, che più incarna il DNA della famiglia X, coniuga alla perfezione eleganza e geni da offroad, con pedane laterali, sospensioni ad aria, differenziale M Sport, Integral Active Steering e quattro specifiche modalità di guida – xSand, xRocks,

[leggi ...]

Prima pagina

“La crescita? Frenata dall’Ue e dalla mancanza di fiducia degli italiani per il loro futuro”

Il coronavirus, secondo Pierangelo Dacrema, avrà ripercussioni per la nostra economia. Ferma restando che l’ortodossia nell’applicazione del Trattato di Maastricht ci ha impedito una politica anticiclica aumentando la spesa pubblica e la mancanza di aspettative

di Giambattista Pepi

Ai dati diffusi dall’Istat sul Pil del quarto trimestre 2019 e sulla produzione industriale, che confermano il protrarsi della debolezza della nostra economia, si aggiungono le conseguenze dell’emergenza provocata dall’epidemia del Coronavirus in termini di minori entrate legate all’industria turistica. Al momento, come conferma l’economista Pierangelo Dacrema, non è ancora possibile quantificare in quale misura le

[leggi ...]

Prima pagina

Il Coronavirus emigra in Africa e l'Africa sbarca in Italia

Una domanda al ministro Luciana Lamorgese e all'avvocato del popolo Giuseppe Conte: adesso continueremo (con incoscenza) a spalancare le porte all'immigrazione clandestina?

di Sandro Vacchi

E adesso continueremo incoscientemente a far sbarcare gente dall'Africa, signor ministro Luciana Lamorgese? C'era una volta Chernobyl... Tutti ricordiamo la tragedia della centrale nucleare sovietica e i colpevolissimi ritardi nell'informazione, i bambini

[leggi ...]

Prima pagina

Il vero bersaglio delle Sardine è il Movimento 5 Stelle?

Ma, in realtà, c'è da chiedersi verso chi stanno emigrando i voti dei grillini, in crisi di consensi

di Artemisia

Ora il bersaglio delle Sardine si è spostato. Il movimento che fa capo a Matteo Santoni ha svelato le carte. Nel loro obiettivo oltre a Salvini ci sono i 5Stelle. L’operazione è di svuotare il partito di Di Maio e sostituirsi a loro. E’ apparso chiaramente alla manifestazione nella

[leggi ...]

Prima pagina

I risparmi degli italiani corrono in aiuto delle Pmi

Ben 1.306 miliardi di euro finiscono direttamente, indirettamente o anche involontariamente a far girare il motore delle nostre imprese produttive

di Damiano Pignalosa

Gli italiani: un popolo di poeti, santi, navigatori e risparmiatori incalliti. Nonostante la crisi più nera, il debito che aumenta vertiginosamente e gli attacchi ripetuti di un Europa centralizzata, il Belpaese resta una delle nazioni più virtuose quando si parla di

[leggi ...]
In primo piano

Il Giappone al di là dei miti: una guida al Paese del Sol levante firmata dal giornalista e orientalista britannico Jonathan Clements

Risultato? Un testo di divulgazione, ma con i piedi per terra, che racconta di un popolo capace di mutare senza cancellare il passato. Consegnandoci una cultura i cui significati più autentici sono tutti da scoprire

di Luigi Sanvito

Venerdì 11 marzo 2011. Una fortissima scossa di terremoto colpisce la costa dell’isola Honshū, la più grande dell’arcipelago giapponese. Il primo devastante effetto è la generazione di uno tsunami che si abbatte, tra l’altro, sulla centrale nucleare di Fukushima, causando un incidente atomico le cui proporzioni reali non sono mai state del tutto chiarite. Il governo del premier Naoto Kanannaspatra mille reticenze e contraddizioni (complici le menzogne della Tepco, “Tokyo Electric Power Company”, l’ente di gestione dell’impianto), offrendo al suo popolo uno spettacolo a dir poco indecoroso. Spettacolo che le opinioni

[leggi ...]

