L'Editoriale

Sospendiamo l’Europa e guardiamo al futuro

La strada da percorrere? Quella intrapresa da Germania e Francia che hanno bloccato gli accordi di Schengen

di Mario Pinzi

L’Italia, colpita dal Coronavirus, per affrontare l’emergenza ha chiesto all’Europa un allentamento delle regole di Maastricht ottenendo da madame Lagarde una sentenza lapidaria che ci ha fatto perdere 84 miliardi di risparmi e, subito dopo il furto, ha avuto un ripensamento. Ora che il problema Virus non è solo italiano tutto cambia. L’asse franco-tedesco, senza avvertire i partner europei, ignora le regole e abolisce gli

[leggi ...]

Prima pagina

Dal silenzio assordante delle aule vuote un messaggio di speranza per tutte le scuole

La macchina della conoscenza non si è infatti fermata ed è scesa in campo con tutti i mezzi che aveva a disposizione

di Damiano Pignalosa

“Nulla impedirà al sole di sorgere ancora, nemmeno la notte più buia. Perché oltre la nera cortina della notte, c’è un’alba che ci aspetta…”, Khalil Gibran. Sono tanti gli argomenti che si potrebbero trattare in questo momento, forse troppi, ma questa volta vogliamo mettere da parte i numeri, i bollettini, le previsioni economiche per soffermarci sulla parte più umana ed emozionale che riguarda i nostri figli. Avranno l’arduo compito di essere i protagonisti di quel futuro, un po’

[leggi ...]

Prima pagina

Coronavirus: quando il potere è stupido di fronte all’emergenza

Buon per noi che, pur fra luci e ombre, una volta tanto siamo stati di esempio per i nostri soci comunitari e non solo

di Massimo Nava*

Mentre ci laviamo le mani è il momento di chiederci “in che mani siamo”, noi cittadini del mondo, di fronte a un nemico che non conosce confini. Nessun leader e nessuna entità sovranazionale è stata all’altezza della situazione. E non lo sono stati i tanti guru della “governance” globale, di solito prodighi di previsioni e scenari futuribili. La Cina ha tardato a informare il mondo, ha nascosto il problema a se stessa, ha punito o lasciato morire qualche medico coraggioso, prima di organizzare la

[leggi ...]

Prima pagina

Acqua: Enea sperimenta con Hera un sistema di depurazione 4.0

Il prototipo teso a ridurre i costi di oltre il 30 per cento è già pronto per l'industrializzazione

Si chiama CONSTANCE (Controllo iNtelligente e geSTione Automatizzata per il trattameNto di aCque rEflue) ed è un sistema in grado di ridurre di oltre il 30% i costi energetici e di gestione degli impianti di depurazione delle acque. Questo sistema è basato su tecnologie di machine learning ed è stato presentato in occasione della Giornata mondiale dell’acqua del 22 marzo dal Gruppo Hera e dall’Enea che lo ha realizzato sulla base di un proprio brevetto. Il prototipo ha raggiunto un livello 7 di maturità tecnologica ed è pronto per l’industrializzazione; i primi test sono stati eseguiti con successo nell’impianto di depurazione di Hera

[leggi ...]

Prima pagina

La governance? Fa più male del Covid-19: così resteremo in balìa della speculazione

Alitalia, Ilva, salvataggi bancari? Esempi di un Paese poco credibile. Secondo l’economista Franco Bruni, con idee buone e progetti seri, la fiducia dei mercati è scontata. E l’Europa? Praticamente bloccata, perché a comandare sono gli Stati membri attraverso il Consiglio. Mentre Bruxelles, per conservare la capacità di mediazione, non alza la voce

di Giambattista Pepi

Lo shock? Potrà essere di breve o di lunga durata, il problema è che colpisce una struttura economica, socio-politica e di relazioni internazionali molto fragile. Una struttura che non si è mai interamente ripresa dalla Grande Crisi del 2007-09. L’economista Franco Bruni, nell’intervista che ci ha concesso, mette il dito sulle tante piaghe del mondo: dall’elevato indebitamento di Stati e imprese alla bassa crescita, dall’enorme liquidità indirizzata da banche e intermediari finanziari verso

[leggi ...]

