Share |

Perché l’Italia dice no all’eliminazione dell’ora legale sponsorizzata dai Paesi nordici


27/01/2020

Complici le richieste dei Paesi nordici, anche nel nostro Paese ci si sta domandando se possa essere utile o meno mettere al bando l’ora legale. In altre partoile se ci sia un un tornaconto nel non spostare più le lancette di un’ora, avanti e indietro, due volte all’anno. La risposta è no: così anche quest’anno l’ora legale in Italia verrà regolarmente adottata. In altre parole le lancette degli orologi dovranno essere spostate un’ora in avanti a partire da domenica 29 marzo, e così sino alla fine di ottobre. 
Detto questo, è possibile che questa sia l’ultima volta in cui in Italia verrà adottata l’ora legale? Visto come si sta muovendo il nostro mondo politico possiamo stare tranquilli. Il nostro Governo, infatti, ha depositato a Bruxelles una richiesta formale per mantenere intatto lo status quo. Congelando in questo modo l’attuale situazione. 
Sono tre i motivi che hanno portato a non appoggiare l’iniziativa comunitaria, peraltro facoltativa: il primo riguarda la mancanza di valutazione sui vantaggi e sugli svantaggi dell’ora legale. Non esiste, secondo il nostro Esecutivo, una valutazione esaustiva al riguardo, inn quanto mancano prove scientifiche che possano stabilire se i due cambiamenti di fuso orario danneggino o meno l’equilibrio psico-fisico dei cittadini. 
La seconda motivazione è di natura economica. Adottando l’ora legale, negli anni siamo riusciti a ottenere un robusto risparmio dal punto di vista energetico. Un risparmio che stando a uno studio condotto da Terna - l’operatore che gestisce le reti per la trasmissione dell’energia elettrica con sede a Roma - vale circa cento milioni d euro all’anno. 
La terza e ultima motivazione è rappresentata dalle perplessità riguardanti la possibilità che le diverse scelte di orari adottate dagli altri Paesi dell’Unione possano mettere a rischio il corretto funzionamento dei mercati e dei servizi (ad esempio il trasporto aereo).

(riproduzione riservata)