Un inverno di sangue per il commissario Carlo De Vincenzi

Luca Crovi rimette in pista, con successo, il brillante poliziotto uscito dalla penna del rimpianto Augusto De Angelis. Giocando con i ricordi, la nostalgia dei tempi andati, le angosce di un mondo sulla via del tramonto. Spiegando ai nostri lettori il perché di questa scelta. E non solo…

di Mauro Castelli

Si può riesumare un personaggio che nei tempi andati aveva tenuto banco in quindici romanzi, tutti ambientati negli anni Trenta e dedicati al commissario Carlo De Vincenzi, in forza alla Squadra mobile di piazza San Fedele a Milano, ovvero l’indimenticato poliziotto uscito dalla penna del rimpianto Augusto De Angelis? Un protagonista, come ebbe a definirlo Oreste del Buono, “umanissimo come Maigret, romantico come Marlowe, intellettuale come Philo Vance, eppure caparbiamente italiano”. Ovvio che il rischio di farsi del male - narrativamente parlando - sia evidente. Per contro Luca Crovi, il re delle

[leggi ...]

Torna il vicequestore Rocco Schiavone e l’omicidio in ospedale, dove lui stesso è ricoverato, è servito

Dalla mano calda di Antonio Manzini un nuovo caso legato al suo riuscito personaggio che, interpretato da Marco Giallini, ha bucato il piccolo schermo. Un protagonista ruvido e indisciplinato, cinico quanto violento, che forse si sta ammorbidendo. Che sia colpa dell’amore?

di Massimo Mistero

Di Antonio Manzini abbiamo scritto e riscritto, salvo scoprire ogni volta qualche sua nuova angolatura, magari facendo breccia su quel non facile carattere che lo accompagna. E ogni volta è come se fosse la prima volta. Esattamente come succede con la lettura di una nuova storia legata al suo riuscito personaggio, il vicequestore Rocco Schiavone, al quale regala tratti nuovi quanto intriganti che si vanno a sommare a quelli vecchi. Così, ne Ah l’amore l’amore (Sellerio, pagg. 340, euro 15,00), ci propone un poliziotto alla soglia dei cinquant’anni che sembra aver smussato certe sue asperità. Sarà perché è finito in un

[leggi ...]

Pango, azienda bresciana di abbigliamento femminile, apre il suo primo negozio a Sofia e presenta le sue collezioni a Mosca

Pango, società attiva a Bassano Bresciano, punta sempre più sull’internazionalizzazione con la partecipazione alla 34esima edizione di Cpm fiera internazionale del settore fashion a Mosca e con l’apertura del suo primo negozio monomarca nella capitale bulgara Sofia. A distanza di pochi mesi dall’ingresso dell’export manager Carlo Secca, prima in Luisa Spagnoli, l’azienda bresciana di abbigliamento femminile porta quindi il suo stile sempre più verso l’Est Europa. Più in particolare Pango presenta 250 capi delle

[leggi ...]

Un buon 2019 per la Bps – Suisse in tutte le componenti patrimoniali

L’Assemblea generale ordinaria della Banca Popolare di Sondrio - Suisse, istituto di credito di diritto elvetico con sede a Lugano, controllato al 100% dalla Banca Popolare di Sondrio scpa, ha approvato il bilancio d’esercizio 2019. Bilancio dal quale si evince che l’utile netto, espresso secondo i princìpi contabili propri dell'ordinamento elvetico, ammonta a franchi svizzeri 16.763.947, in crescita del 10,64 per cento. Anche tutte le componenti patrimoniali ed economiche risultano contraddistinte dal segno più e segnano

[leggi ...]

