L'Editoriale

Il film della vacanze sta per iniziare

Facciamo la nostra villeggiatura in piena sicurezza (Economia Italiana tornerà il 31 agosto) e cerchiamo di dimenticare gli effetti negativi del Coronavirus

di Mario Pinzi

Gli ombrelloni dell’estate si sono riaperti e il consiglio che mi sento di dare è quello di trascorrere la vacanza nelle splendide località balneari italiane. In spiaggia tra uno sdraio e l’altro ci sono cica 4 metri di distanza e se uno lo desidera può ricevere il pranzo sotto all’ombrellone. Questo è il segnale che la vacanza si può fare in piena sicurezza favorendo il relax desiderato e meritato. A seconda della località che avete scelto vi consiglio di fare anche un tuffo culturale nei borghi più suggestivi della nostra Penisola. Se avete deciso per Rimini vi consiglio di visitare il Borgo San Giuliano,

[leggi ...]

Prima pagina

Italia protagonista della rivoluzione chiamata Idrogeno

Nei prossimi 5 anni si avrà il più grande cambiamento energetico post-petrolio, teso ad avvicinare definitivamente l’obiettivo decarbonizzazione

di Damiano Pignalosa

Nel marasma delle discussioni riguardanti l’approvvigionamento energetico che impazza in tutto il mondo, da anni finalmente si cerca di far chiarezza su quello che sarà il futuro dell’energia analizzando ogni aspetto che potrà mutare ed evolvere nel corso dei prossimi anni. Tra dubbi, incertezze e slogan di ogni tipo possiamo affermare senza indugio che il processo di decarbonizzazione passa da un’unica strada e si chiama Idrogeno. In un’interessante intervista rilasciata a Marco

[leggi ...]

Prima pagina

Animali da compagnia: un mercato da oltre 190 miliardi di dollari che crescerà del 5 per cento fino al 2025

di Tancredi Re

Le variazioni socio-demografiche su larga scala sono tra i cambiamenti strutturali al centro delle strategie tematiche sui consumi. Il mercato degli animali da compagnia offre prospettive di crescita moderate, ma stabili, essendo sostenuto dall’aumento costante del numero degli amanti dei quattro zampe e dalla crescita della spesa per mantenerli. Un mercato che vale oltre 190 miliardi di dollari che, secondo recenti stime, crescerà in media del 5% l’anno da qui al 2025. Tra i principali driver, l’aumento della spesa per alimenti più freschi e sani ma anche la

[leggi ...]

Storie d'impresa

“Ricomincio da 60”: un compleanno ricco di aspettative per Walter Tosto, fondatore dell'omonimo Gruppo

di Mario Pinzi

E’ un libro che si legge tutto di un fiato. E’ scritto superbamente bene e per chi non conosce la vita che fa un imprenditore è un testo che conquista. L’apporto alla scrittura di Mauro Castelli è talmente elegante che sa condurti nella vita del personaggio rendendo la sua storia avvincente e dal racconto di questo “condottiero” si comprende quanto è stata grande la sua avventura. Chi ha voglia di

[leggi ...]

Prima pagina

Quale riposizionamento dell’Europa per far fronte ai danni legati al Covid-19?

Secondo Pierre Blanchet e Didier Borowski la complessità istituzionale, l’incompletezza dell’organizzazione sovranazionale e l’incapacità di attuare una politica economica coordinata e tempestiva rende ancora scettici gli investitori. A meno che non si dia corso a quattro cambiamenti politici trainanti…

di Giambattista Pepi

La Conferenza sul futuro dell’Europa, prevista all’inizio di quest’anno, si svolgerà probabilmente a settembre in un contesto molto diverso da quello inizialmente previsto. Chi la presiederà e se un nuovo trattato per l’Unione Europea sarà o meno all’ordine del giorno non è

[leggi ...]

Prima pagina

Lo strano caso dei carabinieri premiati con le mani in pasta

Una volta, se un uomo dell’Arma spendeva più di quello che guadagnava, veniva sottoposto a inchiesta interna. Ora invece… E che dire delle mancanze della politica, della magistratura e dei sostenitori dell’import di Coronavirus dall’Africa sotto forma di migranti sui barconi?

di Sandro Vacchi

Ringraziamo il mitico Sessantotto, perché tutto è nato di lì. Un drappello di carabinieri trenta-quarantenni dirigeva a Piacenza traffici di droga e di denaro, festini in caserma: la Levante, dove sorge il sole. Ma il sole è definitivamente tramontato, in questo Paese allo

[leggi ...]

