Share |

Il Gruppo farmaceutico Menarini ha festeggiato Lara: con lei i dipendenti hanno toccato quota 17.000


19/04/2018

“Siamo in 17.000 in tutto il mondo, siamo i dipendenti del Gruppo Menarini. Cosa ci contraddistingue? La passione, la dedizione, la cura verso il paziente e l’ambiente che ci circonda”. A fare cifra tonda è stata l’assunzione di Lara, 28 anni, che forte dei suoi studia di Chimica e Tecnologie Farmaceutiche all’Università di Firenze darà il suo contributo nel settore Ricerche. Per la cronaca il Gruppo fiorentino è presente in 136 Paesi, fermi restando gli investimenti in Italia, dove lavorano 3.700 dipendenti, 300 dei quali assunti negli ultimi due anni. Fermo restando che più del 90% dei lavoratori Menarini ha una laurea o un diploma tecnico. 
“Siamo orgogliosi di questo risultato - hanno dichiarato Lucia Aleotti e Alberto Giovanni Aleotti, presidente e vicepresidente del Gruppo Menarini - e vogliamo sottolineare che anche questa 17.000esima assunzione è merito soprattutto del lavoro straordinario svolto da tutti i nostri dipendenti che, con passione e forza di volontà, sono i veri artefici del nostro successo”. 
Che altro? Con l’apertura delle due nuove filiali in Perù e Colombia, gli investimenti nei centri di ricerca di Berlino e Pisa e la crescita dell’Asia Pacifico, la strategia di Menarini punta sempre di più alla qualità del farmaco e all’internazionalizzazione. Forte di un fatturato 2017 pari a 3,6 miliardi di euro.

(riproduzione riservata)