Eset si aggiudica il Gold Award nei test di AV-Comparatives per le soluzioni cybersecurity di fascia consumer

Eset, leader globale nel mercato della cybersecurity, ha ricevuto due Award d’oro e uno di bronzo per il software antivirus consumer nel Summary Report 2019 di AV-Comparatives. AV-Comparatives, una delle più autorevoli organizzazioni indipendenti specializzata nel testing dei software antivirus, utilizza uno dei più grandi ‘campionari’ di test a livello mondiale per creare ambienti realistici su cui effettuare analisi altamente accurate. Il Report 2019 fornisce analisi sui software antivirus di fascia consumer testati nel corso dell’anno ed evidenzia i prodotti che hanno ottenuto

[leggi ...]

Un giornalista in crisi di identità, un antico mistero, una verità che potrebbe cambiare molti destini…

Ne Il viale dei cancelli la debuttante Enrica Mormile dà voce a una Sicilia immaginaria, ma certamente credibile, in bilico fra passato e presente. Risultato? Una specie di metafora in chiaroscuro della vita. Con la ipercritica benedizione al seguito di una bacchetta famosa, quella del marito Peppe Vessicchio

di Mauro Castelli

A sentirla, così piacevolmente accattivante, verrebbe voglia di conoscerla di persona Enrica Mormile. Portatrice com’è di una sensibilità e di una delicatezza che conquista, in abbinata a una ricca dose di simpatia che sembra rappresentare il biglietto da visita di famiglia. Suo marito, infatti, è il maestro Peppe Vessicchio, diventato da qualche anno - ma è solo un citare - l’osannato beniamino del pubblico del Festival di Sanremo (“Un uomo speciale, che ho sposato nel 1989, molto amato anche dai nostri amici”). Di fatto una solida coppia che, negli ultimi tempi, ha deciso di imboccare la strada della narrativa: lui

[leggi ...]

Aba Abate è una donna (quasi) normale, capace di ingannare chiunque. Tranne se stessa

Lasciato a riposo il suo storico commissario Michele Balistreri, Roberto Costantini cambia sia editore che protagonista. Dando voce a una intrigante storia che - come ci racconta - si dipana fra i misteri del terrorismo e dei Servizi segreti

di Mauro Castelli

Cambio di casacca, dopo sei “puntate”, per Roberto Costantini, che dalla Marsilio è passato alla Longanesi, mettendo in panchina (“Ma solo per il momento”) il suo azzeccato protagonista Michele (detto Mike e anche Africa) Balistreri, il personaggio irrequieto e ribelle che aveva contribuito al successo della “Trilogia del Male” (ovvero Tu sei il male, Alle radici del male e Il male non dimentica), sbarcata vincente negli Stati Uniti e negli undici maggiori Paesi europei. A seguire, narrativamente parlando, questa carismatica figura avrebbe tenuto banco anche fra le pagine de La moglie perfetta, Ballando nel buio e Da

[leggi ...]

“Showgroup.it” sta scaldando i motori: a marzo al via la fase di creazione dei profili di artisti, location e operatori

La nuova piattaforma farà incontrare domanda e offerta nel mondo dello spettacolo e degli eventi

Procede, in linea con il piano di sviluppo del progetto, l’implementazione di Showgroup.it, il portale gratuito ideato per far incontrare domanda e offerta del mondo degli eventi e dello spettacolo. Dopo la corsa alle registrazioni, ha preso il via la fase di creazione delle vetrine. Intanto continua a crescere il numero degli iscritti (ha già superato quota 15.000) tra artisti, location e operatori che possono personalizzare il proprio profilo con foto, video e

[leggi ...]

Don Pantaleo, uno strano avido uomo di Chiesa. Che finirà male

Con uno stile ironico e brillante, la mano calda del giornalista Gianni Spinelli torna in libreria con una storia ricca di sorprese, a metà fra commedia e romanzo giallo, imbastita su una misteriosa scatola di cuoio

di Valentina Zirpoli

È il gioco delle parti a tenere banco nell’ultimo lavoro firmato da Gianni Spinelli, imbastito su una vecchia scatola di cuoio che dimora da chissà quanto tempo su un cassettone di legno massiccio nello studio di don Pantaleo, a San Clemente, un paesino della Basilicata. Una scatola che ha stuzzicato la fantasia dell’avido parentado in quanto probabilmente contiene “cose strane”. Scatola che sarà quindi al centro della diatriba testamentaria nel momento stesso in cui il nostro frate, peraltro molto ricco, finirà i suoi giorni. E appunto La scatola di cuoio (Fazi, pagg. 214, euro 16,00) è il titolo del libro che

[leggi ...]