Prima pagina

I soldi non ci sono, anzi ci sono: il "giochino" furbetto per far accettare il Mes

Nessun timore per le pensioni e gli stipendi pubblici, che saranno regolarmente pagati come nei momenti più critici attraversati dal nostro Paese

di Artemisia

I soldi in cassa ci sono, state tranquilli. Nessun timore per pensioni e stipendi, saranno regolarmente pagati come è successo anche nei momenti più critici del Paese. Dopo le indiscrezioni raccolte da Il Sole24Ore dalla riunione dei capigruppo di maggioranza mercoledì

[leggi ...]

Fisco & Cittadini

Il Fisco sbaglia ma a farne le spese è sempre il contribuente

L’agente della Riscossione Sicilia avverte che “a causa di un mero errore tecnico è stato indicato un importo totale da pagare inferiore rispetto a quanto effettivamente dovuto”. E se non si paga la differenza si rischia la decadenza dal saldo e stralcio

di Salvina Morina e Tonino Morina

Si parla spesso di Fisco “amico”, ma la realtà è quella di un Fisco “nemico”, che non ascolta e, in alcuni casi, approfitta dell’errore inconsapevole e in buona fede fatto dai contribuenti. Ma c’è di più, perché capita pure che, anche se è l’ufficio a sbagliare, sia sempre il contribuente a subirne le conseguenze. Ed è

[leggi ...]
In primo piano

Un intrigo internazionale ai piedi dell’Etna. E il vicequestore Vanina Guarrasi, una sbirra dal passato tormentato, indaga

Dalla graffiante penna della siciliana Cristina Cassar Scalia torna sugli scaffali, con La salita dei Saponari, un estroso personaggio in predicato di diventare una seria televisiva. In parallelo, complici Giancarlo de Cataldo e Maurizio de Giovanni…

di MAURO CASTELLI

Un carattere “forte quanto determinato”, ferma restando una passione di vecchia data per la danza classica, alla quale si era dedicata da bambina, rimpiazzata da quella per i classici (“A soli tredici anni mi ero letta Guerra e pace di Tolstoi”), fermo restando un debole dichiarato per Vitaliano Brancati, Leonardo Sciascia, George Simenon (“Conservo tutti i telefilm su Maigret interpretati da Gino Cervi”) e, attingendo dal presente, per Andrea Camilleri “prima maniera”. Che altro? In primis la medicina, una specie di vizio di famiglia: “Fra i miei antenati annovero diversi dottori. Anche mio padre è medico e mia madre bi

[leggi ...]

Così si sacrificarono le Portatrici nel corso della Prima guerra mondiale, perché “niente poteva essere più come prima”

Una storia vera e dimenticata: quella delle donne, in alcuni casi anziane se non addirittura bambine, che aiutarono i nostri soldati al fronte. A raccontarcela la penna gratificante di Ilaria Tuti

di LUCIO MALRESTA

“Una storia vera e dimenticata; una voce di straordinaria potenza; una protagonista che rimarrà a lungo nel cuore e nella mente dei lettori”. In altre parole quello che non ti aspetti da Ilaria Tuti, una penna capace di dettare legge nel mondo del giallo, che si era imposta al suo debutto con Fiori sopra l’inferno (un caso editoriale alla Fiera di Francoforte, con diritti venduti in una ventina di Paesi, fra i quali Inghilterra, Francia, Spagna e Germania) per poi confermarsi con Ninfa dormiente, lavori entrambi cuciti a maglie strette sulla figura del commissario Teresa Battaglia. Una donna che è più di una protagonista “è una luce

[leggi ...]

Due gemelli, un’adolescenza trascorsa all’insegna della spensieratezza, due diversi destini e alcune amare cicatrici

Un gradito ritorno: quello dell’americana Jesmyn Ward, una penna magica capace - al tempo stesso - di intrigare, far sognare e soprattutto far riflettere

di VALENTINA ZIRPOLI

Se non l’avete ancora assaporata, la scrittura aspra e gentile, sontuosa e raffinata, ma anche “terrosa” di Jesmyn Ward, è giunto il momento di farlo. Ancora una volta grazie ai tipi dell’Astoria che, dopo aver dato alle stampe Salvare le ossa e Canta, spirito, canta - lavori tradotti in una quindicina di Paesi con i quali ha vinto due volte, rispettivamente nel 2011 e nel 2017, il National Book Award, prima donna dopo scrittori del calibro di William Faulkner, Saul Bellow, John Cheever, Bernard Malamud, Philip Roth e John Updike - propone ora La linea del sangue (pagg. 320, euro 19,00, traduzione di Monica Pareschi).

[leggi ...]

