Share |

Il calendario provvisorio, Regione per Regione, della vaccinazioni agli over Ottanta


01/02/2021

In campo vaccinale l’Italia, complice il taglio delle forniture da parte delle case produttrici, non è messa bene. La qual cosa ha portato ad allargare nel tempo la campagna di vaccinazioni agli over Ottanta, ovvero una delle categorie più a rischio. D’altra parte anche nell’ambito dei medici di famiglia e dei pediatri siamo ancora in alto mare. Come dire: dobbiamo arrangiarci con quel che passa il convento. 
E se alcune zone come il Trentino-Alto Adige (una realtà numericamente bassa, e quindi più facile da trattare) hanno già iniziato a occuparsi degli anziani, per altre tutto è in divenire. Con la Regione Lazio in prima fila, che dovrebbe iniziare le somministrazione già a partire da lunedì prossimo 8 febbraio. Così come dovrebbe avvenire per Valle d’Aosta, Umbria e Puglia. 
E per quanto riguarda le altre? In Campania sono state attivate le prenotazioni e si dovrebbe partire tra il 10 e il 15 febbraio; in Veneto il via è previsto dal 15 febbraio mentre dal 22 dovrebbe toccare agli over 75; in Friuli-Venezia Giulia il via alla seconda fase è fissato per la seconda metà di febbraio; in Liguria la vaccinazione dovrebbe iniziare entro il 15 di questo mese. E ancora: in Sicilia la fase due è slittata a fine febbraio mentre in Lombardia, la Regione con più casi (anche perché la più abitata con oltre dieci milioni di persone), si dovrebbe indicativamente partire dal 24 febbraio, con un mese di anticipo sul previsto (evidentemente la cura Bertolaso sta avendo effetti rapidi).
Senza una data precisa di avvio della fase due risultano invece Toscana, Marche, Calabria, Abruzzo (dove sono state comunque aperte le prenotazioni), Molise, Sardegna (l’avvio era previsto per metà febbraio, ma è slittato di quattro settimane), Basilicata (la data di inizio febbraio è stata ‘congelata’ a causa dei ritardi nelle consegne dei vaccini), Piemonte (l’inizio è scivolato dal 30 gennaio al 6 febbraio e quindi a data da destinarsi). E per quanto riguarda l’Emilia-Romagna? Non c’è ancora una data ufficiale, probabilmente si partirà da marzo (il nuovo piano vaccinale sarà comunque presentato venerdì prossimo). 
Insomma, un bel caos. Speriamo soltanto che, nei prossimi giorni, si possa fare maggiore chiarezza.

(riproduzione riservata)