La fuga dei nazisti dopo la caduta del Terzo Reich

Studiando gli archivi della Stasi e quelli della Germania federale, il giornalista francese Jean-Paul Picaper è riuscito a seguire le tracce dei criminali di guerra tedeschi e a ricostruirne la disfatta, la scomparsa e la morte

di Giambattista Pepi

L’8 maggio 1945 termina la Seconda guerra mondiale. Le armi tacciono. L’Europa è un cumulo di rovine. Gli eserciti Alleati hanno occupato la Germania. Berlino, la capitale del Terzo Reich è orribilmente devastata. Da lì a poco le Potenze vincitrici l’avrebbero divisa in due, come il resto del Paese: la parte Occidentale controllata da americani, inglesi e francesi, sarebbe andata a costituire la Germania Ovest, legata agli Stati Uniti e all’Occidente, mentre quella orientale avrebbe dato origine alla Repubblica Democratica tedesca (Ddr) sottoposta all’influenza dell’Unione Sovietica. Quella divisione, marcata dal

[leggi ...]

Un esercizio 2019 all’insegna della crescita per la Banca popolare di Sondrio, con utili lievitati del 24 per cento

“Archiviato il quarto trimestre 2019, possiamo oggi confermare di aver raggiunto risultati positivi per il Gruppo, che chiude l’esercizio con un utile di 137,4 milioni di euro. Emergono buoni segnali per quanto concerne la stabilizzazione strutturale della qualità degli attivi e indicazioni confortanti sui livelli di solidità patrimoniale raggiunti che ci danno ampi margini sui requisiti SREP per il 2020. Rispetto al 2018, gli utili crescono del 24% e derivano esclusivamente dall’attività ordinaria. Inoltre, tengono conto sia degli impatti

[leggi ...]

Bdo European Survery: 5 sfide per rilanciare la crescita economica

L’indagine - condotta su un panel di 215 manager europei - evidenzia le ricette per farsi trovare competitivi nel 2025. Talento, innovazione e tecnologia driver condivisi dai manager italiani. Al via la quarta edizione del Premio Mario Unnia Talento & Impresa

Le imprese europee si trovano a operare in un difficile contesto macroeconomico. Negli ultimi cinque anni l'economia europea è cresciuta in media meno del 2% all’anno. Le prospettive a medio termine prevedono una crescita del Pil modesta, nell’ordine dell'1,4% all'anno nel 2020 e nel 2021. Tuttavia esiste una ricetta, condivisa da 215 manager, secondo la quale, investendo in tecnologia, sostenibilità, talento e risk management, è possibile invertire la tendenza e avviarsi

[leggi ...]

“Raffaello pugnalato”: successe in quel di Brera nel 1958 allo Sposalizio della Vergine per mano di uno squilibrato

Marco Carminati propone ai lettori una serie di avventure legate ai lavori del genio di Urbino uscite sulle pagine del Sole 24 Ore Domenica, arricchite da altri testi debitamente aggiornati

di Mauro Castelli

Quasi due mesi fa Marco Carminati mi aveva promesso un pezzo sul suo ultimo libro, Raffaello pugnalato (Il Sole 24 Ore, pagg. 116, euro 14,90), incentrato su quel grande pittore - Raffaello Sanzio appunto, in occasione dei 500 anni della sua morte - che aveva illuminato con il suo genio il nostro Rinascimento. In buona sostanza, lo dico da profano, uno dei più grandi artisti di ogni tempo, la cui opera aveva condizionato lo sviluppo del linguaggio artistico nei secoli successivi, dando vita a una scuola etichettata come manierismo. Detto per inciso, Marco lo conosco bene, avendo lavorato con lui nella stessa

[leggi ...]