“È quando realizziamo di essere incatenati che possiamo intraprendere il percorso verso l’autentica libertà”

Il filosofo Vito Mancuso ci suggerisce come sconfiggere l’emozione negativa della paura attraverso l’ascolto delle ragioni del cuore e la conoscenza di noi stessi

di Tancredi Re

La pandemia sta facendo vivere giorni difficili all’umanità. Milioni di persone in tutto il mondo hanno scoperto di essere fragili di fronte alla minaccia subdola e terribile di Covid-19. Moltissime persone vivono nella paura di poter contagiare o di essere contagiati dal Coronavirus, di potersi ammalare, di morire. Paura per la salute e la vita nostre e di altre persone sovrastate da un male insidioso e terribile, ma anche di perdere (temporaneamente o per sempre) il lavoro, l’attività economica, i mezzi di sussistenza. Toccati dall’emozione negativa di questo sentimento, avere paura ci rende

[leggi ...]

Con il Coronavirus sta cambiando il mondo: adesso sono le opere d’arte ad affacciarsi alla finestra per farsi ammirare

Succede a Domodossola, presso casa De Rodis, sede della collezione Poscio. Dove vanno in scena gigantografie di Boccioni, Fornara, de Pisis, Ferroni, Testori… Si tratta di ritratti di donne e uomini, giovani e vecchi, ognuno con una propria storia da raccontare

di DONATELLA GALLIONE MOLINARI

È arrivato furioso e maligno; come un usurpatore senza scrupoli il Coronavirus ci ha rubato la libertà, ci ha tolto la dolcezza di un abbraccio, la gioia di un incontro, la consolazione di una carezza a un familiare morente, che non è più tornato a casa, e ha seminato panico e frustrazione. Strade vuote, città silenziose, luoghi pubblici serrati, vite sospese: silenzio, solitudine, straniamento. Anche i musei sono stati vietati al pubblico e, la maggior parte di quelli più piccoli, sono tuttora chiusi. L’arte soffre perché, quella figurativa in particolare, vive di sguardi attraverso cui si instaura quel flusso misterioso e

[leggi ...]

Un libro apocalittico sospeso fra realtà e leggenda. Con sette misteriosi quanto catastrofici sigilli

Giocando sul fascino dell’avventura, su avvincenti colpi di scena e su protagonisti forti e complessi Barbara Bellomo dà voce al suo primo thriller, un lavoro capace di irretire e catturare il lettore. Precisando, come lei stessa ci racconta, che…

di Mauro Castelli

Una sorpresa, ma fino a un certo punto in quanto, strada facendo, aveva già dimostrato di saperci fare con la penna. Ad esempio firmando la serie interpretata da Isabella De Clio, giovane archeologa siciliana specializzata in arte antica, protagonista de La ladra di ricordi (cosa accomuna l’omicidio, ai giorni nostri, di una dolce quanto adorabile vecchia signora e alcuni grandi protagonisti dell’età repubblicana?), Il terzo relitto (dove si scopre - a fronte del ritrovamento di un documento inedito - che Isabella nasconde un segreto: essendo cleptomane sente infatti il bisogno di rubare oggetti che fanno parte dei suoi ricordi) e Il

[leggi ...]

Sulla scena del crimine questa volta si recita a soggetto, fra i tanti segreti dell’estate di Piera Drago

A dare voce a una intrigante detective comedy sono due fra i maggiori numeri uno su piazza, capaci di amalgamare al meglio le loro diversità: l’affermato scrittore Giampaolo Simi e Piera Degli Esposti, una delle più brave attrici italiane

di Valentina Zirpoli

Una strana coppia quella composta da Giampaolo Simi (una penna graffiante, capace di stemperare la tensione con l’ironia e di approfondire tematiche complesse quasi senza darlo a vedere) e Piera Degli Esposti (sì, proprio lei, una delle nostre attrici più brave con un curriculum da lasciare a bocca aperta), che hanno dato voce a quello che non ti aspetti, ovvero L’estate di Piera (Rizzoli, pagg. 316, euro 19,00). Una storia nera come la pece, dal taglio politico, che si nutre di una calda notte romana, di un’attrice di successo alle prese con un’ombra nel cortile di casa, di un pozzo che inghiotte un cadavere. Insomma, gli

[leggi ...]