Prima pagina

Coronavirus: scoperti gli "altarini" di una Europa mai così fragile e indifesa

Intanto, fra notizie vere e false, medici che attaccano altri medici e politici inadeguati non c'è da stare allegri. E quando finirà la quarantena dei cittadini, inizierà quella del nostro Governo

di Sandro Vacchi

Lo scenario è ormai da thriller fantapolitico. Qualcuno, ma chi, intende fare terra bruciata attorno all'Italia, buttarne all'aria l'economia e impadronirsi delle sue imprese, dei suoi asset, delle sue eccellenze? L'Unione Europea è un'astronave pilotata da alieni che

[leggi ...]

Prima pagina

Non facciamoci illusioni: dopo l'emergenza la "normalità" richiederà tempi lunghissimi

La pandemia non è infatti solo un baratro sanitario, ma un fenomeno capace di cambiare le nostre vite

di Artemisia

Non facciamo tante illusioni. Quando l’emergenza sarà finita, e nessuno sa dire ancora quando accadrà, comunque non sarà totalmente finita. Ci vorrà tanto, tanto tempo per archiviare questa esperienza globale e epocale, quella che viene definita sempre più

[leggi ...]

Prima pagina

Covid-19: anche la Chiesa s’adegua, sia pure con un po’ di “mugugni” al seguito

Ma la vera priorità - hanno scritto i vescovi italiani - è quella di “contribuire alla tutela della salute pubblica”. Pertanto, in un momento così delicato, occorre la convergenza di tutti. Fermo restando che non è un’epidemia della paura ad aver travolto le istituzioni religiose

di Antonio Sciortino*

Il settimo anniversario di pontificato di papa Francesco è coinciso con un momento molto drammatico. Non più solo per l’Italia, ma per il mondo intero. Una vera pandemia da coronavirus, nell’arco di poche settimane, ha sconvolto la vita di ciascuno di noi, delle nostre

[leggi ...]
In primo piano

“Siamo presenti da venticinque anni in Etiopia non per pura assistenza, ma per creare sviluppo”

Giancarlo Bertacchini, fra i fondatori e attuale responsabile della Hewo Modena, spiega come venire incontro alle esigenze di chi vorrebbe emigrare non per scelta, ma per necessità. “Perché quando mettemmo le basi della nostra Associazione ci rendemmo conto che non ci veniva chiesto un pesce, ma una canna da pesca”

di Giuseppe Marasti

“Quando ci si dedica al sostegno di chi vorrebbe emigrare non per scelta, ma per necessità, non bisogna offrire assistenza, ma creare sviluppo. È infatti questo il presupposto per regalare un futuro a tante persone che un futuro invece non l’avrebbero”. Giancarlo Bertacchini, nato e cresciuto a Maranello, la cittadina modenese conosciuta nel mondo per il marchio Ferrari e della quale è stato anche sindaco dal gennaio 1992 al giugno 2004, ha le idee chiare su come gestire un flusso benefico. Non a caso -tiene a precisare - in “Etiopia abbiamo realizzato un ospedale, affiancato da una scuola materna, un’azienda agricola, un

[leggi ...]

Gruppo Hera: 17 anni di crescita ininterrotta, con il miglioramento - nel bilancio 2019 - di tutti i principali indicatori economico-finanziari e di sostenibilità

Il Consiglio di amministrazione del Gruppo Hera, presieduto da Tomaso Tommasi di Vignano, ha approvato all’unanimità i risultati economici consolidati al 31 dicembre 2019 e la Relazione sulla politica di remunerazione e sui compensi corrisposti, insieme al bilancio di sostenibilità. La multiutility emiliana, entrata lo scorso anno a far parte del Ftse Mib, ha chiuso l’esercizio con tutti i principali dati in miglioramento, proseguendo così nel suo percorso di crescita e di

[leggi ...]

