Share |

Fra Hera e Ascopiave una grande partnership Energy nel Nord-Est

Con questa operazione il Gruppo emiliano supererà i 3 milioni di clienti


18/06/2019

I Consigli di amministrazione di Hera SpA e Ascopiave SpA hanno approvato la sottoscrizione di un TermSheet vincolante per lo sviluppo di una primaria realtà all’interno dei territori del Nord-Est, che potrà contare su oltre un milione di clienti energy, nonché contestualmente un riassetto delle rispettive attività di distribuzione gas. Il TermSheet, che verrà finalizzato in un accordo quadro entro il termine del 31 Luglio 2019, definisce i perimetri coinvolti, i termini economici dell’accordo, nonché i relativi elementi di governance. Questo accordo costituisce un importante passaggio strategico nella evoluzione dei portafogli di attività dei due gruppi, in piena coerenza con le linee strategiche di sviluppo già approvate e comunicate agli investitori. 
In particolare, l’accordo nell’area commercializzazione clienti gas e energia elettrica prevede la creazione di un unico operatore per le rispettive attività commerciali nelle regioni del Veneto, Friuli-Venezia Giulia e Lombardia, attraverso EstEnergy S.p.a., già oggi società controllata congiuntamente da Ascopiave SpA ed Hera Comm Srl., veicolo commerciale del Gruppo Hera. EstEnergy vedrà un sostanziale allargamento delle attività nel territorio indicato, andando a ricomprendere il business commerciale del Gruppo Ascopiave relativo alle società controllate Ascotrade, Ascopiave Energie, Blue Meta. e alle joint venture Asm Set (49%), Etra Energia (51%) e Sinergie Italiane in liquidazione (30,94%), nonché la società Energia Base Trieste (92.000 contratti gestiti) e i clienti del Veneto e Friuli di Hera Comm (96.000 contratti gas e 68.000 contratti elettrici), dando così luogo a un operatore primario radicato nel territorio del Nord-Est con un portafoglio di oltre 795.000 contratti gas e 265.000 contratti elettrici totali al 31.12.2018 considerando anche le componenti pro-quota delle joint venture, per un totale dunque di oltre un milione di contratti. 
La nuova realtà, che si realizzerà tramite EstEnergy, quando pienamente operativa, avrà un Ebitda consolidato pari a circa 69 mlioni di euro - su base 2018 - escludendo il contributo delle società detenute con quote di minoranza. Il capitale sociale di EstEnergy sarà detenuto per il 52% dal Gruppo Hera e per il 48% da Ascopiave. Le parti hanno condiviso che l’equityvalue della nuova EstEnergy sia pari complessivamente a 864,5 milioni (797 l’enterprisevalue corrispondente), con riferimento al 31.12.2018 e sia oggetto degli eventuali successivi aggiustamenti di prassi rispetto alla data del closing; questo valore per 601 milioni (543 l’enterprisevalue) è riconducibile alle attività commerciali di provenienza Ascopiave e per 263 m€ è riconducibile alle attività di provenienza HeraComm.

(riproduzione riservata)