L'Editoriale

In Italia si evade per necessità

La dissennata pressione fiscale e i bassi redditi promuovano l’evasione

di Mario Pinzi

Per risolvere un problema occorre andare all’origine del problema. Fatta questa affermazione cerchiamo di fotografare la verità. I veri evasori sono gli operai che, con lo scarso stipendio percepito, non arrivano a fine mese e per necessità nel weekend sono costretti a fare dei lavori in nero utili a coprire le esigenze della propria famiglia. In sintesi, siamo tutti degli evasori, ma le imprese possono farlo legalmente. A questo punto credo sia corretto spiegare il loro vantaggio: operando in un mercato mondiale, scaricano la maggioranza

[leggi ...]

Prima pagina

Nove startup su dieci purtroppo falliscono

Tra inesperienza e difficoltà ad affrontare tutte le problematiche che nascono nello sviluppo di un nuovo progetto, spesso il sogno di business diventa chimera

di Damiano Pignalosa

Quando ci si affaccia al mondo dell’innovazione e dell’imprenditoria 2.0, il primo pensiero che avvolge la mente e scalda la partita iva che batte nel nostro petto si ricollega a storie di grande successo nate come sempre in quei mitici garage americani, dove da una piccola idea si è riusciti a creare aziende gigantesche divenute poi dei veri big a livello mondiale. Quello che solitamente non si dice o a cui volutamente non si vuole dare attenzione è che 9 Startup su 10 falliscono nei primi tre anni di vita e i motivi sono molteplici. Tra le principali cause di fallimento ritroviamo l’incapacità di reggere la competizione (14%), l’assenza di un modello di business sostenibile (11%), l’inadeguatezza del prodotto

[leggi ...]

Prima pagina

Talents in Motion: “Agire in fretta per fermare la fuga dei nostri giovani”

Politiche fiscali e percorsi formativi mirati nell’agenda dei decisori

Le impietose cifre del “Rapporto 2019 sull'economia dell'immigrazione” della fondazione Leone Moressa confermano che una delle emergenze del Paese è creare le condizioni per trattenere le migliaia di giovani che, delusi dalle prospettive professionali che l’Italia offre, varcano i confini e vanno all’estero, valorizzando il patrimonio di conoscenze che le università offrono. Non è solo una questione economica, ma di responsabilità sociale che il sistema delle imprese, l’università e la politica devono onorare, intraprendendo azioni mirate che facciano conoscere le opportunità che il sistema

[leggi ...]

Prima pagina

Furlan: Non cresciamo perché orfani di una politica vera e abbiamo abbandonato il Sud

Il Governo - secondo il segretario generale della Cisl - deve ridurre le tasse a lavoratori e pensionati, affrontare la disoccupazione giovanile e i problemi degli anziani, sbloccare le opere infrastrutturali e integrare le risorse per rinnovare i contratti pubblici. Ma è anche necessario puntare su piani credibili e…

di Giambattista Pepi

La crescita bassa? “Per forza, abbiamo diminuito le risorse pubbliche per gli investimenti pubblici, l’innovazione tecnologica, la ricerca di nuove fonti energetiche e la tutela dell’ambiente, la formazione delle competenze di cui le imprese ed anche la Pubblica amministrazione hanno bisogno”. La manovra? E’ cambiato il Governo, non i problemi e nemmeno le questioni irrisolte, a cominciare dalla rivalutazione delle pensioni.  Taglio del cuneo fiscale e tutela dell’ambiente? Ci vuole ben altro per realizzare lo shock di cui ha bisogno il

[leggi ...]

Prima pagina

Caro Erdogan, nostro santo protettore, mandaci chi dovrebbe salvare l'Italia

Lettera aperta al “Grazioso Sultano della Sublime Porta” con l’invito a inviarci, a stretto giro di posta, alcuni milioni di laboriosi figli della Mezzaluna, che potranno lavorare al posto nostro. Almeno così auspicano i nostri saggi governanti, appoggiati dai giganti del nostrano pensiero…

di Sandro Vacchi

Eccellentissima Maestà, Grazioso Sultano della Sublime Porta, Custode delle Sacre Moschee, Guida dei Fedeli e degnissimo erede di Maometto il Conquistatore di Costantinopoli, che risponde al nome di Recep Tayyip Erdogan, vergato a lettere d'oro nel cielo creato da

[leggi ...]

