Share |

Eismann: rilancio in quattro mosse

Qualità, efficienza, risparmio e tempi di consegna sicuri fanno riesplodere il business portando il fatturato a superare i 100 milioni


23/11/2020

Giovanni Paolino

I campioni si vedono nelle difficoltà. Il lockdown ha messo a dura prova le aziende e stressato la capacità di rispondere a esigenze cambiate della clientela. Ma è stata anche l’occasione per reinventarsi e per verificare l’attitudine ad assecondare i cambiamenti del mercato. E’ quanto ha dimostrato di saper fare Eismann, gruppo di Sona (Verona) leader nella consegna a domicilio di surgelati di alta qualità, guidato dall’Amministratore Delegato Giovanni Paolino. 
La pandemia e il timore di contrarre l’infezione frequentando luoghi chiusi e affollati ha incrementato le richieste di consegne di generi alimentari direttamente a casa. Questa tendenza è stata particolarmente accentuata durante i mesi di picco del Covid-19 e sta proseguendo tutt’ora. Eismann ha aumentato in modo esponenziale i preordini e la capacità operativa di consegna entro le ventiquattro ore. Ha incrementato la flotta aziendale e di conseguenza il numero degli incaricati alla vendita di circa 70 unità. 
La capacità di far fronte con tempestività ai mutamenti del mercato farà concludere l’anno con un giro d’affari in crescita. Il fatturato si stima supererà i 100 milioni di euro. Un balzo che riguarda anche l’Ebitda, stimato a fine anno intorno ai 4,5 milioni. Sarà una delle poche aziende a presentare bilanci in positivo con una fidelizzazione della clientela del 90%. Eismann nel 2019 ha raggiunto un fatturato di 98 milioni di euro e un Ebitda di 3,2 milioni. 
In questo periodo critico la sensibilità sociale è diventata più accentuata e anche su questo versante Eismann ha fatto sentire il suo impegno con una campagna di raccolta fondi per la Città della Speranza, a cui sono stati dedicati alcuni prodotti specifici che i clienti hanno premiato consentendo una raccolta vicino agli 80 mila euro. Prosegue inoltre la raccolta di fondi che tradizionalmente viene dedicata ai Centri Giovanili di Don Mazzi attraverso la vendita ai clienti di un calendario, che nel tempo ha portato le donazioni ad oltre 700 mila euro. 
Novità anche dal punto di vista dei prodotti con la nuova campagna di olio novello di Nocellara del Belice, che quest’anno ha caratteristiche di alta qualità. L’olio viene da olive raccolte a mano per preservarne l’integrità e i livelli di acidità ottimale e ancora verdi e quindi capaci di generare un prodotto dal gusto unico. La spremitura è a freddo meccanica, non è filtrato, raffinato e decantato, così risulta denso, fruttato e profumato. Ha una bassissima acidità ed è ad alto contenuto di polifenoli, sostanze fondamentali per la salute e il benessere e con funzione antiossidante. 
Eismann è presente in 4 Paesi europei (Italia, Germania, Austria e Olanda) e dispone di un’organizzazione capillare che conta, in Italia, 49 filiali, 850 venditori e 240 dipendenti. Serve oltre 400 mila famiglie.

(riproduzione riservata)