Il Gruppo Mondadori rende libero il patrimonio di contenuti digitali per la didattica a distanza

Oltre 40 giga di video, audio, mappe e contenuti multimediali esclusivi liberamente scaricabili per le lezioni da casa

Nell’ultimo decennio tutto il settore dell’editoria scolastica ha progressivamente ampliato la propria offerta di contenuti e servizi per la didattica digitale, investendo enormi risorse economiche e progettuali.  In questi giorni di difficoltà per tutto il Paese, Mondadori Education e Rizzoli Education, le case editrici di editoria scolastica del Gruppo Mondadori, da sempre al fianco di insegnanti e studenti, hanno deciso di fare molto di più: mettere a disposizione

[leggi ...]

“Il lato nord del cuore”? È il luogo più desolato che esista

Parola di Dolores Redondo, regina del thriller letterario spagnolo, che torna sui nostri scaffali con una nuova storia imbastita sulla brillante detective Amaia Salazar. Questa volta in trasferta nel quartier generale dell’Fbi di Quantico ai tempi dell’uragano Katrina

di Mauro Castelli

È nata a San Sebastián, in Spagna, il primo febbraio 1969, con il ricordo ancora vivo dell’aver perso, quand’era ancora piccola, una sorellina per una grave malattia; ha frequentato Legge presso l’Università di Deusto, ma senza laurearsi, per poi seguire corsi di gastronomia che l’avrebbero portata a lavorare in diversi ristoranti, sino ad aprirne uno tutto suo. E risulta sposata, tanto per la cronaca, con Eduardo Vallejo. Dopo aver iniziato a scrivere racconti e storie per bambini, si sarebbe dedicata agli adulti a partire dal 2009, quando diede alle stampe Los privilegios del ángel, senza riscuotere particolare attenzione.

[leggi ...]

“Mala morte a San Nicolao”: un’indagine archeologica abbinata al racconto di un omicidio medievale

Strane storie scaturite, fra realtà e fantasia, dalla penna di Fabrizio Benente, professore di Archeologia cristiana presso l’Università di Genova (ha condotto scavi e ricerche in diversi Paesi del Mediterraneo), e Mario Dentone, scrittore e saggista, autore teatrale e giornalista

di Massimo Mistero

L’accoppiata autoriale, così diversa quanto così affiatata, risulta di intrigante curiosità. Per non parlare del loro libro, Mala morte a San Nicolao (Oltre edizioni, pagg. 210, euro 19,00), una indagine archeologica abbinata al racconto di un omicidio medievale in bilico fra fantasia e realtà storica. E di chi si tratta è presto detto: in primis Fabrizio Benente, archeologo e docente presso l’Università di Genova, uno dei primissimi autori (ha firmato documentari, ma anche opere divulgative e di narrativa) della Oltre Edizioni con il libro Appunti di viaggio. Il quale ha condotto per anni gli scavi presso l’Hospitale di San Nicolao

[leggi ...]

L’economia senza veli spiegata al popolo. Come nel caso della guerra sbagliata contro l’Iraq di Saddam Hussein

Paul Krugman, Premio Nobel nel 2008, racconta la lotta per la verità e la giustizia contro le idee mai morte che uccidono la buona politica

di Giambattista Pepi

“Che cosa deve fare un aspirante studioso? Ignorare il clamore politico, limitandosi a proseguire le ricerche. È una scelta che rispetto e, per la maggior parte degli studiosi, persino in campo economico, è la più indovinata. Però abbiamo bisogno anche di intellettuali pubblici: persone che comprendano e rispettino le ricerche, ma siano disposte a gettarsi nella mischia politica”. A parlare così, come se si trovasse davanti ad uno specchio, è Paul Krugman, uno tra i più grandi economisti americani di tutti i tempi, ma, soprattutto, un grande divulgatore scientifico, che è colui che svolge l’attività di

[leggi ...]