Prima pagina

Con la tassa sui depositi, risparmiare è una... colpa

La decisione di Unicredit di applicare tassi negativi sui depositi da oltre centomila euro potrebbe contagiare gli altri istituti. Facendo così cartello

di Artemisia

Al momento le altre banche stanno a guardare ma non è escluso che possano allinearsi, facendo, come è prevedibile, cartello. La decisione di Unicredit di applicare i tassi negativi sui depositi oltre i 100 mila euro, era in qualche modo prevedibile anche se ha lasciato

[leggi ...]

Storie d'impresa

La Sportiva, novant’anni di record sulle grandi cime

di Laura Della Pasqua

In una piccola valle, incastonata tra le Dolomiti, sorge un’azienda leader nel mondo, che ha accompagnato le grandi spedizioni alpinistiche alla conquista delle cime più alte del mondo, quali l’Himalaya, il K2 e l’Everest. Stiamo parlando de La Sportiva, oltre novant’anni di storia alle spalle, un esempio di made in Italy vincente a livello internazionale grazie a un mix di fattori: alta innovazione, ricerca costante, gusto quasi maniacale

[leggi ...]
In primo piano

Un “Paese Annegato”, una bambina strana che ha il superpotere di guardare oltre e un Professore che la sa lunga

Fra le pieghe di un romanzo, poeticamente intrigante, firmato da Loriano e Sabina Macchiavelli. Un lavoro dedicato a chi crede - chiariscono gli autori - in certi fenomeni inspiegabili e ogni tanto si concede il lusso di passeggiare nei prati verdi della fantasia

di Mauro Castelli

C’è qualcosa di nuovo, anzi, di antico, nell’ultimo lavoro che Loriano Macchiavelli ha scritto a quattro mani con la figlia Sabina, ovvero La bambina del lago (Mondadori, pagg. 296, euro 19,00). Un romanzo che piacevolmente attinge dalle impostazioni narrative del passato, anche perché la storia è ambientata nel 1930. Quindi una specie di introduzione rappresentata da un lungo elenco (cinque pagine o giù di lì) di personaggi, animali, piante ed esseri strani che entrano, a vario titolo, nella storia. E poi un illuminante corollario narrativo che accompagna i 45 capitoli del canovaccio dove si spiega, in poche parole, la

[leggi ...]

“Dodici rose a Settembre” e un vendicatore che segue uno schema incomprensibile

Torna sugli scaffali Maurizio de Giovanni con un noir, pubblicato dalla Sellerio, che si nutre di ironia e di mistero. Giocando a rimpiattino con la simpatia e la credibilità dei personaggi. Il tutto a fronte di una inaspettata dichiarazione d’amore per il “rimpianto e immenso” Andrea Camilleri

di Massimo Mistero

Subito la sua dichiarazione d’amore per la casa editrice Sellerio e per il rimpianto Andrea Camilleri. Scrive infatti Maurizio de Giovanni, un autore che sa manovrare la penna come pochi e che, generosamente, non lesina mai i suoi apprezzamenti. In questo caso a celebrazione, lui che ha pubblicato con tutte le maggiori case editrici, del suo ingresso alla Sellerio con Dodici rose a Settembre (pagg. 272, euro 14,00): “Un piccolo libro blu. Così semplice, eppure così importante. Un riferimento per chi entra in libreria, un sorriso per chi sa di trovare in quello scaffale un certo tipo di lettura, un certo tipo di racconto. Un

[leggi ...]