Nonostante tutto, la democrazia può guarire dalla febbre del populismo

Secondo Ilvo Diamanti e Marc Lazar esiste un’alternativa valida a certe “sirene”, a condizione che i partigiani della democrazia sappiano offrire ai cittadini le tutele che attendono. In altre parole ricostruendo un clima di fiducia nelle istituzioni e rilanciando il progetto europeo

di Giambattista Pepi

Che cos’è il populismo? Chi sono i populisti? Ma, soprattutto, il populismo e i populisti sono una minaccia per la democrazia liberale? Possono farla deragliare e sostituirla con sistemi politici formalmente democratici, ma in realtà autoritari, di vago stampa robesperriano, dove i rappresentanti (e solo loro) stabiliscono a priori cosa bene e cosa è male per il popolo? A queste domande provano a rispondere Ilvo Diamanti e Marc Lazar nel libro Popolocrazia. La metamorfosi delle nostre democrazie (Laterza, pagg. 163, euro 10,00) muovendosi, appunto, dalla definizione di popolocrazia. “Non è un movimento (im)politico,

[leggi ...]

Il Premio GammaDonna sbarca in Tv in collaborazione con QVC Italia

Svolta smart-pop per il contest che da oltre 15anni mette in luce l’imprenditoria innovativa femminile italiana. Iscrizioni aperte fino al 31 agosto

Il Premio GammaDonna si rinnova e diventa anche un format televisivo per raccontare, più profondamente e al grande pubblico, le imprenditrici innovative oltre le mura dell’azienda. Le storie di innovazione delle finaliste approderanno negli studi televisivi di QVC Italia e saranno raccontate in uno “Speciale”, trasmesso in prime time sui canali social del network TV, di GammaDonna e sui canali televisivi 32 del digitale terrestre e 475 di Sky. Dalla difficile gestione dell’emergenza sanitaria, passando per il

[leggi ...]

Una commedia nera degli equivoci in quel di Bologna. Il “regista”? L’eclettico emiliano Paolo Nori

Dotato di una scrittura personale quanto fuori dalle righe, questo autore si addentra in punta di piedi nel campo della narrativa gialla. Giocando sui fatti, sulle parole e sui personaggi in maniera garbata quanto divertente. Inventandosi ad esempio un giornale sportivo che, guarda caso, esce soltanto quando la Juventus perde…

di Mauro Castelli

Un funambolo della parola (“Strada facendo ho provato a lavorare sulla sintassi…”) e della punteggiatura (“Cerco di usarla e non di essere usato”); uno stile inconfondibile e per certi versi unico; una scrittura parlata, che attinge cioè dalla quotidianità (emiliana, se proprio vogliamo) e rende partecipe il lettore delle sue variegate sensazioni. Ferma restando la capacità di tratteggiare personaggi che, pur nella loro apparente semplicità, lasciano il segno. Che altro? La voglia incorporata di voltare pagina in continuazione. Ad esempio nell’autunno 1988, già adulto, si era messo a studiare Lingua e letteratura russa,

[leggi ...]

"Benemerita": a Piacenza narcos di casa nostra, non mele marce

di Andrea di Furia

Studiando da oltre 40 anni il sistema sociale italiano e mondiale; avendone evidenziato, in questa rubrica e nei libri, la radice originaria dei problemi sociali odierni e più volte indicato la soluzione percorribile... non siamo affatto sorpresi degli eventi di Piacenza. In realtà esprimono un

[leggi ...]

Sulle orme di Dante tra Romagna e Toscana: visitando il borgo di Gradara, la giocosa cascata dell'Acquacheta, l'Eremo dei Toschi...

di Valentina Zirpoli

Sappiamo che il 10 marzo 1302 Dante Alighieri, dopo un processo farsa al quale preferì sottrarsi, fu condannato in contumacia all’esilio da Firenze con l’accusa di baratteria, frode, falsità, dolo, malizia, inique pratiche estortive, proventi illeciti, pederastia. Ciò per il Sommo Poeta significò dire addio per sempre alla sua amata terra e l'inizio di una lunga fase di sofferenza interiore e di

[leggi ...]

La bussola che guida Colter Shaw? Vittime da salvare e caccia senza compromessi ai criminali

Torna Jeffery Deaver ed è corsa all’acquisto. Da non perdere anche Jane Shemilt, Eva G. Sáenz de Urturi, un’antologia di autori sardi e un giallo per ragazzi di Fabrizio Altieri

di MAURO CASTELLI

Un numero uno, Jeffery Deaver, che ha la capacità di saper raccontare, intrigando e inquietando al tempo stesso. Peraltro all’insegna di una specie di obbligo narrativo: quello di creare protagonisti sull’orlo del baratro e a rischio sopravvivenza, capaci di catturare le simpatie del lettore. Assicurando di scrivere i suoi romanzi “come dovesse comporre un’opera classica, come se fossero una sinfonia”. E non gli deve risultare difficile visto che, per

[leggi ...]