“Kate Marshall ha chiuso con il passato, ma il passato non ha chiuso con lei”

Fa di nuovo centro l’inglese Robert Bryndza, un autore da tre milioni di copie, con una nuova protagonista che non farà rimpiangere il suo personaggio di punta, la detective Erika Foster. Per il momento lasciata in panchina, ma a fronte di altre tre storie già pronte

di Massimo Mistero

L’abbiamo imparato a conoscere, l’inglese Robert Bryndza, attraverso le storie (La donna di ghiaccio, La vittima perfetta e La ragazza nell’acqua) imbastite sulla detective Erika Foster, una donna tosta quanto determinata, disposta a mettere a rischio il suo lavoro e la sua incolumità pur di arrivare alla verità. Storie pubblicate in 29 Paesi (ad esempio in Brasile, Cina, Francia, Germania, Thailandia e Turchia), con un venduto al seguito sui tre milioni di copie. Ma non di soli brividi si nutrono questi lavori in quanto, a suo dire, è importante vedere il lato divertente delle situazioni, la qual cosa aiuta a superare i

[leggi ...]

“I miei giorni nel Caucaso”: il sorridente memoir di una turbolenta giovinezza trascorsa sulle rive del Caspio

Torna sugli scaffali, a distanza di 66 anni, il capolavoro firmato da Banine (pseudonimo di Umm-El-Banine Assadoulaeff), nata a Baku - in Azerbaigian - nel 1905 e poi diventata amica di grandi menti sotto la Tour Eiffel

di Catone Assori

Una donna “avanti”, disinibita e pronta a battagliare contro le consuetudini del suo tempo. Quelle stesse che l’avevano costretta a nozze a soli 15 anni, una ingiustizia alla quale avrebbe rimediato tre anni dopo quando, al seguito del padre, era scappata dal suo Paese, accasandosi - dopo la Rivoluzione russa e la successiva caduta della Repubblica Democratica dell’Azerbaigian - dapprima a Istanbul, per poi emigrare in quel di Parigi. E qui, sotto la Tour Eiffel, avrebbe conosciuto e frequentato personaggi del calibro di Nikos Kazantzakis, André Malraux, Ernst Jünger (sui cui incontri avrebbe scritto un libro e con il

[leggi ...]

Alicia, “la bambina d’argento” che (forse) non avrà mai un futuro

Ander Izagirre racconta la storia emblematica di una ragazzina condannata a lavorare nelle miniere di Potosí, in Bolivia, per due dollari al giorno. Una storia amara e graffiante che può aiutarci a riflettere sulla nostra condizione di persone libere e fortunate

di Tancredi Re

Potosí è una citta della Bolivia nella provincia di Tomas Frìas. Nel mondo è conosciuta per i suoi due primati. Uno positivo: sul Cerro Rico (in spagnolo significa montagna ricca) è attiva la più grande miniera d’argento del mondo (ma vi si trova anche oro e stagno) che, pur non essendo più redditizia come in passato, rappresenta pur sempre una delle poche risorse che dà da vivere, oltre al turismo minerario, alla sua popolazione (che conta circa 200mila persone). L’altro primato, purtroppo, è negativo: lo sfruttamento indiscriminato dei minatori, parte dei quali adolescenti, e l’elevato numero di morti sul lavoro. Fondata

[leggi ...]

Firmati da Alcantara gli interni “su misura” delle edizioni limitate di alcune super car e auto elettriche

Alcantara firma gli interni delle edizioni limitate delle super car e delle serie speciali delle automobili, dove fondamentali sono la ricerca di eleganza e qualità tecniche, come leggerezza e traspirabilità, per garantire massime prestazioni di guida, senza rinunciare al comfort. Dal 2009 Alcantara è certificata “Carbon Neutral”, prima azienda italiana, avendo definito, ridotto e compensato tutte le emissioni di CO2 legate alla propria attività e per questo atout è la scelta strategica per i modelli elettrici che riescono a coniugare,

[leggi ...]