La storia del Papa che voleva farsi Re

Unendo una narrazione avvincente all’accuratezza dell’analisi storica, David Kertzer racconta le vicende di Pio IX che cullava il sogno rivoluzionario della Repubblica romana, ma dovette arrendersi al Regno d’Italia ponendo fine al potere temporale della Chiesa Cattolica

di Giambattista Pepi

Il conclave del 1846, che seguì la morte di Papa Gregorio XVI si svolse in un periodo molto turbolento per la storia dell’Europa e della penisola italiana. Per questo motivo molti cardinali stranieri decisero di non parteciparvi: solo 46 dei 62 cardinali erano infatti presenti. Entrando nella Sistina, i cardinali si divisero subito in due fazioni: quella conservatrice supportava il cardinale Luigi Lambruschini (segretario di Stato del precedente pontefice), quella progressista, aveva due candidati: il cardinale Tommaso Pasquale Gizzi e il cardinale Giovanni Maria Mastai Ferretti, membro della famiglia dei conti omonimi.

[leggi ...]

“Perché ho fatto carriera all’estero e non intendo tornare”: a parlare è Lorenzo Galluzzi, un cervello in fuga che oggi guida un laboratorio di ricerca oncologica a New York. Ma non solo…

di Massimo Mistero

Tanti pregi e pochi difetti (sì, a pesare c’è quella passione per la caccia che si porta al seguito sin da ragazzino), ma in fondo, e meno male, nessuno è perfetto. In ogni caso una persona come si deve Lorenzo Galluzzi, che partendo da Zocca, un paesino appollaiato sull’Appennino modenese, è riuscito a imporsi - come cervello in fuga - a livello internazionale. Proponendosi, a soli 39 anni (è infatti nato a Formigine il 26 settembre 1980. Ma si è trattato di un caso, in quanto sua madre

[leggi ...]

"Tralummescuro, ballata per un paese al tramonto"

La voce di Francesco Guccini torna fra le pagine di un libro che si nutre di poesia. Risultato? Una testimonianza da raccogliere, in attesa di una nuova aurora del giorno. Con Loriano Macchiavelli a disquisire su un rapporto di amicizia e scrittura che dura da 25 anni

di Massimo Mistero

Precisiamo subito che non si tratta di una recensione, quella che stiamo proponendo al lettore e relativa a Tralummescuro. Ballata per un paese al tramonto (Giunti, pagg. 282, euro 19,00), un lavoro scritto da Francesco Guccini. Semmai di una sorta di compromesso all’italiana: quello fra le note editoriali, arricchite da spizzichi di un contenuto ricco quanto variegato, e quanto ha avuto modo di raccontare Loriano Macchiavelli sul suo storico compagno di viaggio. Confesso di aver scritto una mail al papà del sergente Sarti Antonio dicendogli: ti farebbe piacere recensire (e credo farebbe molto piacere anche

[leggi ...]

"Il clima che cambia": perché è nostro dovere fermare il riscaldamento globale

Luca Mercalli, noto ricercatore e divulgare scientifico, analizza la complessa fisica del tempo addentrandosi nei cambiamenti, disquisendo sul ritiro dei ghiacciai e domandandosi cosa ci aspetterà in futuro. Fermo restando un interrogativo: cosa possiamo fare per contrastare questa pericolosa deriva?

di Valentina Zirpoli

Di tutto e di più: Luca Mercalli, nato a Torino il 24 febbraio 1966, si propone vincente come metereologo, climatologo, divulgatore scientifico, accademico (insegna Sostenibilità ambientale presso l’Università del capoluogo piemontese e Scienze gastronomiche a Pollenzo), collaboratore di diverse testate giornalistiche, accattivante uomo di televisione (Che tempo che fa, Scala Mercalli, Pillole di Mercalli…) nonché conferenziere in Italia e all’estero in oltre duemila eventi; lui che negli ultimi 35 anni si è dedicato all’analisi di antiche serie di dati meteo allargate al monitoraggio glaciale e alla storia climatica delle

[leggi ...]