Gruppo Hera: l’innovazione spicca il volo

La multiutility fa scuola per l’utilizzo di tecnologie d’avanguardia, come droni e satelliti, nella gestione quotidiana dei servizi. Alla base consistenti investimenti e l’impegno di un team di tecnici qualificati

Nel Gruppo Hera l’innovazione ha letteralmente preso il volo. La multi utility emiliana, per garantire costantemente servizi di qualità al territorio in cui opera, rivolge sempre la propria attenzione alle più moderne tecnologie, all’utilizzo delle quali dedica consistenti investimenti e l’impegno di qualificati gruppi di lavoro tecnici. È per questo motivo che il Gruppo ha portato la propria esperienza al convegno nazionale: “Droni: pronti al decollo”, sull’utilizzo dei droni per applicazioni civili. All’evento, organizzato dagli

[leggi ...]

“Vi presento il mio commissario capo Damiani Flexi Gerardi, detto il Becchino”

Un uomo strano e sfortunato, elegante e un po’ snob, sempre vestito di nero, quanto mai abile nel giocare vincente nelle sue indagini. Come ne Il mandante, un noir ambientato a Genova nel 1950 con due delitti, pochi indizi e molti misteri

di Maria Teresa Valle

Biologa nell’animo, non riesco a esimermi dal dare un andamento fortemente logico alle mie storie. Applico alle indagini dei miei noir lo stesso metodo scientifico che governava il mio lavoro, non nel senso che i miei investigatori usano la tecnologia per risolvere i delitti, ma piuttosto che si servono di un metodo rigorosamente deduttivo, basato sulla raccolta degli indizi e la ricerca del nesso che li lega. Ma chi sono i personaggi dei miei noir? Ho iniziato usando come protagonista una sorta di alter ego, Maria Viani, una signora di una certa età, che non riveste alcun incarico in polizia, né nel campo nell'investigazione privata.

[leggi ...]

Se a raccontarci un omicidio a Villa Borghese è a sorpresa un ex sindaco di Roma…

Walter Veltroni debutta nella narrativa gialla dimostrando una buona padronanza della materia. Risultato? Una specie di lettera d’amore alla Capitale che ha guidato per sette anni. Per poi giocare a rimpiattino con i suoi deboli dichiarati: la Juventus, i suoi due gatti, il tapiro di Striscia la Notizia

di Mauro Castelli

Di Walter Veltroni - politico (è stato fra l’altro vicepresidente del Consiglio e ministro per i Beni culturali e ambientali nel primo Governo guidato da Romano Prodi), saggista e autore di romanzi, giornalista (a soli 37 anni era stato nominato direttore de l’Unità, facendo lievitare le vendite da 117mila a 152mila nel giro di tre anni), regista e persino doppiatore per gioco - si sa molto, ma non tutto. Ad esempio chi l’avrebbe mai detto del suo interesse per la narrativa gialla, che l’ha portato a scrivere Assassinio a Villa Borghese (Marsilio, pagg. 206, euro 14,00), un romanzo d’esordio condito di suspense che si propone alla

[leggi ...]

L’origine del malessere politico

Capire il presente per configurare il futuro

di Andrea di Furia

Anche la Francia soffre del malessere politico che imperversa da alcuni decenni in Italia. Fotografa questa situazione il film di Nicolas Pariser: Alice e il Sindaco. Serve dunque ritrovare l’idealismo dei tempi precedenti per ridare una visione ai Progressisti della sinistra che non l’hanno più? Per alcuni questa

[leggi ...]

Recoaro: il suggestivo centro termale ai piedi delle Piccole Dolomiti che affascinò anche Friedrich Nietzsche

di Valentina Zirpoli

È particolarmente celebre per le proprie acque minerali e per aver ospitato Friedrich Nietzsche, che proprio qui ebbe l’intuizione dello "Zarathustra". Di lei il filosofo, nella lettera a Peter Gast del 17 giugno 1881, scrisse: “Come paesaggio, è una delle più belle esperienze; e questa sua bellezza io l'inseguita prodigandovi con zelo e fatica. La bellezza della natura, come ogni altra bellezza, è

[leggi ...]