Con ESET Deep Behavioral Inspection un monitoraggio più approfondito di processi sconosciuti e sospetti

Il nuovo aggiornamento alza ulteriormente il livello di segnalazione, bloccando le attività potenzialmente pericolose per i sistemi sia privati che aziendali

ESET, leader globale nel mercato della cybersecurity, ha pubblicato un rapporto ufficiale incentrato sull'ESET Deep Behavioral Inspection (DBI), l’aggiornamento del sistema specificamente progettato per eseguire evolute analisi comportamentali e di rilevamento, già conosciuto come ESET Host-based Intrusion Prevention System (HIPS). “I criminali informatici si impegnano al massimo per

[leggi ...]

Emergenza Coronavirus: alcune regole cui attenersi per uscire da casa e compiere spostamenti a piedi o in macchina

Siamo, come si sa, in piena emergenza per l’epidemia da Coronavirus, che si sta purtroppo trasformando - secondo l’Organizzazione mondiale della sanità - in pandemia. Con restrizioni che si stanno allargando a macchia d’olio, soprattutto nel nostro Paese, costretto a una pesante quanto comprensibile quarantena. Con limitazioni che vanno dalla chiusura di scuole e musei alle serrande abbassate per tutti gli esercizi, esclusi quelli alimentari in abbinata a farmacie, tabaccai, benzinai, poste e banche.

[leggi ...]

Spqi: Sono pazzi questi italiani, direbbe Asterix

In aumento gli attacchi di panico, spesso ingiustificati

di Andrea di Furia

Se osserviamo al netto della fifa indotta dai media sul coronavirus quello che sta succedendo (assalto ai supermercati, rivolta nelle carceri, fuga da Milano, speculazioni su mascherine e disinfettanti, psicosi da stato di guerra,

[leggi ...]

Santo Stefano Quisquina: paese di santi e pastori artisti tra i Monti Sicani

di Valentina Zirpoli

La Sicilia conobbe nella sua storia molte dominazioni. Tra queste, il Periodo Greco e il Periodo Arabo hanno lasciato importanti tracce, ancor oggi ben visibili. A poco più di settanta chilometri da Agrigento, nella Valle del Magazzolo, sorge, ad oltre settecento metri sul livello del mare, un paese il cui nome racchiude in sé questa antica storia. Stiamo parlando di Santo Stefano

[leggi ...]

“La fiamma nel buio”: un nuovo caso per Harry Bosch e Renée Ballard

Torna da par suo Michael Connelly, un autore da 74 milioni di copie. Le altre penne? Quelle dell’argentina Florencia Esteves e della napoletana Maria Rosaria Pugliese

di Mauro Castelli

Un nome, una garanzia. Quello dell’americano Michael Connelly, nato a Filadelfia il 21 luglio 1956, uno fra gli autori di crime più amati al mondo, tradotto in 35 lingue e con un venduto di ben 74 milioni di copie. Complice un personaggio che ha lasciato il segno nella narrativa di settore: quello di Hieronymus “Harry” Bosch, il detective dell’Unità Casi Irrisolti della Polizia di Los Angeles che aveva fatto debuttare nel 1992 nel suo libro d’esordio. E

[leggi ...]

Sono soltanto regole. Alcune fanno male, altre uccidono. Perché il “Patto” va rispettato

Tradotta in oltre trenta Paesi, l’americana Michelle Richmond regala ai lettori un’altra prova d’autore imbastita su uno strano regalo

di Valentina Zirpoli

Essere tradotti in oltre trenta Paesi non è da tutti. L’americana Michelle Richmond - nata a Demopolis, in Alabama, il 12 novembre 1970, e ora accasata in California dove vive e lavora - ci è invece riuscita. Agganciando una folta schiera di lettori con The Year of Fog, No One You Know, Dream of the Blue Room e The Marriage Pact, un thriller psicologico pubblicato dalla Rizzoli come Il patto (pagg. 496, euro 20,00, traduzione di Daniele A.

[leggi ...]

Fra le pieghe dei più grandi eroi della montagna

Pietro Garanzini e Rossella Monaco raccontano la storia degli uomini e delle donne che hanno sfidato l’altitudine

di Tancredi Re

Da Walter Bonatti, soprannominato “il re delle Alpi”, figura tra le più eminenti dell’alpinismo mondiale, autore di libri e numerosi reportage nelle regioni più impervie del mondo, molti dei quali come inviato-esploratore del settimanale Epoca, a Jim Bridwell soprannominato the bird (l’uccello). alpinista e arrampicatore statunitense (oltre cento le escursioni allo Yosemite Valley oltreché in Patagonia ed Alaska); da

[leggi ...]