La "normalità" degli ebrei vista oltre la Shoah

Per Sergio Luzzatto è sbagliato sovrapporre la storia dell’antisemitismo a quella dei giudei, perché essi non sono un’eccezione, ma, nel bene come nel male, un popolo come tutti gli altri

di Giambattista Pepi

“La storia è la scienza degli uomini nel tempo”. Così lo storico e militare francese Marc Bloch (nato da una famiglia ebraica di origine alsaziana, figlio secondogenito dello storico Gustave Bloch e di Sarah Ebstein) definiva la storia nella sua opera Apologia della storia o Mestiere di storico (pubblicata postuma nel 1949 dall’amico e compagno di studi Lucien Febvre, mentre quella definitiva sarebbe stata curata nel 1993 dal figlio, Etienne Bloch), divenuto uno dei maggiori classici della riflessione di metodologia storica del Novecento. La storia, dunque, è una disciplina scientifica che si occupa dello studio del

[leggi ...]

Se ne è andato Giorgio Squinzi, il geniale imprenditore che si era proposto, con la sua Mapei, protagonista del mondo della fabbrica

Assicurava di non avere una holding in Lussemburgo o ai Caraibi; contestava il valore della ricerca in Italia, “sottovalutata in quanto non teneva conto di quella portata avanti dalle piccole e medie industrie”; si lamentava del costo dell’energia fuori controllo, delle infrastrutture “superate e fatiscenti”, ma soprattutto delle complicazioni normative. Così come non accettava processi sommari al capitalismo familiare, sostenendo invece il cambiamento della chimica in Italia, per lui viva e vitale, a dispetto

[leggi ...]

Cosa succede nel misterioso Istituto-lager, diretto dalla feroce signora Sigsby, dove vengono rinchiusi ragazzi dai poteri speciali?

Un altro agghiacciante thriller, firmato da quel geniaccio di Stephen King, scritto grazie all’apporto del rimpianto Russ Dorr, il medico che si occupava dei problemi di salute della sua famiglia e che in seguito sarebbe diventato suo prezioso consulente     

di Massimo Mistero

Di Stephen King abbiamo detto e ridetto. Ma forse mai abbastanza. In quanto pochi come lui sanno intrattenere il lettore nel segno del terrore, giocando a rimpiattino con il mondo reale all’insegna di una sbrigliata fantasia, sempre puntando su trame infarcite di inquietudine e odio, amore e morte. Risultato? Oltre 500 milioni di copie vendute in mezzo mondo a fronte di chissà quanti bestseller che, a loro volta, hanno ispirato una lunga serie di acclamati adattamenti televisivi, per non parlare delle trasposizioni cinematografiche da parte di registi del calibro di Stanley Kubrick, Brian De Palma, John Carpenter, David

[leggi ...]

Ieri dilagavano le donne "Sex in the City", ma adesso come la mettiamo?

La statunitense Candace Bushnell torna, a più di vent’anni di distanza, sul luogo del… delitto. Riscrivendo le regole della mezza età

di Arne Lilliput

“Sei cinquantenni alle prese con amore, sesso e amicizia nella scintillante New York”. È questo il sommario di Sex in the City… e adesso? (Mondadori, pagg. 200, euro 18,00, traduzione di Sara Crimi e Laura Tasso), una specie di rivisitazione, sempre raccontata in prima persona, di quanto strada facendo è successo alle quattro protagoniste che avevano tenuto banco, senza soluzione di continuità (con sei serie televisive di successo e due film), da quando - nel 1996 - la giornalista statunitense Candace Bushnell aveva esordito nelle librerie con il celebrato Sex in the City, osannato in tutto il mondo per le sua

[leggi ...]

Rendere sostenibile il mondo prima che sia troppo tardi

Enrico Giovannini e Donato Speroni raccontano lo stato attuale della Terra, ma anche le straordinarie opportunità per salvarlo dalla distruzione

di Giambattista Pepi

“Avete rubato i miei sogni e la mia infanzia. Ci state deludendo, ma i giovani stanno iniziando a capire il vostro tradimento, gli occhi di tutte le generazioni future sono su di voi, e se sceglierete di fallire non vi perdoneremo mai”. Nonostante abbia solo sedici anni, la svedese Greta Thunberg parlando allo Youth Climate Summit alle Nazioni Unite al fianco del segretario generale dell’Onu, Antonio Gutierres che ha organizzato l’evento, ha dimostrato di essere in gamba. Ha parlato ai rappresentanti degli Stati intervenuti al “vertice” sottolineando con coraggio e fermezza che non c’è un minuto da perdere

[leggi ...]

