Share |

Dormire e svegliarsi magri e felici? Si può, ma solo al buio


09/07/2018

di Martina Rossi


Volete dimagrire? Allora ricordatevi di dormire al buio. 
L’Institute of Cancer Research di Londra ha infatti appurato che dormire a luce accesa influisce in modo negativo sulle attività chimiche e ormonali del corpo e aumentano, per questo, il rischio di andare in sovrappeso. La ragione risiede nell’alterazione metabolica a cui la luce sottopone il corpo nella gestione dei ritmi sonno-veglia. In pratica, il corpo anche se a riposo, riconosce la luce del giorno e quindi si sottopone ad uno stress maggiore ripagato dall’accumulo di chili inutili. 
Per giungere a tali conclusioni, sono state messe a confronto le misure di 113 mila donne abituate a dormire dal buio profondo alla luce passando da gradi di luminosità intermedi. Il rapporto vita-fianchi e girovita e la valutazione dell’indice di massa corporea ha rivelato che il grado di obesità riscontrato era maggiore fra coloro che dormono in camere da letto più illuminate. 
In più pare che dormire in presenza di fonti luminose, fossero anche quelle emesse da computer, televisioni o illuminazione stradale, influisca sull’umore e aumenti la possibilità di sviluppare episodi depressivi. La ricerca in questo caso appartiene all’Ohio State University che ha indagato la relazione. Oltre al risparmio sui costi della bolletta, i vantaggi dello spegnere la luce sono quindi molteplici. 
Dormire al buio rende più magri e felici. Quindi, perché non farlo?

(riproduzione riservata)