Un “cold case” a ridosso del Po. Con tanta nebbia e troppi misteri

Torna Valerio Varesi sbarcando vincente nella collana “Il Giallo Mondadori”. A fargli compagnia la genialità di Piero Colaprico e quella di Joe R. Lansdale

di Mauro Castelli

Dobbiamo ammettere che la rinnovata collana de Il Giallo Mondadori sta viaggiando a tutto regime, arricchendosi mese dopo mese di intriganti novità italiane nonché di consolidate conferme estere. A fronte di una storia lunga più di novant’anni: fu infatti nel 1929 che Arnoldo Mondadori (ribattezzato l’incantabiss, l’incantatore di serpenti) e Lorenzo Montano decisero di avviare in Italia una collana, I libri gialli (più nota anche

[leggi ...]

Il dolore di una sconfitta e l'energia della rinascita, scanditi dalla forza del vento

Con intrigante bravura Laura Imai Messina racconta il “suo” Giappone. Giocando sul tasto sensibile e vincente della speranza

di Valentina Zirpoli

Quel che affidiamo al vento (Piemme, 248, pagg. 248, euro 17,50) è “un lavoro incentrato sul Giappone, sullo tsunami dell’11 marzo 2011, su una storia che aspettavo da 8 anni e su un luogo realmente esistente nel Nord-Est del Paese che, per me, è in assoluto il più magico di tutto il Sol Levante”. Così Laura Imai Messina nel parlare del suo ultimo libro. Un caso editoriale in corso di pubblicazione in una ventina di Paesi, che tocca con delicatezza

[leggi ...]

Alla scoperta del ghetto ebraico di Roma

Con l’autrice, Laura Campo, a ricordare: pochi romani sono più romani degli ebrei della Capitale 

di Tancredi Re

Il ghetto ebraico di Roma è uno tra i più antichi del mondo; è sorto infatti 40 anni dopo quello di Venezia che è il primo in assoluto. La zona che i romani oggi indicano come “ghetto” è all’incirca delimitata da Via Arenula, Via dei Falegnami, Via de’ Funari, Via della Tribuna di Campitelli, Via del Portico d’Ottavia e Lungotevere de’ Cenci. Quello storico invece era molto più ristretto e situato, pressappoco, tra le attuali Via del Portico d’Ottavia,

[leggi ...]

Fra i fantasmi della “Città degli angeli” e i suoi gangster di strada

Torna con un adrenalinico thriller Ryan Gattis, mettendo in scena uno scassinatore professionista dal cuore d’oro ingaggiato dalla Dea

di Lucio Malresta

Lo avevamo imparato a conoscere, l’americano Ryan Gattis, quattro anni fa grazie al romanzo Giorni di fuoco (All Involved il titolo originale), frutto di due anni mezzo di lavoro di documentazione, nel corso dei quali l’autore aveva incontrato direttamente i protagonisti delle sei drammatiche giornate del 1992, passate alla storia come la “rivolta di Los Angeles”. Ovvero un guazzabuglio di sommosse a sfondo razziale che si dipanarono fra il 29

[leggi ...]

Il vissuto di Sophie Stark sotto la lente di ingrandimento di sei conoscenti

A parlare, con il dovuto garbo, di questa regista che realizza film più reali della vita stessa è la giornalista americana Anna North

di Catone Assori

Chi è Sophie Stark? Una donna brillante, “esasperante e totalizzante”, ma soprattutto una giovane regista che realizza film “più reali della vita stessa”. Una antieroina trascinante e per certi versi unica che non si adegua alle aspettative, peraltro pagandone pesantemente le conseguenze. Una donna geniale, ma anche “onnisciente e inconoscibile”, fanaticamente alla ricerca della verità, da lei intesa come messa a nudo dei personaggi.