Una meraviglia per gli occhi e una musica per il sapere: le ville e i giardini del nostro Rinascimento

Per i tipi della Rizzoli è arrivato nelle librerie un maxi-volume che, partendo dalle splendide fotografie di Dario Fusaro, si avvale di una dettagliata disamina storica firmata da Lucia Impelluso

di Valentina Zirpoli

Se volete farvi o fare un regalo di indubbio valore culturale e visivo, l’occasione è ghiotta ed è rappresentata dall’uscita in libreria del volume, in formato maxi (cm. 25x31), Ville e giardini del Rinascimento (Rizzoli, pagg. 176, euro 39,90), “raccontato” dall’iconografa Lucia Impelluso e corredato dalle splendide fotografie di Dario Fusaro. Il quale Fusaro, in occasione degli scatti realizzati per questo libro, ha utilizzato per la prima volta un drone, la qual cosa gli ha consentito di poter inquadrare dall’alto, spesso in maniera inedita, le diverse strutture architettoniche e non. Come da titolo, in questo

[leggi ...]

Bellezze marine (sommerse e non) di Napoli e dintorni tra parchi, scogliere, grotte e... fiordi

di Valentina Zirpoli

L’Italia è un Paese ricco di bellezza, vanto in tutto il mondo per la sua storia, la sua arte, i suoi paesaggi e la sua cucina. Città, borghi, piazze e monumenti costituiscono il nostro inestimabile tesoro. Ma non solo. C’è un patrimonio che rimane nascosto agli occhi dei più ed è rappresentato dalle meraviglie marine (sommerse e non) custodite nei secoli dalle acque e dai suoi abitanti. E’ nel

[leggi ...]

Dove finisce la vendetta e inizia la giustizia? Il commissario Argenti indaga

Carlo F. De Filippis ci parla del suo nuovo intrigante personaggio. Consigli per gli acquisti anche per il graffiante Luca D’Andrea e il futuribile Paolo Zardi

di Mauro Castelli

“Un po’ guascone un po’ simpatico gradasso”: così Carlo F. De Filippis definisce il suo nuovo personaggio, il commissario Zaccaria Argenti, che ha rimpiazzato (momentaneamente?) Salvatore Vivacqua, detto Totò, che aveva tenuto banco nei suoi primi tre romanzi, ovvero Le molliche del commissario (Giunti), Il paradosso di Napoleone e Uccidete il camaleonte (entrambi editi da Mondadori). Detto questo, cosa ha

[leggi ...]

Chi è la misteriosa Stella che ha salvato Pierre dalla morte facendolo innamorare?

Dalla penna dello statunitense Tom Drury una favola noir surreale e profonda, dove i personaggi si muovono come… foglie mosse dal vento

di Lucio Malresta

Già il titolo, Il movimento delle foglie (NNE, pagg. 182, euro 18,00, traduzione di Gianni Pannofino), poetico e trascinante, induce il lettore a pensare a una scrittura immaginifica, onirica (“C’è sempre fluidità tra sogni e realtà - tiene a precisare l’autore - anche se io preferisco non scadere mai nella simbologia”). In effetti il lavoro dell’americano Tom Drury (classe 1956, cresciuto nella piccola città di Swaledale, laureato in giornalismo

[leggi ...]

“Il leader e i suoi consiglieri: come servire il potere e salvarsi l’anima”

Una dichiarazione d’amore per la politica buona da parte di Antonio Funiciello, già capo di Gabinetto del presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni

di Valentina Zirpoli

Glissa su chi sia il consigliere migliore o peggiore al servizio di Conte, Di Maio o Zingaretti, sbilanciandosi soltanto per Salvini (“Potrebbe essere stato mal consigliato”); sottolinea la fragilità, rispetto alle altre cancellerie europee, della struttura di Palazzo Chigi (“Bisogna farsi alleati fra la tanta gente in gamba che qui ci lavora”), una struttura sorprendentemente simile a quella della Casa bianca; assicura l’importanza di chi è preposto a

[leggi ...]