“Come ho conosciuto la vita indagando la morte”. Perché i morti non mentono

Richard Shepherd, il più noto medico legale a livello mondiale, si racconta attingendo dai casi più eclatanti delle sue 23mila e oltre autopsie

di Valentina Zirpoli

Di sicuro nessuno dei suoi 23mila “pazienti” ha avuto la possibilità di lamentarsi. Anche perché le sue attenzioni sono sempre state rivolte a persone defunte. Fermo restando che il suo bisturi ha avuto a che fare con personaggi di diversa estrazione sociale: teste coronate, vittime di incidenti, morti ammazzati, serial killer. Con lo scopo magari di appurare verità scomode, perché “i morti non possono mentire e nemmeno nascondere la verità. E

[leggi ...]

Dietro le fascinose quinte della realtà dei grandi numeri

Sanne Blauw ci svela la parte oscura delle cifre e ci insegna a leggerle e a interpretarle per sventare le trappole di chi le manipola

di Giambattista Pepi

“Sono un’econometrista, e il fascino dei numeri ha segnato tutta la mia vita professionale. I numeri sono dappertutto: ci dicono come andiamo a scuola, quanto pesiamo, se l’economia è cresciuta. Possono ingannarci. Il mio compito è mettere i numeri al loro posto. Non su un piedistallo, non nella spazzatura, ma dove devono stare: accanto alle parole”. Sanne Blauw presenta così, icasticamente, Il più grande bestseller di tutti i tempi

[leggi ...]

Cinque vite brutalmente “segnate” dall’immigrazione in quel di Londra

In un lavoro attualissimo, l’inglese Amanda Craig amalgama temi scottanti. Come quelli dell’amore, dei problemi economici, del sangue

di Valentina Zirpoli

Ha undici anni, ma non li dimostra: nel senso che la freschezza narrativa è rimasta intatta, la storia si propone in tutta la sua attualità (peraltro giocata su diversi piani), a fronte di una ambientazione - quella di Londra, una città che vive all’insegna delle luci, ma anche delle ombre e delle polveri che arrivano dal passato - che non mancherà di gratificare la fantasia del lettore. Ferma restando una genialità creativa impregnata di

[leggi ...]

Il sapere al tempo di Internet secondo Giovanni Solimine e Giorgio Zanchini

I cambiamenti e gli effetti che la Rete sta producendo sulla trasmissione, sulla produzione e sul concetto di cultura

di Tancredi Re

Internet, come rete di telecomunicazioni ad accesso pubblico che connette dispositivi o terminali in tutto il mondo, ha rappresentato fin dagli albori uno dei maggiori e più potenti mezzi di comunicazione di massa (assieme alla radio e alla TV) grazie all’offerta ai suoi fruitori di una vasta serie di contenuti informativi e di servizi. L’avvento e la rapidissima diffusione di Internet e dei suoi servizi - di cui è stato celebrato da poco il mezzo secolo di

[leggi ...]

“Che cosa hai fatto, Lizzie Borden?”: storia di un cold case datato 1892

Prendendo spunto da un feroce duplice omicidio a stelle e strisce, l’australiana Sarah Schmidt dà voce a un avvincente romanzo

di Catone Assori

“Una storia feroce e piena di misteri, deliziosamente inquietante” legata al cold case più famoso della storia americana datato 4 agosto 1892. A trasformarlo in romanzo, e che romanzo, è stata l’australiana Sarah Schmidt, nata a Melbourne, città dove vive e lavora come bibliotecaria. Complice il caso. “Stavo muovendomi fra scaffali zeppi di libri usati quando ho incontrato Lizzie. Nel senso che un opuscolo sul caso Borden mi cadde

[leggi ...]

Servizi
World Press Trenitalia Italo eDreams il Meteo MarketinG E...