[leggi ...]

L’invasione (immaginaria) degli immigrati

Il sociologo Maurizio Ambrosini fa a pezzi i luoghi comuni che non permettono di cogliere nella sua reale dimensione il fenomeno migratorio

di Tancredi Re

A differenza degli animali e dei fenomeni naturali, l’uomo è soggetto di un personale e, più o meno, consapevole progetto migratorio, anche nel caso in cui sia inserito in un movimento collettivo e magari provocato da cause esterne: pestilenze, guerre, carestia, disoccupazione. In genere le cause (fatte salve quelle più meramente biologiche come le carestie) sono sostanzialmente differenti da quelle animali, implicando in molti casi

[leggi ...]

“Io, Federico Fellini”: cento anni all’insegna della… dolce vita

Nell’anniversario della nascita del visionario regista riminese, la Bur-Rizzoli ripropone un’avvincente biografia scritta da Charlotte Chandler

di Valentina Zirpoli

Sono passati cento anni dalla nascita del più visionario dei nostri registi, Federico Fellini, e l’Italia lo celebra a suon di amarcord, mostre fotografiche, eventi, libri fotografici e biografie. Come quella che era stata scritta nel 1994 da Charlotte Chandler, nom de plume di Lyn Erhard, intitolata Ich, Fellini, sbarcata un anno dopo sui nostri scaffali e ora riproposta dalla Bur-Rizzoli nella collana “La storia - Le storie” come Io, Federico Fellini (pagg. 376, euro

[leggi ...]

Da Poprad ad Auschwitz con un biglietto di sola andata

Heather Dune Macadam racconta la storia delle ragazze ebraiche deportate a loro insaputa e sterminate nel campo di concentramento polacco

di Tancredi Re

Sono trascorsi 77 anni da quando fu messa in atto la prima deportazione di giovani ebraiche in Europa nel famigerato campo di concentramento di Auschwitz-Birkenau in Polonia dove sarebbero state sterminate. Era il 25 marzo 1942. A ricordarlo è oggi una targa commemorativa collocata due anni fa dal presidente della Slovacchia, Andrej Kiska, sulla facciata del liceo di Via Kukucinova nella città di Poprad, edificio nel quale le ragazze ebree

[leggi ...]

Due ragazzi morti, un frate in chiaroscuro, i sospetti che dilagano

Enrico Fovanna, giocando su due piani temporali, travasa i ricordi d’infanzia in un romanzo di fantasia segnato da venature poetiche

di Lucio Malresta

Collo da fenicottero, magro come uno stecco (beato lui), baffi e pizzetto, rimasugli di capelli più bianchi che grigi in testa: Enrico Fovanna, un metro e 77 di altezza, sembra essere uscito da una delle sue storie, dove gli capita di far rivivere parte di un passato ancora vivo nella memoria. Così, nel suo ultimo romanzo, L’arte sconosciuta del volo (Giunti, pagg. 344, euro 18,00), l’ambientazione è quella di Premosello, un piccolo comune (poco più di 1.900 abitanti)

[leggi ...]

L’Italia e i suoi mali raccontati senza peli sulla lingua

Ecco la verità – secondo Stefano Feltri - sfrondata dai luoghi comuni e dal bla-bla dei talk show sui ritardi, le difficoltà e le storture del Paese

di Tancredi Re

Il problema dell’Italia è che si lavora troppo o troppo poco? Siamo ancora orgogliosamente la seconda manifattura d’Europa che arranca per colpa dell’austerità fiscale o siamo un Paese avviato verso un declino irreversibile? La rivoluzione tecnologica è un’opportunità che ancora non abbiamo saputo sfruttare appieno una calamità che si abbatte su un Paese così impreparato che viene spinto indietro dall’innovazione, invece che

[leggi ...]

Servizi
World Press Trenitalia Italo eDreams il Meteo MarketinG E...