"Il male? Un cane senza padrone pronto ad affezionarsi al primo che gli dedica attenzione"

L’autore di Glasgow smile racconta i retroscena del suo libro incentrato sul tema della follia. Tenendo a precisare che…

di Andrea Castaldi

Un pomeriggio di quattro anni fa, navigando nel mare profondo di Internet, mi sono imbattuto in una foto. Si trattava di una foto in bianco e nero che ritraeva il cadavere di Elizabeth Short, al secolo, la Dalia Nera. Per me, allora, era semplicemente una ragazza giovane e bella, trovata orrendamente mutilata e uccisa in un sobborgo di Los Angeles il 15 gennaio del 1947. Solo successivamente ho collegato la sua storia al romanzo Dalia nera di

[leggi ...]

Dieci donne imperfette, che hanno percorso da protagoniste-contro la nostra storia

A raccontarcele e ad analizzarle Michela Murgia, apprezzata scrittrice, e Chiara Tagliaferri, autrice radiofonica e non solo

di Lucio Malresta

Un libro fuori dalle righe, che viaggia controcorrente, dove si raccontano le storie di dieci donne una più diversa dall’altra. Tutte donne contro che, solo a citarle, ti chiedi cosa possano avere avuto in comune. In realtà c’è un sottile filo conduttore che le unisce: quello di aver dovuto battagliare “contro chi cercava di costringerle a fare qualcosa che non volevano”, di aver dovuto lottare contro la famiglia, la società, le convenzioni nel campo dell’arte,

[leggi ...]

Se la vita s'interrompe di colpo, bisogna avere la forza di ricominciare

Nella sua prima volta il messinese Francesco Musolino “indaga l’educazione all’età adulta”. All’insegna del coraggio per continuare a crescere

di Valentina Zirpoli

Una prima volta legata alle illusioni e alle aspettative che si perdono per strada, con un interrogativo al seguito: “Cosa succede quando la vita che hai sempre sognato svanisce l’attimo prima di diventare realtà?”. Ed è appunto su questo interrogativo che Francesco Musolino - giornalista culturale freelance, con collaborazioni allargate a diverse testate nazionali, nato a Messina il 5 febbraio 1981 - ha imbastito il suo romanzo d’esordio, edito da

[leggi ...]

"Non sono pazza, sono vecchia. E sono in un campo di concentramento per vecchi"

Dall’indimenticata voce di May Sarton un atto d’accusa sulla terza età che lascia il segno. Più giocosa invece la “seconda vita” di Verena Lugert

di Lucio Malresta

Il dramma della solitudine e della vecchiaia; la drammatica considerazione di sentirsi reclusa in “un campo di concentramento” per anziani; la straziante certezza di sprecare gli ultimi anni di vita in un luogo dove gli affetti e la considerazione non fanno parte del quotidiano. In altre parole una storia sferzante, che cattura e intriga, sull’impotenza della

[leggi ...]

Le religioni sono o non sono vie di pace?

A metterlo in dubbio è Paolo Naso. Dimenticandosi la dimensione dello spirito e gli innumerevoli esempi di fede e carità di profeti, santi e martiri

di Giambattista Pepi

La religione è più forte della politica. In che senso? Nel senso che la promessa di un al di là, un altro mondo, un paradiso di pace, amore, armonia, perfezione, cui chi crede dovrebbe aspirare e impegnarsi a raggiungere, che sta nel “cuore” di tutte le religioni, si contrappone spesso al mondo della Terra: imperfetto, disarmonico, disordinato, privo di amore, fratellanza, tolleranza, rispetto reciproco tra gli uomini e i popoli,

[leggi ...]

Servizi
World Press Trenitalia Italo eDreams il Meteo MarketinG E...