“Sei sospetti per un delitto”: torna a graffiare la penna di Raffaele Malavasi

Una storia ancora una volta ambientata a Genova, colpita al cuore - in questo caso - da un attentato terroristico che provoca sette morti e 28 feriti

di MASSSIMO MISTERO

Non c’è due senza tre: dopo aver dato alle stampe Tre cadaveri ed essersi riproposto vincente con Due brutali delitti (beneficiando di oltre cinquantamila copie vendute, che per l’Italia sono dei bei numeri), Raffaele Malavasi torna sugli scaffali, sempre per i tipi della Newton Compton e sempre ambientato sotto la Lanterna (con tanto di dizionario minimo genovese-italiano al seguito), con Sei sospetti per un delitto (pagg.

[leggi ...]

Chi è Frederica? Un’attraente signorina intenzionata a lanciare la sorella nella buona società londinese…

L’intrigante storia, raccontata con il garbo che le è congeniale dall’inglese Georgette Heyer, è ambientata ai tempi della Reggenza

di CATONE ASSORI

L’avevamo imparata a conoscere nel 2013, quando Astoria aveva dato alle stampe, recuperandolo dalla polvere del tempo, Il dandy della Reggenza, un lavoro pubblicato nel 1935 sotto il titolo di Regency Buck e scritto da quella penna raffinata e ironica di Georgette Heyer, nata nella londinese Wimbledon il 16 agosto 1902, città dove avrebbe lasciato questo mondo il 4 luglio 1974. Salvo tornarla a “incontrare” con L’anello nel 2017, anche se questa

[leggi ...]

Il treno e la sua epopea dall’800 ai giorni nostri

Per J. Andersson ci racconta le grandi tappe della storia della ferrovia: dall’Orient Express all’Interrail, dalla conquista del West al futuro 

di Giambattista Pepi

È opinione diffusa che i primi tentativi di applicazione della forza del vapore a dispositivi in grado di trainare veicoli e sostituire la forza dell’uomo e degli animali si ebbe nelle miniere di carbone in seguito alla rivoluzione industriale. Furono questi tentativi a segnare l’atto di nascita della locomotiva a vapore e il momento in cui la forza meccanica cominciò a sostituire quella degli animali nei lavori pesanti e a lanciare il treno

[leggi ...]

“Siamo nati in un mondo che nutriva i corpi e uccideva le anime. Ora invece…”

Dalla penna di Roberto Costantini una intrigante divagazione in giallo legata al Covid-19, i cui diritti saranno devoluti a sostegno dell’emergenza sanitaria

di CATONE ASSORI

“Siamo nati in un mondo che nutriva i corpi e uccideva le anime. Ora invece moriamo in un mondo che uccide i corpi ma dove forse rinascono le anime”. Questo l’incipit di Anche le pulci prendono la tosse (Solferino, pagg. 270, euro 15,00), forse a compensare la bugiarda leggerezza del titolo con una profonda riflessione sui cambiamenti legati al dilagare del Covid-19. Oltre agli effetti devastanti che hanno accompagnato la scia di morti

[leggi ...]

In viaggio nel mondo delle escort fra segreti e molti, troppi ricatti

Claudia de Lillo, con il consueto garbo, ridà voce a Nina Forte, un’autista privata dall’olfatto portentoso. Alle prese con una famiglia sgangherata e un affascinante private banker

di MASSIMO MISTERO

Sesto appuntamento con gli scaffali per Claudia de Lillo, scrittrice, giornalista e conduttrice radiofonica nota anche con lo pseudonimo di Elasti (“Un nome rubato a un cartone animato uscito nel 2006”). Una penna brillante, portatrice di una scrittura di piacevole impatto che, dopo aver dato voce a Nonsolomamma e Nonsolodue editi dalla Tea; Dire, fare, baciare: istruzione per ragazze alla conquista del mondo, pubblicato

[leggi ...]

La Cina vista da Victor Segalen

Pubblicati in Italia tre racconti inediti dello scrittore francese e della sua personale visione del grande quanto misterioso Paese asiatico

di Tancredi Re

Appena giunto in Cina, nel 1909, Victor Segalen intraprende un avventuroso tour delle province dello Shanxi, dello Shaanxi e del Sichuan, per poi imbarcarsi su una giunca lungo lo Yangtze (il Fiume Azzurro) fino a Shanghai. E da quel viaggio avrebbe tratto innumerevoli spunti per progetti letterari su quel Paese, primi tra tutti tre scritti inediti (La testaLa sede dell’anima e Un grande fiume) raccolti e pubblicati sotto il titolo Immaginari (OBarraO,

[leggi ...]

Servizi
World Press Trenitalia Italo eDreams il Meteo MarketinG E...